Passa ai contenuti principali

Niente più aggiornamenti Chrome per i computer con hardware vecchio

I computer vecchi con hardware poco potente non riceveranno più gli aggiornamenti Google Chrome
Se si sta utilizzando un computer vecchio di una decina d'anni o li vicino e/o se su quel computer è comunque montato un hardware poco potente, molto probabilmente quando si andrà ad aprire Google Chrome si vedrà comparire la notifica "A breve non sarà più possibile ricevere gli aggiornamenti di Google Chrome, perché l'hardware del computer in uso non è più supportato".

Infatti a prescindere dal sistema operativo in uso, ovvero sia esso un Windows, Mac o Linux, fra qualche tempo si potrebbe non essere più in grado di aggiornare Google Chrome alle future nuove versioni che verranno rilasciate se il computer in uso non soddisfa i minimi requisiti di sistema necessari al completo e corretto funzionamento di questo browser internet.
Dato che anche i computer più vecchi sono provvisti di almeno 512 MB di memoria RAM e di 350 MB di spazio libero sul disco, il problema maggiore pare essere la CPU. Infatti se nella scheda madre è montato un processore di potenza inferiore al Pentium 4 (cosa molto probabile su i computer datati), ciò implicherà l'impossibilità di aggiornare Google Chrome (sotto in figura la notifica Chrome riguardo la possibile mancata ricezione degli aggiornamenti futuri):
Questo perché i processori Pentium 4 e superiori, a differenza dei predecessori, supportano il set di istruzioni SSE2 (Streaming SIMD Extensions 2), requisito che a quanto pare sarà necessario soddisfare con l'immininte Chrome 35; requisito che fra l'altro Mozilla richiede già per l'attuale Firefox 31.

Cosa succede se non si fanno gli aggiornamenti di Google Chrome?
Non soddisfando i requisiti di sistema, dunque non potendo più aggiornare Chrome, non si potrà più godere delle nuove caratteristiche e funzionalità che verranno introdotte nelle nuove versioni del browser.
Ma ciò che potrebbe preoccupare maggiormente sono i rischi a livello di sicurezza che si potrebbero correre nell'utilizzare una vecchia versione di Chrome non aggiornata per la quale magari sono state scoperte falle e bug vari corrette invece nelle release aggiornate del browser che di conseguenza sarà sempre e progressivamente più sicuro nel corso del tempo.

Perciò presto sarà il caso di valutare circa l'acquisto di un nuovo computer con hardware più recente e più potente in grado di supportare non solo Google Chrome ma anche tutti gli altri eventuali programmi e software vari che sempre in maggior numero non si accontenteranno più dei requisiti di sistema del vecchio computer. In tal caso potrebbe tornare utile l'articolo: Caratteristiche che deve avere un computer buono da comprare nuovo.

Commenti

  1. da ridere. come se esistesse soltanto crhome

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ma infatti l'articolo è indirizzato a chi utilizza Chrome, che fra l'altro è il browser internet più utilizzato in assoluto:

      http://www.w3schools.com/browsers/browsers_stats.asp

      E in ogni caso c'è poco da ridere perché su un PC vecchio a breve si potranno far girare solo browser internet e programmi obsoleti, con conseguenti rischi per la sicurezza.

      Elimina
    2. e allora?
      credi che chi stia usando un vecchio computer abbia conoscenza di tanto pericolo?
      credi che la maggioranza degli italiani sappia come navigare su internet?
      non sa nulla, al amggioranza e compra computer o telefonini e si lancia...nel vuoto...felice di vedere, magari, le pagine che girano come in un libro, sul loro
      (h)aipodde.
      o no?

      Elimina
    3. concordo con te,riguardo ai browser portable aggiornati è lo stesso oppure si può usarlo?grazie.buon week end.

      Elimina
    4. Si è vero daccordo con te, in tanti (forse troppi) non hanno la minima idea dei pericoli, però appunto per questo è bene fare informazione, sperando che l'informazione arrivi.

      Elimina
    5. Anonimo se il computer è vecchio il browser non verrà aggiornato a prescindere che sia portable o meno. Ciao ;)

      Elimina
  2. ...e la vostra informazione mi piace e molto.
    vi seguo da quando scoprii un vecchio sito in inglese.
    grazie davvero.
    ziorar

    RispondiElimina
  3. mi pare ovvio visto che i Pentium 4 (http://it.wikipedia.org/wiki/Pentium_4) sono stati prodotti dal 2000 al 2008

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E si, e di computer così datati ce ne sono parecchi ancora in funzione e utilizzati.

      Elimina
  4. qualcuno sa come si toglie la notifica che esce che e' l'unica cosa che mi disturba?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non che io sappia, oltre a chiuderla cliccando la X anche se poi si ripresenta la prossimo avvio. Se trovo qualcosa aggiorno.

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…