Passa ai contenuti principali

Google Maps ora mostra informazioni In breve per luoghi e monumenti cercati

In breve è la nuova caratteristica di Google Maps che mostra brevi informazioni riguardo le città, nazioni, monumenti e luoghi cercati
Dopo la recente e rivisitata opzione per il salvataggio delle mappe offline e quella per vedere come è cambiato un luogo nel corso degli anni, Google continua a migliorare Maps introducendo un'altra nuova caratteristica, "In breve".

Al momento la feature interessa solo la nuova versione web desktop di Google Maps e la sua funzione è di mostrare brevi informazioni per la città, località, nazione, luogo, monumento che si è cercato con il servizio. Informazioni, la cui fonte è Wikipedia, che a seconda della ricerca effettuata possono essere cenni storici e/o demografici riportati in pillole ma che l'utente all'occorrenza potrà approfondire cliccando il link di collegamento alla corrispondente pagina dell'articolo Wikipedia di riferimento. In questo modo ora gli utenti hanno la possibilità di documentarsi, sia "In breve" che nel dettaglio, facilmente e rapidamente circa le loro ricerche su Google Maps.

La funzionalità in questione è già attiva di default dunque non resta che recarsi su Google Maps e cercare ciò che si desidera. Nell'esempio sotto in figura dopo aver cercato "Roma" ecco che subito sotto le indicazioni stradali e suggerimenti compare la riga "In breve" (primo screenshot a sinistra):
la quale una volta cliccata espanderà l'omonima sezione mostrando appunto delle brevi info, in questo caso circa la nostra capitale, con descrizione, dati geografici, demografici e cenni storici. Stesso discorso vale per qualsiasi altra città, paese, monumento, luogo non solo italiano ma mondiale:
Come detto prima e come poi si avrà modo di notare, qualora si volessero ottenere maggiori informazioni a riguardo per approfondire sarà possibile seguire il link Wikipedia (che è la fonte dell'informazione) oppure fare una ricerca su Google cliccando l'altro link messo a disposizione sotto la sezione "In breve".

LEGGI ANCHE: Come misurare la distanza tra due luoghi e la durata del tragitto

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…