Passa ai contenuti principali

Google Chrome è il browser più usato al mondo, Internet Explorer scende al secondo posto (Aprile 2016)

Ad Aprile 2016 Google Chrome è diventato il browser internet più diffuso al mondo, ma la partita ancora non è chiusa
Nel market share dei browser internet desktop ad Aprile 2016 si registra un dato importante ovvero che Google Chrome è diventato il più diffuso al mondo scalzando dal primo posto l'ultra decennale Internet Explorer di Microsoft.

È quello che emerge dai dati statistici raccolti dalla società di web analytics NetMarketShare dove più nel dettaglio ad Aprile 2016 Google Chrome guadagna il primo posto con 41,71% di diffusione contro il 41.33% del browser di Microsoft.
Grafico diffusione browser internet globale aprile 2016
NOTA: Altre società di web analytics come ad esempio w3counter.com, w3schools.com e statcounter.com già dalla seconda metà del 2012 segnalano Google Chrome come il primo browser internet a livello globale e con percentuali di diffusione decisamente superiori rispetto a quelle fornite da NetShareMarket.

Una sottile differenza che non basta assolutamente a chiudere la partita del browser internet più usato al mondo in quanto ancora ci sono da considerare alcuni fattori che nei mesi a seguire andranno sicuramente a influire la diffusione di questi software.

Ad esempio prossimamente ci sarà da tenere in considerazione la reazione degli utenti Windows XP e Windows Vista che dal mese di Aprile 2016 non ricevono più aggiornamenti Chrome in quanto Google ha terminato il supporto del suo browser per tali sistemi operativi e di conseguenza tutti questi utenti devono ripiegare a un altro browser internet supportato in grado di ricevere aggiornamenti e fix di sicurezza, ovvero Firefox di Mozilla.

C'è poi da tenere in considerazione anche Microsoft Edge il nuovo browser internet disponibile su Windows 10 che con il secondo grande aggiornamento di questo sistema operativo (il cui rilascio avverrà il prossimo Luglio) guadagnerà il tanto atteso supporto delle estensioni, caratteristica che lo renderà decisamente più appetibile agli utenti che necessitano dei componenti aggiuntivi per la navigazione sul web.

Al terzo posto si classifica poi Firefox con il 10,06% di diffusione ancora lontanissimo dai due giganti di Google e Microsoft, seguito da Safari con il 4,47% e Opera con il 2,01% del mercato globale.

Cosa se vogliamo anche piuttosto scontata visto che Google ha la possibilità di pubblicizzare facilmente Chrome attraverso il suo motore di ricerca che è a sua volta in assoluto il più utilizzato; d'altra parte Microsoft su Windows, che il sistema operativo più diffuso al mondo, preinstalla Internet Explorer su ogni versione del suo SO dunque può contare sin da subito su una vasta fetta di utenti ai quali va bene quel browser web predefinito a prescindere dall'assenza dei componenti aggiuntivi.

Tirando le somme come detto prima la partita è tutt'altro che chiusa (stando ai dati statistici di NetMarketShare), vedremo dunque si evolverà la situazione nei prossimi mesi.

LEGGI ANCHE: Sistemi operativi: cresce solo Windows 10, Windows 7 è sotto il 50% (Aprile 2016)

Commenti

  1. Mi fa piacere. Firefox è il massimo della personalizzazione, ma un pò da smanettoni.
    Il nuovo Opera è facile ed elegante, ma poco pubblicizzato.
    Chrome è, volendo, un mini-sistema operativo, potendo contare sia sulle estensioni che sulle applicazioni, anche offline.
    Internet Explorer ed Edge sono... predefiniti, ma non molto di più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il miglior browser per navigare in internet è Opera,provare per credere!

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…