Passa ai contenuti principali

Firefox 57 Quantum cosa cambia in questa nuova versione

Rilasciato Firefox 57 Quantum, il Firefox più veloce di sempre e che consuma meno memoria. Quali le novità
Da poche ore Mozilla ha lanciato Firefox 57, noto anche con il nome di Firefox Quantum, ovvero la nuova versione del suo browser internet per Windows, macOS, Linux, Android e iOS.

Release che sancisce l'inizio di una nuova era per Firefox, in quanto completamente riprogettato con l'intento di recuperare margine nella quota di mercato dei browser web che vede sempre più  spadroneggiare Google Chrome.

E forse questa è la volta buona per guadagnare punti per il browser di Mozilla, che nella sua versione 57 Quantum è il più performante e veloce di sempre. Vediamo più nel dettaglio le novità.

Interfaccia
Dato che è la prima cosa che si avrà modo di vedere, Firefox 57 gode ora della nuova interfaccia grafica Photon Design più semplice, leggera ed elegante, che meglio sfrutta i display ad alta definizione, oltre che a essere più reattiva a seconda dell'uso del browser in ambiente desktop con il mouse, oppure in ambiente mobile con il touchscreen.
Firefox 57 Quantum interfaccia graficaDi default ci si ritroverà con la barra degli indirizzi internet unificata alla barra di ricerca (volendo è possibile separarle agendo dalle opzioni) con integrati i link per aggiungere pagine web ai segnalibri, salvare la pagina su Pocket (app integrata di default in Firefox 57), copiare e inviare link per email, inviare la pagina web a un altro dispositivo e utilizzare il già recensito strumento integrato per catturare screenshot.

Con il nuovo pulsante "Libreria" si avrà invece rapido accesso ai segnalibri, alle pagine web salvate nell'elenco Pocket, alla cronologia di navigazione, ai download, alle schede sincronizzate e agli screenshot catturati.

Il pulsante "Menu" più che mai qua torna utile per accedere alle estensioni installati "Componenti aggiuntivi", avviare la navigazione anonima (che gode di una migliorata protezione antitracciamento), accedere alle opzioni del browser, alla personalizzazione ad altre pagine internet e impostazioni utili.

Peccato per la barra di stato che pare essere stata rimossa in via definitiva; mentre è ancora possibile visualizzare la barra dei segnalibri e la barra dei menu (facendo un clic destro di mouse sulla barra del titolo della finestra del browser).

LEGGI ANCHE: Personalizzare l'aspetto di Firefox 57 Quantum

Performance
Per quanto riguarda le prestazioni di Firefox 57, i miglioramenti in tal senso sono davvero importanti dovuti al nuovo motore di rendering basato sulla tecnologia Servo, e al nuovo motore Quantum CSS (aka Stylo) che portano ufficialmente su Firefox la tecnologia multiprocesso (che abbiamo visto come attivare ufficiosamente su Firefox 54) per sfruttare al meglio le CPU multi-core dei dispositivi (all'occorrenza da Menu > Opzioni > Generale > Prestazioni si può disattivare l'opzione "Utilizza le impostazioni predefinite" e poi indicare manualmente quanti processi far usare a Firefox per i contenuti, piuttosto che il valore predefinito impostato a 4 core).

Ciò a detta dei test di Mozilla fa si che la versione 57 sia il browser Firefox più veloce di sempre, ben il doppio più veloce rispetto alle versioni di Firefox rilasciate durante l'ultimo anno (posso confermare che da parte mia su questa nuova versione i siti e le pagine web si aprono e caricano praticamente all'istante), e che i consumi di memoria siano ben il 30% in meno rispetto a quelli dell'ultima versione di Google Chrome.


Estensioni
L'altra novità di Firefox 57 sono le WebExtensions, ovvero le moderne estensioni create con la nuova tecnologia di sviluppo più sicura e affidabile, che rispetto a quelle create con le vecchie API (impiegate fino a Firefox 56) non possono in alcun modo modificare il codice del browser, ponendo così fine a eventuali utilizzi illegittimi e a conseguenti ovvi rischi per la sicurezza (come già accade con le estensioni di Google Chrome, Microsoft Edge e Opera).

L'unico inconveniente è che Firefox 57 adesso supporta esclusivamente le WebExtensions a discapito dei vecchi componenti aggiuntivi che qui non avranno modo i funzionare fino a che non verranno adeguati con le nuove API di sviluppo. Ciò significa che aggiornando a Firefox 57 molto probabilmente ci si ritroverà con pochissime estensioni installate rispetto a quelle che si possedeva in Firefox 56.

Ma proprio per il fatto che per alcuni utenti rinunciare ad alcune estensioni è tutt'altro che una inconveniente da poco, all'occorrenza in questa guida abbiamo visto come tornare a Firefox 56 da 57 dopo l'aggiornamento e attendere che i propri componenti aggiuntivi preferiti vengano aggiornati come WebExtensions, oppure fino a che non sarà disponibile una valida alternativa.

