Passa ai contenuti principali

Differenze tra AVI, MKV, MP4 quale formato scegliere

La differenza tra i formati contenitore AVI, MP4 e MKV e tra codec audio/video H.264, H.265, Xvid e WMV
Quando si scarica un video da internet oppure lo si registra dal PC, dal cellulare o dall videocamera, nella stragrande maggioranza dei casi quel filmato sarà in formato AVI oppure MP4 o MKV.

Ma qual'è la differenza fra questi tre popolari formati di file multimediali? Qual'è meglio e dunque a quale si dovrebbe puntare?

Per rispondere a queste domande innanzitutto è necessario capire ciò che sta dietro alle sigle AVI, MP4, MKV. Vediamo di fare un po' di chiarezza.

Ogni file multimediale è composto da due parti: il formato contenitore e il codec. Il formato contenitore è l'estensione del file multimediale, ovvero AVI, MP4, MKV, che serve a identificare la tipologia di dati che esso può contenere: audio e/o video, sottotitoli, tag metadata e via dicendo. Nello specifico dei tre in questione:
  • AVI è un formato contenitore realizzato da Microsoft nel 1992 e può contenere uno o due flussi audio e un flusso video ma non supporta alcun formato di sottotitoli.
  • MP4 è stato introdotto nel 2001 e successivamente migliorato nel 2003, può contenere una vasta gamma di flussi video e audio oltreché sottotitoli e immagini statiche.
  • MKV è stato introdotto nel 2002 e può contenere praticamente tutti i tipi di codec video e audio, oltre a più tracce di sottotitoli, capitoli e menu dei DVD ecc, perciò il più completo fra i tre.
I dati contenuti nel file contenitore vengono compressi tramite codec la cui funzione infatti è di ridurre la dimensione del file audio o video (con la compressione dei dati) a vantaggio della portabilità o della trasmissività del file multimediale in questione.

Come per i formati contenitore, anche i codec audio/video sono tanti e differenti fra loro; ad ogni modo per quanto riguarda i file video, i codec più popolari nei quali ci si imbatterà sono i seguenti quattro.
  • WMV (Windows Media Video) - Introdotto nel 1999 è un codec sviluppato da Microsoft che fa parte della piattaforma Windows Media e può essere incorporato nei formati contenitore AVI e ASF. Seppur  supportato dalle varie piattaforme Windows, il codec WMV sta cadendo via via sempre più in disuso in favore di altri codec più preformanti.
  • Xvid (H.263/MPEG-4 Part 2) - Introdotto nel 2001, questo codec fu parecchio apprezzato per le sue capacità di compressione che gli consentono di comprimere film DVD al punto di farli stare dentro a un CD senza eccessiva perdita di qualità.
  • x264 (H.264/MPEG-4 AVC) - Introdotto nel 2003, meglio conosciuto come H.264 è il codec standard utilizzato su i dischi Blu-ray e per lo streaming video su YouTube, Vimeo e altri portali ancora, in grado di comprimere video in file di dimensioni ridotte garantendo però un'alta qualità video (fino a 4K di risoluzione video).
  • x265 (H.265/MPEG-H HEVC) - Introdotto nel 2013 e meglio conosciuto come H.265, è il codec successore di H.264 ma rispetto a quest'utimo è in grado di comprimere fino a più di due volte i dati garantendo però la stessa qualità offerta da H.264, oltreché supportare risoluzioni fino a 8K. H.265 è sicuramente il futuro prossimo dei codec, ma al momento visto che è uscito di recente non è ancora ampiamente supportato.
LEGGI ANCHE: Ridurre le dimensioni dei video HD senza perdere qualità con IFME per Windows
Quale formato contenitore e codec scegliere?
Opzioni formato contenitore e codec video HandBrake
Nel caso in cui ci si ritrova a creare un video (magari da distribuire al pubblico) e/o a convertirlo con un software che offre la possibilità di scegliere codec e formato contenitore (come ad esempio HandBrake dal quale è preso lo screenshot qui sopra), dati alla mano, oggi conviene puntare al formato MP4 dato che è largamente supportato da svariati dispositivi oltreché all'elevata quantità di dati che esso può contenere. Si potrebbe optare anche per il più capiente contenitore MKV, ma seppur in costante crescita, rispetto all'MP4 attualmente è meno diffuso.

Per quanto riguarda i codec audio/video, in attesa che H.265 guadagni un maggiore supporto, al momento conviene puntare sul codec H.264 che è il miglior compromesso per ottenere file video di alta qualità ma di dimensioni ragionevoli, lasciando invece stare il sempre meno diffuso WMV e anche il buon Xvid che seppur capace di comprimere a dovere i file non offre però lo stesso livello video-qualitativo del codec H.264.

Ovviamente se il video in questione non è da distribuire bensì è destinato al solo uso personale, e se si dispone di un lettore in grado di supportare la riproduzione di file video MKV codificati in H.265 (al PC basta il player VLC), niente vieta di editare il filmato con questi parametri, anzi è a questi che si dovrebbe puntare per ottenere i migliori risultati. [Via MUO]

LEGGI ANCHE: Differenza tra DVD-R, DVD+R, DVD+RW -RW, BD-R, BD-RE, BDXL, Mini-BD, CD-R, CD-RW e Significato delle sigle dei film che si scaricano internet, emule, utorrent

Commenti

  1. ..."in attesa che H.265 guadagni un maggiore supporto"...
    E dove lo trovo da scaricare questo H.265, se fino ad ora lo si ha soltanto a pagamento?
    Ho scaricato questo: x265 Encoder is a piece of software enabling you to encode videos into the HEVC (High Efficiency Video Coding) format.
    Lo installo, ma non lo vedo da nessuna parte...sicuramente non so usarlo.
    Mi aiuti?
    ciao
    Papi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo trovi perché ancora è poco diffuso e comunque non ancora disponibile per udo personale (per la creazione di video). Per la conversione dei video invece il codec è supportato da alcuni programmi come ad esempio HandBrake.

      Elimina
  2. Grazie Vinnie sai era tempo che cercavo qualcosa di simile e chiaro come spiegato infatti io cerco dal canale di scarico... mkv perchè poi lo vedo mooolto bene.
    Ti ringrazio ancora anche per le due chicche su Android clonazione e autorizzazioni che ho riportato da me come al solito. Buona serata.Edvige

    RispondiElimina
  3. se devo scaricare un video da e su internet, in quale formato conviene convertirlo per leggerezza?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per i video in HD e HQ MP4 o MKV codicificati in H.264. Se invece vuoi file di dimensioni più ridotte sacrificando la qualità punta su AVI Xivd in H.263, oppure converti il video HQ/HD riducendone le dimensioni come spiegato qui:

      http://www.guidami.info/2015/01/ridurre-le-dimensioni-dei-video-hd.html

      http://www.guidami.info/2015/06/ridurre-la-dimensione-di-un-video-con-freemake-converter.html

      http://www.guidami.info/2010/12/come-ridurre-le-dimensioni-di-un-video.html

      Elimina
  4. Ciao, ho bisogno di un consiglio: ho dei vecchi filmini su videocassetta e voglio trasferirli su DVD nel formato classico oppure convertirli in file mp4.
    Cosa mi consigli? Che differenza di qualità c'e' tra i 2 formati?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il formato DVD-Video fa uso dei codec MPEG-2, mentre per MP4 è come spiegato nell'articolo. Potresti tentare con entrambe le soluzioni.

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…