Passa ai contenuti principali

Comandare il computer dal cellulare in WiFi su Android e iPhone

Come usare il computer a distanza con il cellulare o tablet Android e iOS come telecomando WiFi con controllo mouse, tastiera, media ecc
Per chi utilizza il computer a distanza, magari come un media center collegato magari alla TV, poterlo comandare da remoto dal cellulare senza dover toccare mouse e tastiera può rivelarsi la soluzione più comoda e dunque ideale.

In tal senso fra le tante soluzioni disponibili si può provare Unified Remote che è un'applicazione per smartphone e tablet Android e iOS per comandare a distanza il PC Windows, Mac o Linux attraverso la rete WiFi.

Con la versione gratis dell'app Unified Remote basti pensare che è possibile usare il cellulare come mouse strisciando e toccando il display, come tastiera, per gestire la riproduzione di file audio e video, per cercare e aprire file del computer, per spegnere, riavviare, ibernare o sospendere il PC a distanza, il tutto in modo davvero facile e alla portata di tutti. Vediamo come.

1. Per prima cosa sul cellulare o tablet installare l'applicazione Unified Remote per Android o Unified Remote per Apple iOS.

2. Sul computer Windows, Mac o Linux dalla pagina https://www.unifiedremote.com/download scaricare e poi installare il file "ServerSetup-3-6-0-950.exe" che servirà a far comunicare il dispositivo mobile con il PC.

3. Assicurarsi che il computer e il cellulare/tablet siano connessi entrambi alla stessa rete internet WiFi.

4. Avviare il server Unified Remote sul computer, quindi su Android o iOS avviare l'applicazione Unified Remote. Se tutto è andato a buon fine allora, in automatico dopo qualche secondo, sullo schermo del dispositivo mobile comparirà la notifica "Connected to NomePC", quindi confermare e proseguire toccando il pulsante "Let's get started".
Schermate app Unified Remote per Android e iPhone
Finito. Si verrà così rimandati alla schermata "Remotes" nella quale è possibile accedere ai vari comadi di gestione a distanza del computer; nello specifico:
  • Basic Input per usare il cellulare/tablet come mouse (per muovere il puntatore del mouse strisciare il dito sullo schermo, per fare un clic sinistro toccare lo schermo con un dito, per fare un clic destro toccare lo schermo con due dita) e tastiera (si attiva toccando in basso a sinistra il pulsantino che come icona ha appunto la tastiera);
  • File Manager per trovare e aprire i file presenti sul computer e/o nelle unità di memoria a esso collegate;
  • Keyboard per usare il cellulare come tastiera QWERTY vera e propria, in alternativa a quella del cellulare che si attiva da "Basic Input";
  • Media per gestire i file multimediali in riproduzione sul computer con i comandi per mettere in pausa e riprendere, stoppare, andare avanti e indietro tra i file, regolare il volume;
  • Power per gestire le opzioni di alimentazione del computer, ovvero per spegnerlo o riavviarlo da distanza, disconnettere o bloccare l'account Windows corrente, sospendere o ibernare il PC.
Ancora, all'occorrenza toccando il pulsante verde "+" in basso a destra della schermata, è possibile aggiungere qualche altra opzione gratis di controllo da remoto come ad esempio il Task Manager e il Menu Start dalla sezione "Utility", il controllo di VLC, Windows Media Player, Spotify, Windows Media Center dalla sezione "Media", il tastierino numerico dalla sezione "Input".

Ovviamente la versione a pagamento dell'app è completa di ulteriori funzioni aggiuntive, oltre 70, come ad esempio il supporto dei comandi vocali, il mirroring dello schermo, integrazione NFC e tanto altro ancora. Ad ogni modo la versione gratis si rivela essere più che sufficiente per la maggior parte degli utenti per comandare a distanza il computer.

LEGGI ANCHE: Controllare il PC da Android da remoto con Chrome Remote Desktop (guida)

Commenti

  1. RICEVUTO...: SCELTA DEFENDER-W- KARPESHY..ANTIVIRUS...-L.HO PROVATO 10 GIORNI..NON ANDAVA MALE E NESSUN NEGATIVO IMPATTO,..SU W-10, NONOSTANTE LA GUERRA MEDIALE TRA MICROSOFT E KARSP...- ANZI ADDIRITTURA MI SEMBRA D.AVE CAPITO CHE MICROSOFT LASCIA, INSTALLARE OLTRE L.ANTIVIRUS RUSSO, ANCHE COMPONENTI M PER OTTIMIZZARE LA DIFESA VIRALE, SENZA COMPROMETTERE LE FUNZIONI DI W- 10- GRAZIE,PRECISO,GENTILE E PROFESSIONALE COME SEMPRE... SHANDAM

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Windows 10 October 2018 Update risolto il problema che cancellava i file con l'aggiornamento

Lo scorso 5 ottobre Microsoft ha interrotto la distribuzione di Windows 10 October 2018 Update iniziata ufficialmente tre giorni prima, in quanto dopo l'aggiornamento su alcuni computer (solo sullo 0.001% delle installazioni) venivano cancellati file personali contenuti nelle cartelle Documenti, Immagini, Musica, Video, Download ecc.

Ma ieri con un post sul blog ufficiale di Windows è stato annunciato che gli ingeneri hanno identificato e risolto tutti i problemi noti che portavano a tale perdita di dati con l'upgrade a Windows 10 versione 1809.

Qual'è stata la causa del problema? La perdita dei dati ha interessato i file contenuti nelle cartelle Documenti, Immagini, Musica, Video, Download e via dicendo, reindirizzate in un percorso di destinazione diverso da quello predefinito (es. C\Users\NomeUtente\Documents); soluzione che alcuni adottano per risparmiare spazio sul disco di sistema archiviando, con il reindirizzamento delle cartelle, tali file su altre unità di memori…

Vedere il consumo elettrico dei programmi nel Task Manager di Windows 10

A partire dall'aggiornamento October 2018 Update, il Task Manager di Windows 10 ora mostra il consumo elettrico da parte dei programmi in esecuzione.

In questo modo è possibile individuare rapidamente i processi degli applicativi che incidono maggiormente a livello energetico quando il computer portatile è alimentato dalla solo batteria, e in base a tali informazioni decidere se terminare o meno i programmi più dispendiosi in questo senso, soprattutto se sono in esecuzione in background.

Per prima cosa è necessario aprire il Task Manager facendo un clic destro sulla barra delle applicazioni e qui nel menu contestuale cliccando la voce "Gestione attività"; oppure ci si può servire direttamente della combinazione dei tre tasti Ctrl+Shift+Esc.

LEGGI ANCHE: Cosa si può fare con il Task Manager di Windows 10

Qualora il Task Manager venisse eseguito in un piccola finestra, allora qui nell'angolo in basso a sinistra cliccare il link "Più dettagli" per visualizzare…