Passa ai contenuti principali

Come impedire a Firefox di inviare informazioni a Google dei file scaricati

Come evitare che Firefox invii informazioni dei file scaricati a Google per controllare la presenza di malware
Dopo l'implementazione della casella di ricerca nella pagina Nuova scheda di Firefox, il browser di casa Mozilla continua a prendere spunto da quello di Google, tanto che a partire dalla prossima versione, Firefox 32, esso effettuerà il controllo dei file scaricati da internet per verificare se contengono malware o meno; caratteristica già introdotta in Chrome 32 appunto.

Questa nuova funzionalità per la sicurezza è già stata introdotta nel recente Firefox 31 ma verrà attivata solo con il rilascio di Firefox 32 tra qualche settimana. Come accade su Chrome, al fine di determinare se si tratta di un contenuto malevolo o pulito, alcune informazioni (valore di hash SHA-256, il nome, la lunghezza in byte e l'URL dal quale lo si è scaricato) dei file in download  su Firefox verranno inviate a Google Safe Browsing (Google Navigazione Sicura) che si occuperà di confrontare tali dati con i database delle definizioni. Se il file risulterà essere un potenziale malware il rispettivo download verrà bloccato, viceversa sé pulito allora verrà salvato nel computer.

Dal punto di vista della sicurezza, questa caratteristica si rivela essere molto importante per prevenire il download di file malevoli da internet soprattutto quando il browser viene utilizzato dagli utenti meno esperti. D'altro canto però alcuni utenti, più esperti, potrebbero non aver bisogno di tale funzionalità, magari perché utilizzano un altro metodo di controllo dei file scaricati dalla rete (ad esempio VirusTotal Uploader dell'omonima VirusTotal che fra l'altro è proprietà di Google) evitando così anche possibili interruzioni di download dovuti a falsi positivi.

Inoltre i maniaci della privacy potrebbero volere fare a meno di questa nuova funzionalità in quanto insieme alle informazioni dei file che verranno sottoposte a Google Safe Browsing verrà inviato anche l'indirizzo IP del computer dal quale è partita la richiesta di download.

Dunque se si preferisce disattivare questa funzionalità di sicurezza su Firefox a seguire andiamo a vedere come fare.

1. Aprire una nuova scheda Firefox e nella barra degli indirizzi digitare about:config, premere Invio e infine confermare cliccando il pulsante "Farò attenzione, prometto" per accedere ai parametri del browser.

2. Utilizzando la ricerca integrata di about:config, cercare il parametro browser.safebrowsing.appRepURL e farci sopra un doppio clic di mouse; nella finestra "Inserire un valore stringa" che verrà così visualizzata (sotto in figura):
non resta che selezionare ed eliminare il valore "https://sb-ssl.google.com/safebrowsing/clientreport/download?key=%GOOGLE_API_KEY%" quindi confermare premendo il pulsante OK. Finito. In questo modo Firefox non invierà a Google alcuna informazione riguardo i file che si è deciso di scaricare da internet.

LEGGI ANCHE: Migliori trucchi Firefox da usare in about:config

Commenti

  1. In effetti ho trovato la stringa anche in Waterfox versione 30, grazie Vinnie: questa opzione era proprio ben nascosta.

    RispondiElimina
  2. Vincenzo grazie per la dritta : c'è anche il Firefox 31 !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si in Firefox 31 è stata introdotta questa funzionalità ma verrà attivata solo con Firefox 32. Ciao alla prossima ;)

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…