Passa ai contenuti principali

DeepL il migliore traduttore online che usa l'intelligenza artificiale

DeepL Traduttore è il miglior traduttore automatico online che fa uso dell'intelligenza artificiale con reti neurali comandate da un supercomputer fra i più potenti al mondo
DeepL Traduttore è oggi il miglior servizio di traduzione lingue online che ha battuto tutti i concorrenti del settore ovvero Google, Microsoft e Facebook.

Sviluppato da DeepL, un'azienda di deep learning che sviluppa sistemi d’IA (intelligenza artificiale) per le lingue, il punto di forza di questo traduttore è una rete neurale guidata da un supercomputer costruito in Islanda con una capacità di calcolo di 5,1 petaFLOPS (5 100 000 000 000 000 di operazioni al secondo) che lo piazza al 23 esimo posto nella classifica dei supercomputer più potenti del mondo e che permette di tradurre un milione di parole in meno di un secondo.

Tale potenza di calcolo è stata poi applicata all'immenso database di Linguee (sviluppato da DeepL) da oltre un miliardo di traduzioni di frasi in alta qualità; il risultato è DeepL Traduttore ovvero un sistema di traduzione automatica più accurato e naturale al mondo, preferito da 3:1 traduttori professionisti nelle prove alla cieca in un confronto con la concorrenza (sotto il grafico dei risultati su un test di 100 frasi):
Risultati test traduzione DeepL Traduttore contro concorrenza
DeepL Traduttore supporta attualmente 42 combinazioni linguistiche tra Italiano, Inglese, Tedesco, Francese, Spagnolo, Olandese e Polacco; prossime lingue in arrivo sono il mandarino, il giapponese e il russo già in fase di apprendimento da parte delle reti neurali DeepL.

Per quanto riguarda l'utilizzo di DeepL Traduttore, che si raggiunge all'indirizzo https://www.deepl.com/translator, niente di più semplice, ovvero (come nell'esempio sotto in figura):
Traduzione di DeepL Traduttore online
nel riquadro di inserimento testo a sinistra "Traduci da" si deve digitare o in collare il testo che si desidera tradurre; traduzione che verrà effettuata automaticamente in tempo reale e poi visualizzata nel riquadro di inserimento a destra "Traduci in".

Non c'è bisogno di indicare la lingua di origine in quanto se fa parte di quelle supportate verrà rilevata automaticamente dal traduttore; la lingua di destinazione è quella di sistema (ricavata dall'indirizzo IP del computer). Ad ogni modo all'occorrenza è possibile cambiare lingua di origine e/o di destinazione cliccando quelle attualmente impostate per selezionare quelle desiderate.


Da segnalare poi due funzioni aggiuntive disponibili nei riquadri "Traduci da" e "Traduci in": nel primo quando si clicca una parola, subito sotto a esso verrà visualizzata oltre alla traduzione la definizione da dizionario; nel secondo invece, facendo un clic sulla parola tradotta, oltre alla traduzione inversa verrà mostrata una lista di sinonimi o parole simili alternative.

Tenere in considerazione che al momento DeepL Traduttore può tradurre testi contenenti fino a 5000 caratteri per volta; decisamente più che abbondanti per qualsiasi tipo di impiego.

In conclusione, per chi spesso navigando su internet e/o per comunicazioni di tipo personale o in ambito lavorativo si serve dei servizi di traduzione online, DeepL Traduttore senza ombra di dubbio è di primario riferimento e quindi da aggiungere ai preferiti del proprio browser internet.

LEGGI ANCHE: Migliori estensioni per tradurre pagine web con Firefox, Chrome, Opera, Edge, Internet Explorer e Safari

Commenti

  1. grazie per l utile info

    RispondiElimina
  2. I traduttori sono un bel problema, perchè falliscono anche su
    frasi banali come questa : vorrei andare via, questa città non mi piace . La traduzione in inglese di DeepL risulta essere : I would like to go away, this city I don't like to go away.
    Come vedi la prima parte è ok , la seconda non si sa dove l'abbiano inventata.
    Se poi scrivi la parte tradotta in inglese e la fai tradurre in italiano vedi ancora frasi veramente strane.
    Comunque non critico te che giustamente segnali programmi che si presentano con caratteristiche nuove e forse promettenti, colgo solo l'occasione di citare Ceccato e la scuola operativa Italiana (SOI) che è stata bistrattata dalla cosiddetta cultura italiana ufficiale. Ceccato ha impostato una vera e propria teoria unitaria della traduzione , ma siccome era inviso ai filosofi perchè li ha criticati, anche i suoi collaboratori che ancora oggi si occupano della traduzione automatica sono poco considerati per gli studi sulla traduzione che invece sarebbero utilissimi . Un link se si vuole approfiondire http://www.methodologia.it/index.htm

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Windows 10 October 2018 Update risolto il problema che cancellava i file con l'aggiornamento

Lo scorso 5 ottobre Microsoft ha interrotto la distribuzione di Windows 10 October 2018 Update iniziata ufficialmente tre giorni prima, in quanto dopo l'aggiornamento su alcuni computer (solo sullo 0.001% delle installazioni) venivano cancellati file personali contenuti nelle cartelle Documenti, Immagini, Musica, Video, Download ecc.

Ma ieri con un post sul blog ufficiale di Windows è stato annunciato che gli ingeneri hanno identificato e risolto tutti i problemi noti che portavano a tale perdita di dati con l'upgrade a Windows 10 versione 1809.

Qual'è stata la causa del problema? La perdita dei dati ha interessato i file contenuti nelle cartelle Documenti, Immagini, Musica, Video, Download e via dicendo, reindirizzate in un percorso di destinazione diverso da quello predefinito (es. C\Users\NomeUtente\Documents); soluzione che alcuni adottano per risparmiare spazio sul disco di sistema archiviando, con il reindirizzamento delle cartelle, tali file su altre unità di memori…

Vedere il consumo elettrico dei programmi nel Task Manager di Windows 10

A partire dall'aggiornamento October 2018 Update, il Task Manager di Windows 10 ora mostra il consumo elettrico da parte dei programmi in esecuzione.

In questo modo è possibile individuare rapidamente i processi degli applicativi che incidono maggiormente a livello energetico quando il computer portatile è alimentato dalla solo batteria, e in base a tali informazioni decidere se terminare o meno i programmi più dispendiosi in questo senso, soprattutto se sono in esecuzione in background.

Per prima cosa è necessario aprire il Task Manager facendo un clic destro sulla barra delle applicazioni e qui nel menu contestuale cliccando la voce "Gestione attività"; oppure ci si può servire direttamente della combinazione dei tre tasti Ctrl+Shift+Esc.

LEGGI ANCHE: Cosa si può fare con il Task Manager di Windows 10

Qualora il Task Manager venisse eseguito in un piccola finestra, allora qui nell'angolo in basso a sinistra cliccare il link "Più dettagli" per visualizzare…