Passa ai contenuti principali

Forzare Chrome nel salvare la password di accesso ai siti che non lo permettono

Come forzare Google Chrome a ricordare e salvare email e password di accesso ai siti internet sui quali si è registrati
Come si avrà ormai avuto modo di notare e testare personalmente, i browser internet sono provvisti della funzione che permette di salvare l'indirizzo email e la password di accesso digitati per accedere al sito sul quale ci si è registrati, in maniera tale che le volte successive che ci si collegherà su quel sito, email e password vengano ricordate e immesse automaticamente dal browser per non doverle digitare manualmente ogni volta.

Inoltre gli indirizzi email e annesse password degli account salvate qualora si avesse la necessità si potranno vedere in ogni momento accedendo nelle impostazioni del browser come spiegato in questa guida dedicata.

Ma proprio per tale motivo alcuni siti internet che hanno a che fare con dati e informazioni sensibili come PayPal e altri siti di online banking, per motivi di sicurezza impediscono al browser di proporre all'utente la notifica di salvataggio della password come ad esempio "Desideri che Google Chrome salvi la tua password?" oppure su Firefox "Salvare la password email_utente su NomeSito?", in quanto chiunque agendo dalle impostazioni del browser potrebbe vedere le password salvate e causare ovvie conseguenze.

LEGGI ANCHE: Firefox: nascondere popup che chiede di salvare la password per il sito internet

Però nel caso in cui si è sempre i soli ad utilizzare quel computer o account utente e si ha quindi la certezza che nessun'altra persona possa metterci mano, per questione di comodità sarebbe utile salvare sul browser anche le password di accesso ai siti che non lo permettono.
Ciò è fattibile forzando il browser internet nel ricordare email e password servendosi dell'apposito bookmarklet, che funziona su tutti i browser internet, come descritto in questa guida dedicata.

Gli utenti Google Chrome inoltre possono servirsi anche dell'estensione Remember Password la quale una volta installata farà comparire in ogni caso, forzatamente, anche su i siti che non lo permettono, la notifica "Desideri che Google Chrome salvi la tua password?" (come nell'esempio sotto in figura su PayPal che normalmente appunto non lo permette):
Se invece si ha timore di salvare le email e le password sul browser internet ma allo stesso tempo fare in modo che vengano ricordate e immesse automaticamente al momento dell login al sito sul quale si è registrati e si desidera accedere, allora si può prendere in considerazione di servirsi di un password manager come ad esempio i gratuiti LastPass, Sicurpas, Password Safe, Pault, Free Password Manager, PassLook e via dicendo.

LEGGI ANCHE: Vedere le password salvate nel PC dei programmi e dei siti internet

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…