Passa ai contenuti principali

Se si disinstalla Internet Explorer da Windows cosa succede?

Si può disinstallare Internet Explorer da Windows 10, 8 e 7 ma cosa succede al sistema operativo rimuovendo questo browser web?
Internet Explorer da oltre vent'anni è il browser web di Microsoft preinstallato su i computer con sistema operativo Windows a partire dal lontano Windows 95 fino all'attuale e più recente Windows 10 (attualmente con il 20% è il secondo browser internet più utilizzato a livello globale preceduto solo da Chrome che detiene oltre il 56% della quota di mercato).

Se anni fa data l'assenza della concorrenza e/o di un'adeguata concorrenza era impensabile disinstallare Internet Explorer dal computer, oltreché causa di problemi con i file HTML e/o protocolli HTTP o FTP e non solo, oggi le cose sono cambiate.

A partire dalla stessa Microsoft che infatti ha "abbandonato" lo sviluppo di Internet Explorer (ormai da tempo fermo alla versione 11 ma comunque costantemente aggiornato a livello di update di sicurezza) in favore del più recente, moderno e funzionale Microsoft Edge che è il browser internet preinstallato e predefinito su Windows 10 (nonostante di default sia presente anche Internet Explorer 11 ma qui è stato declassato come accessorio e perciò nascosto sotto la cartella "Accessori" del menu Start).

LEGGI ANCHE: Internet Explorer fine del supporto delle vecchie versioni dal 12 Gennaio 2016

Windows 10 a parte ormai Internet Explorer può essere rimpiazzato anche su tutti gli altri sistemi operativi precedenti come Windows 8.1 e Windows 7 in favore di valide alternative come Google Chrome, Mozilla Firefox e Opera, decisamente più preformanti e forti fra le latre cose del supporto dei componenti aggiuntivi tanto amati dagli utenti per espandere ulteriormente le funzionalità del browser web (e non per niente introdotte anche da Microsoft su Edge).

Venendo alla domanda "Cosa succede se si disinstalla Internet Explorer dal PC Windows?" la risposta è "Niente!".

Basta infatti avere installato un secondo browser internet sul computer e dopo aver rimosso Internet Explorer sarà nuovamente possibile aprire i file HTML, i protocolli HTTP, FTP e via dicendo (qualora IE era il browser internet predefinito).

Fra l'altro poi per quanto riguarda i siti web accessibili solo con Internet Explorer da qualche tempo è possibile accedere al Microsoft Update Catalog (per scaricare manualmente gli aggiornamenti di Windows) utilizzando un qualsiasi altro browser internet e non più esclusivamente IE come in passato in quanto l'unico browser che poteva eseguire il controllo ActiveX richiesto.

Più che altro disinstallando Internet Explorer si guadagnerà un po' più di spazio sul disco, circa 300 MB a seconda dei casi. Ma come si disinstalla Internet Explorer dal computer?

Sia che si tratti di Windows 10, 8.1 o 7 ci si deve portare in Pannello di controllo > Programmi > Programmi e funzionalità > Attiva o disattiva funzionalità di Windows e qui come nell'esempio sotto in figura:
Pannello di controllo Windows disinstallare Internet Explorer
nella finestra "Funzionalità Windows" che verrà visualizzata non resta che scorrere la lista sino a individuare Internet Explorer, dunque con un clic deselezionare la sua casella di selezione e infine nella notifica popup di avviso "La disattivazione di Internet Explorer potrebbe influire su altre funzionalità..." confermare cliccando il pulsante "Si". Subito dopo avrà inizio la procedura di applicazione delle modifiche al termine della quale si dovrà riavviare il computer per completare la disinstallazione di Internet Explorer.

Qualora in futuro si volesse reinstallare Internet Explorer sul computer basterà portarsi nuovamente in Pannello di controllo > Programmi > Programmi e funzionalità > Attiva o disattiva funzionalità di Windows, selezionare la casella di Internet Explorer, confermare e riavviare il computer per installarlo nuovamente.

In conclusione tirando le somme si può disinstallare Internet Explorer dal computer senza andare incontro ad alcun problema, ma l'unico beneficio alla fine è quello di liberare circa 300 MB di spazio su disco e nient'altro.

LEGGI ANCHE: 10 suggerimenti per liberare spazio su disco in Windows e Liberare spazio su disco su Windows 10

Commenti

  1. Una volta provati Chrome/Chromium o Firefox, cosa può succedere disattivando Internet Explorer? Solo cose buone, a mio parere, per esempio non si apriranno certe applicazioni sul browser che NON hai scelto 😉

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…