Passa ai contenuti principali

Come aggiungere posizione geotag alle foto già scattate

Due modi per aggiungere la posizione geografica alle foto già scattate applicando manualmente i dati EXIF GPS di geotag
Le moderne macchine fotografiche e le fotocamere integrate su smartphone e tablet sono provviste della funzione EXIF GPS con la quale viene salvata la posizione geografica dello scatto nel file della foto.

Informazione che può tornare utile per ricordarsi con precisione del luogo dove ci si trovava quando è stata fatta quella fotografia.

Ma nel caso in cui si sta utilizzando una fotocamera sprovvista della funzione di geolocalizzazione, oppure si è scattata la foto con tale funzione disattivata per impostazione predefinita del dispositivo oppure volontariamente per questione di privacy, come si fa ad aggiungere in un secondo momento la posizione geografica dello scatto della foto in questione? Vediamo come.

LEGGI ANCHE: Come sapere dove è stata scattata una foto e vedere su mappa il luogo

Exif Pilot
Il programma gratis Exif Pilot è stato sviluppato appositamente per gestire e aggiungere i metadati EXIF alle fotografie, compresi anche quelli che riguardano la geolocalizzazione. Sono supportati i seguenti formati immagine: JPEG, TIFF, PNG, DNG, NEF, PEF, CR2, CRW, JP2, ORF, SRW, ARW, SR2 e PSD.

Per prima cosa però è necessario procurarsi le coordinate geografiche (latitudine e longitudine) del luogo dello scatto. Per fare ciò si presta bene e facilmente Google Maps sul quale agendo sulla mappa ci si deve portare orientativamente nella posizione in cui ci si trovava quando è stata fatta la foto, dunque come nell'esempio sotto in figura:
Vedere coordinate luogo in Google Maps
fare un clic destro di mouse su quel punto e nel menu contestuale che comparirà cliccare l'opzione "Che cosa c'è qui?" per visualizzare subito dopo in un riquadro dedicato l'esatta longitudine e latitudine corrispondente; infine non resta che fare un clic sul link del valore latitudine e longitudine per visualizzarli nel campo di ricerca del menu che comparirà sulla destra dello schermo dal quale sarà ora possibile selezionarli e copiarli con il mouse.

Adesso avviare il programma gratis Exif Pilot e agendo dal menu a colonna a sinistra dell'interfaccia grafica individuare e selezionare la foto che si desidera geolocalizzare. Una volta visualizzata nel pannello centrale di Exif Pilot fare un doppio clic di mouse sul nome della fotografia e come nell'esempio sotto in figura:
Exif Pilot aggiungere geotag alle foto
nella finestra "Edit Properties" che comparirà spostarsi nella scheda "EXIF GPS" e qui, procedendo uno per volta, cliccare il pulsante che come icona ha la Terra relativo a "Latitude" e "Longitude, dunque nella finestra "Edit Coordinates" che verrà visualizzata abilitare l'opzione "Decimal Degrees" e nel rispettivo campo di inserimento incollare il valore della latitudine e della longitudine precedentemente copiato da Google Maps e confermare cliccando il pulsante OK.

Una volta inseriti i due valori, tornati alla finestra "Edit Properties" applicare i metadati GPS cliccando il pulsante OK. Subito dopo la finestra "Pocessing" nella quale è riportata la dicitura "EXIF/IPTC dat has been written successfully" notificherà che i metadati di geolocalizzazione sono stati correttamente aggiunti alla foto. Cosa fra l'altro che come nell'esempio sotto in figura:
Dati GPS foto nei Dettagli del file immagine
si potrà subito verificare facendo un clic destro di mouse sull'immagine, nel menu contestuale cliccando la voce "Proprietà"e nell'omonima finestra che comparirà portandosi sulla scheda "Dettagli" ecco che scorrendo la lista dei dati del file ci saranno adesso anche quelli relativi alla posizione GPS.

Compatibile con Windows: XP, Vista, 7, 8, 8.1, 10 | Dimensione: 2.5 MB | Download Exif Pilot (EXIF Editor)

Geoimgr.com
In alternativa senza usare programmi e se la foto da geotaggare è in formato JPG o JPEG si può usare il comodo sito internet Geoimgr.com nel quale come nell'esempio sotto in figura:
Sito web Geoimgr per mettere dati GPS alle foto
dopo aver caricato la foto desiderata cliccando il pulsante "Upload a photo", servendosi della mappa Google Maps a destra della schermata ci si deve portare approssimativamente sul punto in cui ci si ricorda di aver scattato la foto e farci sopra un clic sinistro di mouse per apporre il segna posto e in automatico compilare i corrispondenti dati di longitudine e latitudine.

Non resta che cliccare il pulsante "Tag photo" per applicare i dati EXIF di geolocalizzazione al file della fotografia per poi scaricarla nel PC cliccando il pulsante "Download photo".

LEGGI ANCHE: Programma gratis per mettere la data su le foto, Photo Date Stamper

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Scaricare video da ogni sito internet – Migliori programmi gratis per farlo

Scaricare video da internet è un’operazione ormai comune a tutti. La maggior parte degli utenti ha imparato bene come fare il download dei filmatidalla rete.

Ma la tendenza per la stragrande maggioranza degli utenti è quella di scaricare video sempre dagli stessi siti, tendenza in parte dovuta alla loro popolarità, al tanto materiale disponibile e alle varie risorse gratis sviluppate appositamente per fare il download da quei siti.

Però bisogna ricordare che oltre ai soliti noti, internet brulica di tanti altri portali video ricchi di contenuti di vario tipo e genere. L’unico problema potrebbe essere quello di non sapere come fare a scaricare i video nel PC anche da questi siti, magari perché non esistono estensioni dedicate o software appositi.

A tale proposito sotto a seguire andiamo dunque a vedere una lista dei migliori programmi gratis per scaricare video praticamente da ogni sito internet, anche da quelli dove normalmente è impossibile farlo.

1. aTube Catcher
Ne avevamo parlato de…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…

3 modi per aumentare il volume dei file video se l'audio è troppo basso

Alcune volte può capitare che riproducendo un file video al computer, un film scaricato da internet ad esempio, l'audio sia troppo basso e di conseguenza si faccia fatica a sentire i dialoghi anche aumentando al massimo il volume del player multimediale e/o del computer stesso.

Se si sta usando un computer fisso si può rimediare facilmente alzando il volume delle casse collegate al case, mentre invece il discorso cambia se si sta usando un computer portatile per il quale per ovvie ragioni di comodità, specialmente se si è fuori casa, non si avranno sicuramente con se le casse esterne da collegare al PC, di conseguenza aumentare il volume del lettore e del computer stesso potrebbe rivelarsi essere non sufficiente per ottenere un livello audio accettabile.

In tali circostanze si può comunque risolvere abbastanza rapidamente riproducendo il video su alcuni player multimediali provvisti di apposita opzione che permette di aumentare ulteriormente il volume anche se lo si è già portato …