Passa ai contenuti principali

Come disattivare l'aggiornamento automatico di addon e estensioni Firefox e Chrome

Procedura per disattivare l'aggiornamento automatico delle estensioni installate su Chrome e Firefox
In alcuni casi dopo l'aggiornamento certi componenti aggiuntivi per il browser internet potrebbero peggiorare invece che migliorare a livello funzionale.

Vuoi perché quell'addon o estensione è stato acquistato da un nuovo proprietario che ha deciso di monetizzarlo con banner e/o link pubblicitari che ne ostacolano un comodo e normale utilizzo, oppure sotto la pressione di qualche major sono state disattivate alcune sue funzionalità importanti, o per altre cause ancora, pur essendo un fatto raro si potrebbe comunque inciampare in una situazione di questo tipo e ritrovarsi il proprio componente aggiuntivo preferito non più performante e funzionale come prima.

Per quanto riguarda Firefox e Chrome è possibile intervenire preventivamente in tal senso disattivando l'opzione di aggiornamento automatico degli addon ed estensioni installati. Sul browser di casa Mozilla procedere in tal senso è abbastanza semplice mentre invece su quello di Google è un po' macchinoso ma ad ogni modo fattibile. Vediamo come procedere.

Disattivare gli aggiornamenti automatici per gli addon di Firefox
1. Nella barra dei menu del browser andare in Strumenti > Componenti aggiuntivi e visualizzare la lista delle Estensioni installate. Dunque scorrere l'elenco fino ad individuare l'addon di proprio interesse, ovvero per il quale bloccare l'aggiornamento automatico, e come nell'esempio sotto in figura:
cliccare il rispettivo link "Altro" posto subito sotto al nome e accanto alla descrizione.

2. A seguire verrà così aperta la pagina informativa del componente aggiuntivo in questione nella quale come nell'esempio sotto in figura:
in corrispondenza del campo "Aggiornamento automatico" non resta che attivare l'opzione "Disattivato" per impedire che quel componente aggiuntivo venga aggiornato automaticamente. Ripetere la medesima procedura con tutti gli addon di proprio interesse.

Per Firefox potrebbe inoltre tornare utile utilizzare il componente aggiuntivo Add-on Update Checker il quale, agendo dalle sue opzioni, può essere settato in maniera tale che nessun addon venga aggiornato automaticamente e allo stesso tempo però mostrare notifiche sullo schermo che informano l'utente riguardo eventuali nuove versioni disponibili per i componenti aggiuntivi installati.

Disattivare gli aggiornamenti automatici per le estensioni di Chrome
Come detto in apertura agire a questo scopo sul browser internet di Google è più macchinoso rispetto che a Firefox. Infatti Chrome non prevede per ora alcuna opzione per disattivare gli aggiornamenti automatici delle estensioni installate, dunque si dovrà procedere in maniera alternativa. Vediamo come.

1. Aprire Google Chrome e accedere alla lista delle estensioni installate, dal menu o direttamente dal link chrome://extensions/.

2. In alto a destra della pagina abilitare la "Modalità sviluppatore" selezionando l'omonima casella e come nell'esempio sotto in figura:
prendere nota dell'ID dell'estensione di proprio interesse, per la quale si desidera disattivare l'aggiornamento automatico.

3. Adesso è necessario accedere alla cartella Extension nella quale sul PC sono contenute tutte le estensioni installate su Chrome.
La cartella Extension su Windows XP si trova seguendo il percorso Disco locale (C:) > Documents and Settings  > Nome utente  > Impostazioni locali  > Dati applicazioni  > Google  > Chrome  > User Data  > Default  > Extension.
Su Windows 8 e 7 seguire il percorso (C:)  > Utenti  > Nome utente  > AppData  > Local  > Google  > Chrome  > User Data  > Default  > Extension.

4. In entrambi casi dentro la cartella Extension ci saranno altre sottocartelle con nomi strani e lunghi che corrispondono ognuno all'ID dell'annessa estensione installata su Chrome; dunque aprire la cartella corrispondente all'ID del quale si è precedentemente preso nota, qui individuare il file manifest.json e aprirlo con il Blocco note. Ora come nell'esempio sotto in figura:
nel documento individuare https://clients2.google.com/service/update2/crx e sostituirlo con https://localhost/service/update2/crx quindi salvare la modifica del documento.

In questo modo verranno disattivati gli aggiornamenti automatici per l'estensione in questione. Nel caso più avanti si decidesse aggiornare alla nuova versione, sarà necessario ripetere la procedura sopra descritta per disattivare gli aggiornamenti automatici per l'estensione, in quanto il file manifest.json modificato in precedenza verrà rimpiazzato da quello della nuova versione del componente aggiuntivo.

Infine per Chrome potrebbe tornare utile l'estensione Extensions Update Notifier la quale tramite notifiche informa l'utente quando vengono aggiornate le estensioni sul browser di Google riportando, se disponibili, anche la lista delle modifiche apportate nella nuova versione. [Via Ghacks]

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Scaricare video da ogni sito internet – Migliori programmi gratis per farlo

Scaricare video da internet è un’operazione ormai comune a tutti. La maggior parte degli utenti ha imparato bene come fare il download dei filmatidalla rete.

Ma la tendenza per la stragrande maggioranza degli utenti è quella di scaricare video sempre dagli stessi siti, tendenza in parte dovuta alla loro popolarità, al tanto materiale disponibile e alle varie risorse gratis sviluppate appositamente per fare il download da quei siti.

Però bisogna ricordare che oltre ai soliti noti, internet brulica di tanti altri portali video ricchi di contenuti di vario tipo e genere. L’unico problema potrebbe essere quello di non sapere come fare a scaricare i video nel PC anche da questi siti, magari perché non esistono estensioni dedicate o software appositi.

A tale proposito sotto a seguire andiamo dunque a vedere una lista dei migliori programmi gratis per scaricare video praticamente da ogni sito internet, anche da quelli dove normalmente è impossibile farlo.

1. aTube Catcher
Ne avevamo parlato de…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…

3 modi per aumentare il volume dei file video se l'audio è troppo basso

Alcune volte può capitare che riproducendo un file video al computer, un film scaricato da internet ad esempio, l'audio sia troppo basso e di conseguenza si faccia fatica a sentire i dialoghi anche aumentando al massimo il volume del player multimediale e/o del computer stesso.

Se si sta usando un computer fisso si può rimediare facilmente alzando il volume delle casse collegate al case, mentre invece il discorso cambia se si sta usando un computer portatile per il quale per ovvie ragioni di comodità, specialmente se si è fuori casa, non si avranno sicuramente con se le casse esterne da collegare al PC, di conseguenza aumentare il volume del lettore e del computer stesso potrebbe rivelarsi essere non sufficiente per ottenere un livello audio accettabile.

In tali circostanze si può comunque risolvere abbastanza rapidamente riproducendo il video su alcuni player multimediali provvisti di apposita opzione che permette di aumentare ulteriormente il volume anche se lo si è già portato …