Passa ai contenuti principali

Opera Max Android per risparmiare dati e avere più privacy

L'app Opera Max per Android fa risparmiare il 50% di traffico dati internet e WiFi e protegge la privacy su applicazioni e navigazione web
Il consumo eccessivo di traffico dati e la protezione della privacy che lascia a desiderare sono i più importanti punti deboli di smartphone e tablet.

In tal senso Opera Max è perciò un'applicazione per Android che bisogna assolutamente installare sul proprio dispositivo.

Più nello specifico Opera Max è un'app gratis (sviluppata dall'azienda norvegese creatrice del popolare browser internet Opera) con la quale è possibile risparmiare fino al 50% ovvero la metà del consumo dati mobili e WiFi.

Opera Max risparmio datiCiò è reso possibile dal fatto che su Opera Max attivando la modalità "Risparmio dati mobili" e "Risparmio dati Wi-Fi" il traffico generato dal telefono (non solo dai browser internet ma anche da qualsiasi altra applicazione di terze parti e/o di sistema installata) passa prima su i server di Opera i quali provvederanno a comprimere immagini, video e tutti i dati che non servono restituendo poi all'utente tali contenuti in versione alleggerita, il che si traduce in un notevole e prezioso risparmio di dati.

Caratteristica importante è che le immagini e i video compressi dai server di Opera seppur alleggeriti non causano una perdita significativa di qualità e ciò significa che i video di YouTube, Netflix, e di altri flussi streaming video e audio in generale si potranno godere allo stesso modo ma con l'importante differenza di incidere sino la metà in meno sul traffico dati del proprio abbonamento senza poi considerare il fatto che per i contenuti multimediali compressi dai server di Opera verrà ridotto anche il buffering e i fastidiosi rallentamenti.

Opera Max Modalità riservata
Poi per quanto riguarda la questione della privacy, su Opera Max attivando la funzione "Modalità riservata" sarà possibile connettersi a internet e navigare sul web in modo più sicuro in quanto questa caratteristica va a eliminare cookie e filtri dal traffico dati, oltreché impedire alle app di comunicare intenzionalmente le informazioni personali dell'utente a servizi di tracking esterni mettendolo al sicuro da sniffer, hacker e altri malintenzionati, proteggendolo così dai furti di dati e di identità.

Caratteristica utile specialmente quando si ha a che fare con informazioni sensibili come ad esempio quando si sta effettuando l'accesso con email e password ai siti web sui quali ci si è registrati, oppure acquisti online, home banking e via dicendo.

NOTA: Voglio ricordare che per quanto riguarda la navigazione su internet in modo anonimo e più sicuro, sempre sviluppata da Opera c'è l'applicazione gratis Opera VPN la quale va a nascondere il reale indirizzo IP simulando la connessione da altre nazioni differenti dalle proprie, e dato che si tratta di una connessione VPN, tutto il traffico è crittografato quindi al sicuro da spioni e malintenzionati di ogni genere.

Opera Max Gestisci le appAltra feature importante di Opera Max da conoscere è "Gestisci le app" attivata la quale attraverso essa come un vero e proprio firewall si avrà modo di impedire alle applicazioni installate desiderate l'accesso ai dati mobili e/o ai dati in background e/o ai dati Wi-Fi per evitare ulteriormente il consumo inutile di dati internet.

Il blocco dati si può applicare individualmente alle app che si intende inibire toccandole una per volta, oppure tutte insieme in un solo tocco servendosi del pulsante "Blocca tutte".

All'occorrenza in "Gestisci le app" agendo alla scheda risparmio è anche possibile disattivare il risparmio dati per specifiche applicazioni di proprio interesse.

Opera Max Modalità VIP
Infine ma non meno importante, Opera per festeggiare il successo odierno di 50 milioni di utenti Opera Max attivi al giorno, ha introdotto la nuova funzione "Modalità VIP" la quale una volta abilitata tiene costantemente attivo il risparmio dati sul cellulare o tablet invece che dover ricaricare (gratuitamente ma manualmente) il timer di risparmio ogni 12 ore.

Per godere di questa caratteristica (che come le altre si attiva dal Menu) si dovrà accettare un piccolo compromesso, ovvero quando lo smartphone o il tablet è in carica, sullo schermo Opera Max visualizzerà di tanto in tanto un banner pubblicitario; piccolezza che si può decisamente sopportare visto l'ottimo servizio svolto dall'app la quale fra l'altro è offerta gratuitamente.

Compatibile con Android: 4.0 o versioni successive | Download Opera Max

LEGGI ANCHE: Consigli per evitare di superare la soglia traffico dati su cellulare e tablet Android

Commenti

  1. Quanto consuma Opera max di batteria?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pochissimo, praticamente niente sul mio cellulare (Huawei P9 Lite).

      Elimina
  2. Ottima, grazie Vinnie, e buone feste.
    Per ora ho dovuto disattivare Opera max solo per l'app del gestore (ovvio, deve sapere il mio numero di tel per darmi il credito residuo). A volte sembra disattivarsi, un tap sull'icona fa riapparire la notifica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova a metterla nelle "App protette". Grazie e buone feste anche a te ;)

      Elimina
  3. Come facciamo a essere sicuri dei server di Opera? Tutto il nostro traffico passa di lì! Se anche fossero onesti loro, non è sempre possibile che siano stati presi di mira da qualche spione/agenzia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si può essere sicuri di nessun software e servizio che accede a internet a iniziare dai sistemi operativi per PC e cellulari a tutti i programmi che si installano sopra e si utilizzano, caselle email e via dicendo.

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…