Passa ai contenuti principali

App Android per sapere se chi ci sta chiamando è pubblicità, truffa o altro numero indesiderato

Dovrei rispondere app Android per sapere se le chiamate sono da call center, truffe o altro di indesiderato
Oggi più che mai è facile essere importunati al cellulare da chiamate pubblicitarie di telemarketing a opera dei più disparati call center che telefonano anche più volte al giorno in orari e momenti indiscreti.

Senza poi contare che rispondendo a certi numeri si rischia anche di incappare nella truffa di vedersi scalare il credito soltanto per aver preso la chiamata (non rispondere mai a questi numeri 02692927527, 0222198700, 0280887028 e 028088758).

Altre chiamate indesiderate poi possono arrivare da ulteriori fonti come ad esempio da una delle tante applicazioni per fare scherzi telefonici, le telefonate a fini statistici e via dicendo.

Se ci si riconosce in questa situazione e ci si è stancati di avere a che fare con questa gente e magari si è arrivati anche al punto di avere paura di rispondere ai numeri non in rubrica, per gli utenti con smartphone Android potrebbe allora tornare davvero utile l'applicazione gratis Dovrei rispondere?.

Dovrei rispondere è sviluppata dal team del noto sito internet www.chistachiamando.it sul quale è possibile digitare il numero di telefono di proprio interesse per sapere se si tratta di pubblicità, truffa o altro di indesiderato.

L'applicazione Dovrei rispondere è basata sull'immenso database del sito web www.chistachiamando.it e in questo modo quando sul cellulare Android si riceverà una telefonata verrà mostrata una notifica su schermo che subito informa l'utente se quel numero di telefono è sicuro oppure se si tratta di pubblicità, truffa o quant'altro di negativo, e in base a queste informazioni si avrà modo di decidere nell'immediato se riagganciare oppure rispondere.
App Android Dovrei rispondere notifica valutazione numero telefono
Aprendo l'applicazione (oppure toccando il pulsante "Ulteriori informazioni" della notifica) sarà poi possibile approfondire meglio i dettagli circa la valutazione di quel numero di telefono vedendo le recensioni degli altri utenti che lo hanno segnalato e se si desidera è possibile lasciare anche la propria opinione e/o bloccare subito quel numero telefonico.

L'app è completamente personalizzabile dal punto di vista funzionale. Nella sezione "Avvisi" si può decidere di mostrare le notifiche su schermo per le chiamate in arrivo e in uscita se sono classificate come negative, neutrale, positive o sconosciute.
App Android Dovrei rispondere avvisi e blocco chiamate
Nella sezione "Bloccando" si ha invece l'opportunità, all'occorrenza, di bloccare le chiamate in arrivo, in uscita, SMS e MMS da parte di numeri locali valutati negativamente, non memorizzati nella propria lista contatti, numeri nascosti e stranieri di un'altra nazione.

LEGGI ANCHE: Come scoprire il numero di chi chiama in privato con Whooming

Altra caratteristica interessante dell'app Dovrei rispondere è che non richiede obbligatoriamente che la connessione internet sia attiva in quanto il suo database lavora anche offline. Infine, dato che l'app per funzionare deve avere accesso alla propria lista contatti, se si è preoccupati per la privacy è bene sapere che nessuno di questi numeri verrà inviato ai server dell'app.

Stando alle valutazioni ricevute su Google Play, l'app Dovrei rispondere? gode di ottima reputazione con un voto di 4,8  stelle su 5 e oltre 5 milioni di download. A questo indirizzo è disponibile il manuale utente dell'app per chi avesse necessità.

Compatibile con Android: 2.3 o versioni successive | Dimensione: 6.1 MB | Download Dovrei rispondere?

LEGGI ANCHE: Come bloccare un numero di telefono su Android per impedirgli di chiamare e inviare SMS

Commenti

  1. Articolo utile e interessante,buona giornata.

    RispondiElimina
  2. Meglio o peggio di Truecaller? Il vecchio telefono è atterrato male sull'asfalto, ho appena messo la sim sul nuovo P8 Lite, e il filtro chiamate è una buona idea.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte il fatto che Trucaller richiede la connessione internet per l'identificativo le app sono abbastanza simili. Occhio che su Huawei Devo rispondere? non lavora bene per via dello strumento integrato. Fai una prova e male che vada torna a Truecaller.

      Elimina
    2. Ok l'eventuale malfunzionamento dell'applicazione su smartphone Huawei (la mancata visaualizzazione della notifica durante la chiamata in arrivo o in uscita) si risolve aggiungendo l'app alle applicazioni protette andando in Impostazioni > App protette. ;)

      Elimina
  3. Ho dato un'occhiata a www.chistachiamando.it e mi domando se sia un sito affidabile oppure no... il linguaggio ita(g)liano che utilizzano non è certo dei migliori. Pare sia stato scritto da stranieri oppure affidato ad un traduttore automatico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si che è affidabile. È un sito web internazionale molto noto. Certe parole è vero non sono tradotte correttamente e ciò potrebbe essere attribuito a traduzione da parte di qualche addetto che non conosce bene la lingua italiana e/o all'utilizzo di traduttore automatico.

      Elimina
  4. P.S. ultime della notte, P8 Lite ha disponibile l'aggiornamento ad Android 6 e EMUI 4, on the air, cioè col WiFi. Sono 1.12 GB, ci vuole un ora circa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provo a vedere se riesco a piazzarlo al G Play Mini in qualche modo..ho forti dubbi però.

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…