Passa ai contenuti principali

Windows 10 non spia gli utenti, non senza il loro permesso (falso scoop)

Che Microsoft in Windows 10 Technical Preview ne monitora l'utilizzo non è uno scoop bensì è dichiarato e descritto apertamente
Da qualche giorno in rete su svariati siti web circolano notizie allarmanti riguardo Windows 10 Technical Preview accusato di spiare gli utenti al PC.

Le accuse sul mancato rispetto della privacy della versione di anteprima del nuovo sistema operativo di Microsoft principalmente sono: Windows 10 Technical Preview ha un keylogger incorporato che registra tutto quello che viene digitato alla tastiera; Windows 10 Technical Preview raccoglie dati riguardo il suo utilizzo, quello dei file e dei programmi che si andrà ad aprire al computer.

Ed è tutto vero. Peccato però che Microsoft già nella pagina di download dell'immagine ISO della Technical Preview di Windows 10 informa chiaramente l'utente di ciò avvisando "A proposito di privacy - Microsoft raccoglierà i dati sull'installazione e sull'utilizzo di Windows Technical Preview per migliorare i prodotti e i servizi offerti. Leggi l'informativa sulla privacy per saperne di più".


E se si va ad approfondire l'informativa sulla privacy cliccando l'omonimo link si potranno scoprire ancora più cose riguardo il monitoraggio da parte di Microsoft delle attività svolte sulla versione di anteprima di Windows 10; ad esempio quando l'utente:
  • installa il Programma, Microsoft può raccogliere informazioni sul dispositivo e le applicazioni e utilizzarle per scopi quali la determinazione o il miglioramento della compatibilità,
  • utilizza funzionalità di input vocale, ad esempio la sintesi vocale, Microsoft può raccogliere informazioni sulla voce e utilizzarle per scopi quali il miglioramento dell'elaborazione vocale,
  • apre un file, Microsoft può raccogliere informazioni sul file, sull'applicazione utilizzata per aprirlo, sul tempo richiesto per l'apertura e utilizzarle per scopi quali il miglioramento delle prestazioni,
  • immette testo, Microsoft può raccogliere i caratteri digitati e utilizzarli per scopi quali il miglioramento delle funzionalità di completamento automatico e correzione ortografica.
Dunque Microsoft è chiara sin da subito informando l'utente di ciò apertamente. Utente che non viene né ingannato né spiato, bensì consapevolmente monitorato dal momento che ha deciso di scaricare e installare Windows Technical Preview. Utente fra l'altro che iscrivendosi al programma Windows Insider ha anche la possibilità di partecipare allo sviluppo di Windows 10 inviando a Microsoft suggerimenti e commenti a proposito della sua esperienza con tale OS.


Ma perché in Windows 10 Microsoft raccoglie i dati?
Come dice la stessa azienda "Microsoft raccoglie diverse tipologie di informazioni in diversi modi, al fine di ottimizzare l'efficenza operativa e fornire al cliente i migliori prodotti e servizi e la migliore esperienza d'uso possibile". Ciò significa semplicemente che il monitoraggio del sistema operativo in versione Technical Preview (a prescindere dalla versione Windows, dunque non solo Windows 10) e delle attività svolte su di esso, essendo tale sistema operativo una versione di anteprima (ovvero ancora in fase di testing), ha il solo fondamentale scopo di raccogliere tutti questi dati per risolvere bug e problematiche varie al fine di migliorare il sistema operativo per il rilascio della sua versione finale, stabile (nella quale ovviamente non ci sarà alcun monitoraggio).

E in conclusione, dato che si sta utilizzando un sistema operativo in versione di anteprima (non stabile quindi potenzialmente insicuro), evitare di digitare o effettuare operazioni sensibili su una Technical Preview è palese; bensì la Technical Preview va adoperata giusto per dare una sbirciatina alle nuove caratteristiche del'OS inviando magari il proprio feedback a Microsoft, senza fare niente di più.

Se nonostante ciò si è ancora dubbiosi e/o preoccupati in tal senso allora leggere l'articolo: Windows 10 ti spia? Ecco cosa disattivare.

LEGGI ANCHE: Windows 10 le novità più importanti del nuovo sistema operativo di Microsoft

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…