Passa ai contenuti principali

Più privacy in Microsoft Edge, cosa disattivare

Impostazioni Microsoft Edge da disattivare per avere più privacy dei propri dati e informazioni
Che Windows 10 sia più ficcanaso rispetto alla precedenti edizioni è vero ed è documentato ufficialmente nell'informativa sulla privacy pubblicata da Microsoft, ma ad ogni modo come già visto nella guida Windows 10 ti spia? Ecco cosa disattivare tali impostazioni "spione" in un modo o nell'altro possono essere disabilitate.

Restando sempre in tema di privacy, per chi è interessato alla questione deve allora sapere che anche Microsoft Edge, il nuovo browser internet che ha fatto il suo debutto proprio in Windows 10, è equipaggiato di alcune impostazioni che hanno a che fare con dati e informazioni dell'attività internet dell'utente, attivate di default, che sarebbe bene conoscere per comportarsi di conseguenza.

Dunque a seguire andiamo a vedere le impostazioni di Microsoft Edge (descritte nel dettaglio in queste FAQ) che hanno a che fare con la privacy così da sapere a cosa servono per poi decidere eventualmente di disattivarle o meno.

1. Consenti a Cortana di offrire assistenza in Microsoft Edge
Consenti a Cortana di offrire assistenza in Microsoft Edge
Se su Microsoft Edge si è attivato l'assistente vocale Cortana, quest'ultimo per interagire al meglio con le richieste dell'utente effettuate nel browser andrà a raccogliere dati (eccetto quelli delle schede in modalità anonima "InPrivate") fra i quali i dati di navigazione e la cronologia di ricerca Bing (o altro motore di ricerca settato come predefinito); dati che a loro volta verranno inviati a Microsoft affinché Cortana possa fornire risposte e suggerimenti più mirati e precisi.

Se non si è d'accordo con tutto ciò, è possibile disattivare Cortana su Microsoft Edge andando in Menu (che è il pulsante dei tre pallini in alto a destra della finestra) > Impostazioni > Visualizza impostazioni avanzate e qui settando su "Disattivato" l'opzione "Consenti a Cortana di offrire assistenza in Microsoft Edge" (come nell'esempio sopra in figura).

Nota - Se si disattiva Cortana come funzionalità di Windows, in automatico anche su Microsoft Edge verrà disattivata l'impostazione "Consenti a Cortana di offrire assistenza in Microsoft Edge".

2. Usa la previsione della pagina
Usa le previsioni della pagina Microsoft Edge
In modo analogo anche l'impostazione "Usa la previsione della pagina" di Microsoft Edge (attiva di default) invia a Microsoft la cronologia delle esplorazioni per prevedere quali pagine l'utente visualizzerà con maggiore probabilità caricandole quindi in background per velocizzare l'esperienza di esplorazione.

Se non si è d'accordo con ciò è possibile spegnere questa impostazione andando in Menu > Impostazioni > Visualizza impostazioni avanzate e qui settando su "Disattivato" l'opzione "Usa la previsione della pagina per velocizzare l'esplorazione, migliorare la lettura e migliorare l'esperienza nel complesso" (come nell'esempio sopra in figura).

3. Filtro SmartScreen
Proteggi il PC da siti e download dannosi con il filtro SmartScreen
Il filtro SmartScreen, quando è attivato (lo è di default), invia a Microsoft i siti internet visitati e i file scaricati con Microsoft Edge per sottoporli a un'apposita blocklist (costantemente aggiornata) con lo scopo finale di verificare se questi contenuti sono dannosi o meno (ovvero se contengono virus, malware, phishing e via dicendo) e in caso affermativo tali siti e file verranno bloccati in automatico per la sicurezza del computer e/o dei dati sensibili dell'utente.

Nel caso in cui un URL visitato è ritenuto dannoso esso verrà dunque bloccato dal filtro SmartScreen e su Microsoft Edge l'utente verrà reindirizzato a una pagina web di Microsoft alla quale in automatico saranno inviate informazioni standard del PC e l'URL della pagina che ospita il contenuto dannoso.

Anche in questo caso se non si è d'accordo con tale politica (e/o il computer è già provvisto di un programma antivirus che svolge lo stesso compito di controllo e protezione del filtro SmartScreen) è possibile disabilitare il filtro SmartScreen andando in Menu > Impostazioni > Visualizza impostazioni avanzate e qui settando su "Disattivato" l'opzione "Proteggi il PC da siti e download dannosi con il filtro SmartScreen" (come nell'esempio sopra in figura).

4. Mostra suggerimenti per la ricerca durante la digitazione
Mostra suggerimenti per la ricerca durante la digitazione Microsoft Edge
Quando su Microsoft Edge si sta digitando qualcosa nella barra di ricerca e/o nella barra degli indirizzi e l'opzione "Mostra suggerimenti per la ricerca durante la digitazione" è attivata (lo è di default), le informazioni immesse vengono inviate a Bing (o altro motore di ricerca se lo si è cambiato, qua è spiegato come fare) per fornire all'utente nell'immediato suggerimenti per la ricerca o siti, anche se non si è premuto il tasto Invio.

Anche in questo caso se non si è d'accordo con tale funzionalità è possibile disattivarla andando in Menu > Impostazioni > Visualizza impostazioni avanzate e qui settando su "Disattivato" l'opzione "Mostra suggerimenti per la ricerca durante la digitazione".

LEGGI ANCHE: Impostazioni Windows 10 da cambiare e/o controllare

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…