Passa ai contenuti principali

Service Pack 4 non ufficiale per Windows XP è in arrivo

Windows XP, è in arrivo il Service Pack 4 non ufficiale per il vecchio sistema operativo della Microsoft
Nonostante Windows XP sia stato abbandonato dalla Microsoft da circa cinque mesi, questo sistema operativo continua a girare su quasi il 18% dei computer nel mondo (dati StatCounter) risultando, dopo Windows 7, l'OS più utilizzato a livello globale.

Milioni di utenti per un motivo o per un altro hanno dunque deciso di continuare ad adoperare il vecchio e tanto amato Windows XP nonostante la casa madre abbia dismesso il rilascio degli aggiornamenti per la sicurezza lasciandolo in balia dei suoi exploit.
Ma a tale proposito molto probabilmente si avrà già sentito parlare (e magari attuato) del trucco di qualche mese fa con il quale far credere alla Microsoft che il proprio Windows XP in uso è invece un Windows Embedded POSReady 2009 così da continuare a ricevere gli aggiornamenti per la sicurezza fino al 2019. Per rendere Windows XP più sicuro consiglio inoltre di adottare la funzionalità Security Reinforce di Advanced System Care e di leggere l'articolo Usare Windows XP in sicurezza dopo Aprile 2014 con la fine del supporto Microsoft per ulteriori suggerimenti.
Ma gli utenti di questo sistema operativo possono gioire ulteriormente in quanto è imminente il rilascio del Service Pack 4 per Windows XP.

AGGIORNAMENTO DEL 12/02/2016: Il Service Pack 4 non ufficiale per Windows XP è ora disponibile al download; per maggiori informazioni consultare questo articolo dedicato.

Tale Service Pack non è ufficiale ovvero non è sviluppato da Microsoft (che difatti sconsiglia di installarlo) bensì è opera di harkaz uno sviluppatore indipendente che ha raccolto tutti gli aggiornamenti per la sicurezza rilasciati da Microsoft in un unico pacchetto (una sorta di aggiornamento cumulativo) per Windows XP (x86).

Il Service Pack 4 potrà essere applicato a Windows XP a 32 bit con installato almeno l'originale Service Pack 1 o superiore. Esso è comprensivo degli aggiornamenti per la maggior parte dei componenti di Windows inclusi MCE, Tablet PC, così come gli aggiornamenti per Microsoft NET Framework 4.0, 3.5, 1.1 e 1.0 e altri ancora; su questa pagina è possibile vedere l'intera lista degli aggiornamenti inclusi finora. Sono previste anche modifiche del registro di sistema per aumentare ulteriormente la sicurezza di Windows XP sotto il SP4.
Fra l'altro installando il Service Pack 4 non ufficiale sarà ancora possibile cercare nuovi aggiornamenti Windows Update in quanto tale pacchetto viene già fornito con inclusa la modifica Windows Embedded POSReady 2009.

Il Service Pack 4 non ufficiale è già disponibile al download nella versione beta (quasi stabile) e se non si vuole attendere il rilascio della versione certificata come stabile, può essere scaricato (pesa ben 827 MB) da questa pagina o persino da Softpedia che lo ha già aggiunto ai propri server (e dal quale consiglio di scaricarlo in quanto la velocità di download è più elevata). Prima di procedere con l'installazione è altamente consigliabile fare un'immagine di sistema per poterlo ripristinare successivamente nel caso in cui qualcosa dovesse andare storto.

L'unico neo è che al momento il Service Pack 4 è disponibile solo per Windows XP in lingua inglese, ma pare che lo sviluppatore si stia interessando a predisporre i MUI Pack per la traduzione in altre lingue alle quali chiunque potrà contribuire. Dunque in caso di novità in tal senso vi terrò aggiornati.

Ad ogni modo per restare davvero sicuri e protetti vale sempre il consiglio della Microsoft, ovvero di fare il prima possibile l'upgrade di XP per passare a una versione Windows più recente e supportata come Windows 7, Windows 8 o Windows 8.1.

LEGGI ANCHE: PCmover Express per trasferire i dati da Windows XP a Windows 7, 8, 8.1

Commenti

  1. Da quando la mia azienda ha aggiornato XP al service pack 3, mai più vista una "schermata blu della morte", solido come una roccia. Sono centinaia di PC aziendali, quindi migliaia di euro in licenze Windows, chi glielo fa fare ad aggiornare? Suggerirò all' admin anche il service pack 4... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo con SP3 installato le schermate blu su Windows XP sono rarissime e magari dovute a problemi di driver piuttosto che del sistema operativo. Sto continuando ad utilizzare Windows XP (oltree che Windows 8.1 pro) con gli aggiornamenti POSReady 2009, Security Reinforce, firewall di terze parti, antivirus aggiornato e scansioni settimanali con altri anti-malware esterni. Al momento niente di cui lamentarmi.

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…