Passa ai contenuti principali

Microsoft Edge come scegliere dove salvare un file prima di scaricarlo sul PC Windows 10

Attivare le opzioni di salvataggio in Microsoft Edge per decidere in quale cartella scaricare un file prima di avviare il download
Se si sta utilizzando il nuovo browser internet Microsoft Edge di Windows 10 probabilmente ci si è resi conto che quando si avvia il download di un file dal web sul PC non viene data la possibilità di scegliere una cartella di salvataggio diversa da quella predefinita; di default infatti tutti i file vengono automaticamente scaricati e salvati nella cartella Download.

Caratteristica che obbliga l'utente a dover spostare continuamente i file scaricati dalla cartella Download alla directory di proprio interesse dato che nelle opzioni di Edge non è possibile cambiare la cartella di destinazione dei download.

Ad ogni modo con una piccola modifica al registro di sistema è possibile attivare su Edge la richiesta di salvataggio dei file in una cartella differente da quella predefinita prima di avviarne il download. Vediamo come procedere.

AGGIORNAMENTO: In Windows 10 Anniversary Update la Microsoft ha integrato l'opzione nativa per cambiare la cartella di download dei file scaricati agendo direttamente dalle impostazioni del browser. In questa guida abbiamo visto come fare.

1. Fare un clic destro di mouse sul pulsante Start e nel menu contestuale cliccare la voce "Esegui" per aprire l'omonima finestra di dialogo (in alternativa premere la combinazione dei due tasti Windows+R) nella quale digitare e inviare il comando regedit per aprire l'Editor del Registro di sistema.

2. Nell'Editor del Registro di sistema adesso portarsi sulla seguente chiave HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\Classes\Local Settings\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\AppContainer\Storage\microsoft.microsoftedge_8wekyb3d8bbwe\MicrosoftEdge dunque fare un clic destro di mouse sulla chiave Microsoft Edge e nel menu contestuale cliccare Nuovo > Chiave (come nell'esempio sotto in figura):
Creare Nuova Chiave nel regsitro di sistema Windows
per creare una sottochiave e a seguire rinominarla Download.

3. Con un clic di mouse selezionare la sottochiave Download e portarsi nel pannello a destra delle finestra dell'Editor del Registro di sistema; qui fare un clic destro di mouse su un'area vuota e nel menu contestuale cliccare Nuovo > Valore DWORD (32 bit) e rinominare tale valore in EnableSavePrompt. Adesso come nell'esempio sotto in figura:
Modificare Valore DWORD Registro sistema Windows
fare un doppio clic di mouse sul valore EnableSavePrompt per aprire la rispettiva finestra di modifica e infine qui nel campo "Dati valore" digitare 1. Confermare cliccando il pulsante OK e chiudere il registro di sistema.

Ed ecco che come riportato nell'esempio sotto in figura (prima e dopo la modifica al registro di sistema):
Microsoft Edge con e senza opzione Salva con nome
da ora in avanti quando su Microsoft Edge si avvierà i download di un file comparirà la notifica delle opzioni di salvataggio nella quale cliccando l'opzione "Salva con nome" sarà adesso possibile scegliere la cartella desiderata nella quale scaricare e salvare il file.

LEGGI ANCHE: Funzioni Microsoft Edge da conoscere in Windows 10

Commenti

  1. perfetto!
    funziona
    Grazie

    RispondiElimina
  2. Grazie mille, preziosissimo aiuto !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, ti ricordo che se hai aggiornato a Windows 10 Anniversary Update, come riportato nel post la funzione per cambiare cartella di download è già integrata nel browser:

      http://www.guidami.info/2016/08/microsoft-edge-cambiare-cartella-download.html

      ;)

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…