Passa ai contenuti principali

Windows 7 e 8.1 niente più aggiornamenti singoli ma tutti in un pacchetto unico cumulativo

I Windows Update per Windows 7 e 8.1 si scaricano in un unico pacchetto cumulativo. Non è più possibile installare gli aggiornamenti singolarmente uno per volta
Da oggi 11 Ottobre 2016 su Windows 7 e 8.1 cambia la modalità di installazione degli aggiornamenti Windows Update.

Come già accade in Windows 10 adesso anche su Windows 7 e 8.1 non sarà più possibile installare gli aggiornamenti Windows Update uno per volta (ovvero l'utente non ha più la possibilità di decidere quali installare e quali no) bensì quelli disponibili verranno recapitati in un unico pacchetto che provvederà a installarli tutti in un colpo solo.

Più nello specifico ogni mese verranno rilasciati da Microsoft due pacchetti cumulativi di aggiornamenti (aggiornamento cumulativo qualitativo mensile) per Windows 7 e Windows 8.1: il primo contenente tutti gli aggiornamenti e patch di sicurezza; il secondo invece conterrà sia le patch di sicurezza che gli aggiornamenti riferiti alle funzionalità del sistema operativo. Entrambi i pacchetti si potranno scaricare attraverso il Windows Update, dal Microsoft Update Catalog e dal WSUS (Windows Server Update Services).

LEGGI ANCHE: Scaricare aggiornamenti Windows da Microsoft Update Catalog con tutti i browser

NOTA: Si ricorda che qualora si opti per il download attraverso il Microsoft Update Catalog è necessario utilizzare obbligatoriamente come browser web Internet Explorer in quanto richiede l'attivazione del controllo ActiveX non previsto dagli altri browser internet. Ad ogni modo Microsoft pare intenzionata a rimediare a questa limitazione estendendo l'accesso al Microsoft Update Catalog anche ai browser diversi da Internet Explorer.
Windows Update aggiornamento cumulativo Windows 7
Gli unici aggiornamenti che si potranno scaricare alla vecchia maniera da Windows Update sono quelli riguardanti .NET Framework, Internet Explorer e i driver delle periferiche hardware del computer. 

Quali i vantaggi del nuovo sistema di aggiornamento?
Il vantaggio principale di questa nuova strategia di aggiornamento di Microsoft è che in caso di installazione da zero di Windows 7 o 8.1 in un colpo solo sarà possibile installare tutti gli aggiornamenti e patch di sicurezza invece che doverli scaricare uno per uno o gruppo per gruppo dovendo poi riavviare il PC dopo ogni installazione spendendo così diverso tempo.

LEGGI ANCHE: Scaricare tutti gli aggiornamenti di Windows 7 in un unico pacchetto (dal 2011 al 2016)

Quali gli svantaggi del nuovo sistema di aggiornamento?
Lo svantaggio principale sta nell'impossibilità di escludere l'installazione di specifici aggiornamenti in quanto adesso verranno recapitati tutti in un unico pacchetto dunque le possibilità sono due: prendere o lasciare.

Se si decide di prendere, sul computer verranno installati anche gli aggiornamenti indesiderati i quali non potranno essere disinstallati in un secondo momento in quanto inclusi in quell'unico grande aggiornamento-pacchetto cumulativo (per sbarazzarsi degli update indesiderati infatti si dovrebbe disinstallare l'intero pacchetto).

Se si decide di lasciare, ovvero di non installare i pacchetti cumulativi, il computer resterà inevitabilmente scoperto dal punto di vista della sicurezza con ovvi rischi in tal senso.

Dunque, cosa fare?
Il consiglio è quello di non impostare Windows Update in maniera che scarichi e installi automaticamente gli aggiornamenti, piuttosto attivare l'opzione "Verifica la disponibilità di aggiornamenti ma consenti all'utente di scegliere se scaricarli e installarli" (agendo da Start > Pannello di controllo > Sistema e sicurezza > Windows Update > Cambia impostazioni).

