Passa ai contenuti principali

Menu Start Windows 10 usare icone piccole per risparmiare spazio

Come ridimensionare in piccolo le icone nel menu Start di Windows 10 per avere più spazio e farci stare più collegamenti
Il riquadro a destra del menu Start di Windows 10 si rivela comodo per ospitare tutte le icone di applicazioni e programmi del PC che si desidera avere sempre a portata di mano da avviare con un clic di mouse al momento del bisogno.

Come infatti già abbiamo visto, a questo riquadro è possibile aggiungere qualsiasi programma elencato nella lista del menu Start stesso, qualsiasi impostazione di sistema, siti internet e qualsiasi eseguibile presente dentro una directory semplicemente facendoci sopra un clic destro di mouse e nel menu contestuale cliccando infine l'opzione "Aggiungi a Start".

Ma se i collegamenti che si è aggiunto al riquadro destro del menu Start iniziano a essere più di una decina, a un certo punto si potrebbe avere qualche problema di spazio in quanto le icone di tali collegamenti non riusciranno a stare tutte nella parte subito visibile del riquadro destro del menu Start (che viene visualizzata appena si fa un clic sul tasto Start), bensì quelle in eccesso verranno spinte verso il basso e per visualizzarle si dovrà scorrere con la rotellina del mouse.

Per evitare questo sali e scendi è allora bene sfruttare l'opzione di ridimensionamento delle icone presenti nel riquadro destro del menu Start e in tal senso preferire la dimensione "Piccolo". Come nell'esempio sotto in figura:
Menu Start Windows ridimensionare icona in Piccolo
per ridimensionare un'icona di un collegamento presente nel riquadro destro del menu Start basta soltanto farci sopra un clic destro di mouse e nel menu contestuale cliccare Ridimensiona > Piccolo. Ripetere la procedura con le icone di tutti gli altri collegamenti presenti in quest'area. Alla fine si dovrebbe ottenere un risultato di questo tipo:
Menu Start Windows 10 con icone piccole dei collegamenti
molto più ordinato e compatto che permette adesso di ospitare più collegamenti e di individuarli più rapidamente dato che così ridimensionati ce ne stanno circa il doppio rispetto a prima.

Qualora poi i collegamenti siano diverse decine e nonostante il ridimensionamento in "Piccolo" molti di essi vengono comunque spinti verso il basso costringendo a usare la rotellina del mouse per individuare quelli desiderati, tenere in considerazione che è possibile aggiungere una colonna extra al riquadro agendo da Impostazioni > Personalizzazione > Start e qui settando su "Attivato" l'interruttore dell'opzione "Mostra più riquadri".

In alternativa o in complemento ricordarsi che il menu Start può essere allargato orizzontalmente (come nell'esempio sotto in figura):
Menu Start Windows allargato con trascinamento del mouse
tenendo cliccato con il tasto sinistro del mouse e trascinando verso la destra dello schermo il bordo laterale del riquadro destro. Così facendo quest'ultimo sarà più spazioso e di conseguenza potrà ospitare e visualizzare subito più collegamenti senza che l'utente debba ricorrere alla rotellina del mouse.

Più drasticamente se si preferisce è anche possibile fare in modo che il menu Start di Windows 10 venga visualizzato a schermo intero (esattamente come la schermata Start di Windows 8) e in tal senso sarà difficile avere problemi di spazio con i collegamenti. Per attivare la modalità a schermo intero del menu Start portarsi in Impostazioni > Personalizzazione > Start e qui settare su "Attivato" l'interruttore dell'opzione "Usa modalità a schermo intero per Start".

LEGGI ANCHE: Mostrare o nascondere cartelle nel menu Start di Windows 10

Commenti

  1. Ottimi suggerimenti, ma quelle icone blu sembrano tutte uguali. I programmi più usati preferisco metterli nella system tray (la barretta orizzontale in basso).

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…