Passa ai contenuti principali

ZenMate addon per Firefox per navigare internet anonimo e sicuri (anche su Chrome, Android, iOS)

ZenMate è ora disponibile anche come addon Firefox per navigare anonimi su internet e in sicurezza con traffico criptato
ZenMate è una nota applicazione per Android, Apple iOS e un'estensione per Google Chrome e Opera di tipo VPN (Virtual Private Network) con la quale è possibile navigare su internet protetti e in anonimato.

Ma da poche ore ZenMate è stato finalmente rilasciato anche come addon per Firefox, dunque gli utenti del browser di casa Mozilla possono ora godere di questo componente aggiuntivo destinato al successo viste le sue ottime funzionalità e caratteristiche.

Infatti con ZenMate installato sul proprio browser web (o dispositivo mobile) si può navigare in rete in sicurezza a prescindere se si è connessi da casa o a un hotspot WiFi in quanto esso per impostazione predefinita va comunque a criptare tutto il traffico internet in maniera tale che non possa essere tracciato, intercettato e/o in qualche modo violato da terzi.

Allo stesso tempo ZenMate protegge anche la privacy in quanto filtrando il traffico internet nella sua rete di server VPN va automaticamente a camuffare il reale indirizzo IP dell'utente con uno generico, utente che di fatto risulterà essere connesso da una nazione diversa dalla propria rendendolo di conseguenza non identificabile.
A sua volta il cambio dell'indirizzo IP significa inoltre poter accedere a tutti quei siti web per i quali sono applicate georestrizioni (due esempi su tutti Pandora e Hulu), ovvero ai quali si può accedere solo se si proviene (se si risulta essere connessi) da una specifica nazione.

Per installare ZenMate su Firefox, dato che al momento l'addon ancora non si trova sullo Mozilla Add-ons, si deve procedere dal sito ufficiale del componente aggiuntivo (link i download a fine articolo). Una volta installato ZenMate, in una nuova scheda del browser verrà chiesto di inserire un indirizzo email (passaggio obbligatorio da fare per attivare l'addon) e dopo aver confermato si riceverà una password (modificabile all'occorrenza); tali email e password sono da conservare in quanto fungono da credenziali come proprio account ZenMate.

L'icona del componente aggiuntivo (uno scudo di colore verde quando è attivo) verrà visualizzata in alto a destra dell'interfaccia di Firefox. Facendoci sopra un clic di mouse sarà possibile vedere da quale nazione si risulta essere attualmente connessi, che non è la propria bensì una dei server VPN di ZenMate (come nell'esempio sotto in figura):
Se si desidera cambiare l'attuale nazione di provenienza è possibile farlo cliccando l'opzione "Change location" e a seguire facendo clic sul pulsante "CHOOSE" corrispondente a quella di proprio interesse per impiegarla. Al momento è possibile scegliere fra cinque differenti Paesi: Svizzera (Zurigo), Germania (Francoforte sul Meno), Inghilterra (Londra), USA (New York) e Cina - Caolun (Hong Kong).

Il bello di ZenMate è che nonostante il traffico internet passi sotto una VPN, a differenza di altri servizi simili viene comunque offerta una più che buona velocità di navigazione (a parte qualche raro caso che comunque si risolve facilmente ricaricando la pagina web problematica o cambiando nazione).

Al momento la larghezza di banda di ZenMate viene offerta illimitatamente per tutta la durata della promozione del componente aggiuntivo; al termine della promozione (non si sa quando scade) i limiti di banda verranno applicati agli utenti Free, ma all'occorrenza se si è soddisfatti del servizio si potrà sottoscrivere un piano di abbonamento Pro. In ogni caso adesso ZenMate è senza limiti per tutti dunque lo si può utilizzare al massimo delle sue prestazioni liberamente; perché non approfittarne!

Download ZenMateper Firefox, Chrome, Opera, Android, Apple iOS

LEGGI ANCHE: SafeIP nasconde l’IP reale per navigare anonimo su internet da altre nazioni

Commenti

  1. E' possibile che sia uguale o simile a Anonymox?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È simile ad anonymoX, ma ZenMate oltre che più semplice (lo è anche anonymoX) è decisamente molto più veloce in navigazione e più sicuro in quanto si tratta di una VPN che cripta tutto il traffico web. Io però terrei entrambi sul browser perché ZenMate presto o tardi trminato il periodo di lancio promozionale applicherà limiti di banda agli utenti Free; dunque quando in un mese si avrà terminato il traffico ZenMate si può ripiegare ad anonymoX, almeno per nascondere il reale indirizzo IP.

      Elimina
  2. Veloce e ottima rete virtuale, soprattutto perchè multipiattaforma: ho dovuto solo lasciare un indirizzo mail, una password qualsiasi, e un attimo dopo ero uno... svizzero ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, la semplicità e l'efficienza di ZenMate mi hanno colpito subito, per non parlare della velocità di navigazione che solitamente sotto proxy e VPN rallenta parecchio, ma non qui. Conservati email e password che potrebbero servirti in futuro quando finirà il periodo promozionale dell'addon, magari per attivare qualche nuova funzionalità o promozione in più. Se le hai dimenticate disinstalla e reinstalla ZenMate così ti ripropone la fase di registrazione.

      Elimina
  3. Molto utile e interessante,buon lavoro.

    RispondiElimina
  4. ps. per android è lo stesso procedimento? grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si uguale, ma invece che l'estensione dovrai avviare l'applicazione. Tutto molto semplice ;)

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…