Fatto ciò adesso si può decidere quale pacchetto cumulativo installare, ovvero: da Windows Update quello che contiene sia le patch di sicurezza che gli aggiornamenti riferiti alle funzionalità del sistema operativo; oppure scaricando manualmente dal Microsoft Update Catalog il pacchetto contenente soltanto tutti gli aggiornamenti e patch di sicurezza ma non quelli relativi alle funzionalità del sistema operativo.

E piaccia o non piaccia questo è il nuovo sistema di aggiornamento dei sistemi operativi Windows 7 e 8.1; sistema di aggiornamento che ripeto è così anche in Windows 10 sin dal principio.

Commenti

  1. Fino ad un anno fa verificavo gli aggiornamenti e sceglievo quali installare.
    Ora ho disabilitato Windows Update e tengo aggiornati solo i browser e l'antivirus.
    Mai nessun problema, a parte un "redirect" della pagina iniziale di Chrome, risolto con AdwCleaner.
    Però va detto che tengo Linux sia in chiavetta che in partizione separata, all' occorrenza potrei ripristinare o riparare Windows.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari di tanto in tanto installa i pacchetti per la sicurezza del sistema operativo. Lasciare Windows scoperto per lunghi periodi non è consigliabile visti bug che non di rado vengono scoperti, soprattutto se Windows è il sistema operativo principale.

      Elimina
  2. Infatti il tuo post è stra-consigliato a chi ha solo Windows installato: Verificare tutti gli aggiornamenti e scegliere quali installare. Basta leggere per qualche secondo a cosa si riferisce un dato aggiornamento (sicurezza, funzioni extra, browser Edge o I.E.) per decidere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, leggere prima di cliccare, cosa che vale ovunque su PC e mobile. ;)

      Elimina
  3. ciao,per cortesia,con win update non riesco a scaricare nulla dell'ultimo aggiornamento 64 bit...come fare ?? sono un neofita........come diceva Denzel nel film Philadelfia,spiegami, come ad un bimbo di 6 anni !!!grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai in Windows Update e avvia la ricerca degli aggiornamenti. Non ho capito qual'è il problema, spiegamelo come se avessi 6 anni ;)

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Scaricare video da ogni sito internet – Migliori programmi gratis per farlo

Scaricare video da internet è un’operazione ormai comune a tutti. La maggior parte degli utenti ha imparato bene come fare il download dei filmatidalla rete.

Ma la tendenza per la stragrande maggioranza degli utenti è quella di scaricare video sempre dagli stessi siti, tendenza in parte dovuta alla loro popolarità, al tanto materiale disponibile e alle varie risorse gratis sviluppate appositamente per fare il download da quei siti.

Però bisogna ricordare che oltre ai soliti noti, internet brulica di tanti altri portali video ricchi di contenuti di vario tipo e genere. L’unico problema potrebbe essere quello di non sapere come fare a scaricare i video nel PC anche da questi siti, magari perché non esistono estensioni dedicate o software appositi.

A tale proposito sotto a seguire andiamo dunque a vedere una lista dei migliori programmi gratis per scaricare video praticamente da ogni sito internet, anche da quelli dove normalmente è impossibile farlo.

1. aTube Catcher
Ne avevamo parlato de…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…

3 modi per aumentare il volume dei file video se l'audio è troppo basso

Alcune volte può capitare che riproducendo un file video al computer, un film scaricato da internet ad esempio, l'audio sia troppo basso e di conseguenza si faccia fatica a sentire i dialoghi anche aumentando al massimo il volume del player multimediale e/o del computer stesso.

Se si sta usando un computer fisso si può rimediare facilmente alzando il volume delle casse collegate al case, mentre invece il discorso cambia se si sta usando un computer portatile per il quale per ovvie ragioni di comodità, specialmente se si è fuori casa, non si avranno sicuramente con se le casse esterne da collegare al PC, di conseguenza aumentare il volume del lettore e del computer stesso potrebbe rivelarsi essere non sufficiente per ottenere un livello audio accettabile.

In tali circostanze si può comunque risolvere abbastanza rapidamente riproducendo il video su alcuni player multimediali provvisti di apposita opzione che permette di aumentare ulteriormente il volume anche se lo si è già portato …