Interessanti saranno i prossimi mesi con le versioni di Firefox Quantum che seguiranno, sulle quali Mozilla introdurrà interessanti nuove funzionalità e miglioramenti che renderanno il browser ancora più competitivo.

Si ricorda che per aggiornare a Firefox 57, per chi già ha installato la versione 56 è sufficiente portarsi in Aiuto > Informazioni su Firefox e da li procedere al download e all'installazione della nuova versione; diversamente o in alternativa Firefox può essere sempre scaricato dal sito ufficiale.

Commenti

  1. Non consiglio di tornare indietro, ormai le estensioni (addons) compatibili sono oltre cento, in aumento.
    E FFox Quantum ha una velocità e sicurezza sorprendente.
    Consigliato per casa, non tanto per le aziende: FFox "stoppa" la navigazione per i certificati non validi, e sono tante le aziende italiane che non li aggiornano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tornare indietro no, utilizzarlo come versione separata dalla 56 si se si ha bisogno delle vecchie estensioni non supportate. Per quanto riguarda la velocità davvero sorprendente e la differenza tra il vecchio e il nuovo si sente tutta.

      Elimina
  2. Evidenziatore... Manca un utilissimo evidenziatore della ricerca, che nella versione 56 avevo sopperito con Google lite, che ora naturalmente non funziona.
    Spero ci pensino presto. Intanto ritorno al 56.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io per ora uso la 56 e la 57 separatamente, per migrare poi definitivamente a Firefox 57 quando saranno disponibili alcune estensioni di cui non posso fare a meno; spero presto perché le prestazioni di Firefox 57 sono ottime.

      Elimina
  3. Firefox mi si è aggiornato ieri da solo, però Download Helper che pur risultando obsoleto funzionava perfettamente con 56, ora non funziona più. Ho provato a reinstallare firefox 56 come da te suggerito ma niente Download Helper non va più. Speriamo lo aggiornino.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Scaricare video da ogni sito internet – Migliori programmi gratis per farlo

Scaricare video da internet è un’operazione ormai comune a tutti. La maggior parte degli utenti ha imparato bene come fare il download dei filmatidalla rete.

Ma la tendenza per la stragrande maggioranza degli utenti è quella di scaricare video sempre dagli stessi siti, tendenza in parte dovuta alla loro popolarità, al tanto materiale disponibile e alle varie risorse gratis sviluppate appositamente per fare il download da quei siti.

Però bisogna ricordare che oltre ai soliti noti, internet brulica di tanti altri portali video ricchi di contenuti di vario tipo e genere. L’unico problema potrebbe essere quello di non sapere come fare a scaricare i video nel PC anche da questi siti, magari perché non esistono estensioni dedicate o software appositi.

A tale proposito sotto a seguire andiamo dunque a vedere una lista dei migliori programmi gratis per scaricare video praticamente da ogni sito internet, anche da quelli dove normalmente è impossibile farlo.

1. aTube Catcher
Ne avevamo parlato de…

Ingrandire testo su Windows 10 1809 di menu, icone, barre del titolo ecc con la funzione integrata

Con Windows 10 October 2018 Update Microsoft ha finalmente reintegrato la funzione nativa per aumentare la dimensione del testo delle icone, menu, barre del titolo ecc del sistema operativo.

Infatti, non si sa per quale motivo, a partire dall'aggiornamento Windows 10 Creators Update Microsoft aveva rimosso tale caratteristica costringendo l'utente a rivolgersi a soluzioni di terze parti come i validi, gratuiti e già recensiti Winaero TweakerSystem Font Size Changer.

Adesso senza servirsi di software esterni, per regolare la dimensione del testo del SO, ci si deve portare in menu Start > Impostazioni > Accessibilità > Schermo e qui come nell'esempio sotto in figura:
nella sezione "Ingrandisci testo" si dovrà trascinare verso destra il cursore dell'opzione "Trascina il dispositivo di scorrimento fino a quando il testo di esempio è facile da leggere".

Si parte dalla percentuale predefinita del 100% con la possibilità di raggiungere il massi…

Come eliminare le vecchie immagini account utente di Windows 10

A seconda dei casi, al computer Windows 10 si potrebbe aver cambiato più volte l'immagine del proprio account utente agendo da menu Start > Impostazioni > Account > Le tue info > Crea la tua immagine.

Nel corso del tempo è probabile che le foto sottoposte in tal senso siano state parecchie, di conseguenza quando ci si porta nella su menzionata sezione "Le tue info", insieme a quella attualmente applicata verranno mostrate anche le vecchie immagini account utente usate in precedenza (come nell'esempio sotto in figura):
Il fatto è che tale sezione non dispone di alcun pulsante per eliminare le vecchie immagini, le quali di conseguenza continueranno a essere mostrate in "Le tue info"; un problema soprattutto nel caso in cui tra queste foto ce n'è fosse qualcuna di indesiderata.

Fortunatamente è possibile intervenire in maniera alternativa per eliminare le vecchie immagini dell'account utente. Vediamo come procedere.

1. Premere la combinazio…