Passa ai contenuti principali

Google aggiunge il filtro ricerca Immagini per Diritti di utilizzo, anche senza copyright

Google implementa il filtro Diritti di utilizzo nella ricerca immagini per trovare foto senza copyright e diritti d'autore
Quando si scrive su un blog, su un sito web, ma anche su Facebook, Twitter e altri social network, pubblicando immagini prese da internet (delle quali non si è proprietari o autori), anche se a solo scopo personale e non commerciale, non bisogna dimenticarsi di tenere in considerazione che quelle foto potrebbero essere coperte da diritti di autore, da copyright o rilasciate sotto licenza creative commons.

Infatti se l'immagine è limitata a tali condizioni, significa che non può essere utilizzata e condivisa liberamente a proprio piacimento, bensì è prima necessario contattare il proprietario o chi ne fa le veci per ottenere l'autorizzazione se non addirittura pagare per avere i diritti di condivisione. Diversamente si potrebbe anche incorrere in sanzioni di natura penale.

Proprio per questo motivo già da tempo sul web sono nati diversi motori di ricerca (come quelli elencati in questo articolo dedicato), Google primo su tutti, con i quali trovare su internet immagini senza copyright utilizzabili liberamente a fini personali e/o commerciali.
Fino a qualche ora fa con Google per cercare immagini condivisibili liberamente si doveva accedere alla pagina "Ricerca avanzata" separata dalla home page del motore di ricerca, alla quale si arriva da Google Immagini cliccando in basso a destra il link Impostazioni > Ricerca avanzata per poi servirsi del filtro "diritti di utilizzo".

Dato che tale opzione di ricerca non era così immediata da raggiungere, come appena detto da qualche ora Google è corso ai ripari in tal senso aggiungendo agli "Strumenti di ricerca" di Google Immagini il nuovo filtro "Diritti di utilizzo" (come nell'esempio sotto in figura):
Da impostazioni predefinite il filtro è settato per trovare qualsiasi tipologia di immagine (con e senza copyright) in quanto è abilitata di default opzione "non filtrare in base alla licenza"; ma l'utente può intervenire rapidamente nel menu a tendina e attivare quattro differenti opzioni per ottenere a seconda dei propri interessi immagini:
  • Contrassegnate per essere riutilizzate
  • Contrassegnate per il riutilizzo commerciale
  • Contrassegnate per essere riutilizzate con modifiche
  • Contrassegnate per il riutilizzo commerciale con modifiche
Ovviamente in molti casi le foto riutilizzabili restituite nei risultati di ricerca saranno in numero nettamente inferiore rispetto a quelle non filtrate per tale tipologia, ma ad ogni modo si potrà stare tranquilli in quanto utilizzando quelle libere non si correrà il rischio che il proprietario "venga a bussare alla porta" un giorno o l'altro per recriminare il copyright.

LEGGI ANCHE: Cercare immagini visivamente simili con Google

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…