Passa ai contenuti principali

Bloccare la connessione dati su Android anche se si attiva per sbaglio

Come disattivare la connesisone dati su Android bloccandola, anche se viene attivata per sbaglio
Senza la possibilità di accedere a internet non avrebbe senso possedere uno smartphone o un tablet in quanto svolgerebbero esclusivamente funzione di invio e ricezione di chiamate e messaggi, rinunciando così alla navigazione in rete e annessi servizi, download di applicazioni e quant altro ancora ha contribuito al successo e alla diffusione in massa di tali dispositivi.

Internet è di vitale importanza per smartphone e tablet (Android in questo caso) ecco perché possono connettersi alla rete sia in modalità WiFi che in modalità connessione dati. Quest'ultima torna decisamente utile quando non è possibile accedere a internet in WiFi garantendo così e comunque l'accesso.
Ma senza un apposito abbonamento la connessione dati si paga e anche molto cara. Ecco perché tutti gli operatori telefonici nell'era di smartphone/tablet e internet per accaparrarsi più clienti periodicamente offrono promozioni vantaggiose che per una decina di euro mensili includono nell'abbonamento (oltre a chiamate e messaggi) anche un tot di dati (1-2 GB solitamente) per accedere alla rete senza spendere oltre la cifra prevista dal canone (se non si sfora il quantitativo di dati previsti nella promozione).

Ma se per qualche motivo sul proprio cellulare o tablet non è attiva alcuna promozione internet dati, oppure il quantitativo dei dati a disposizione per quel mese è agli sgoccioli, accedere a internet con tale connessione può significare il prosciugamento del credito telefonico.
Ovviamente per abilitare la connessione dati è l'utente che deve intervenire fisicamente sul dispositivo abilitandola dal menu a tendina ad esempio:
o dalle "Opzioni dispositivo" richiamabili con il tasto accensione spegnimento, o ancora dalle "Impostazioni - Utilizzo dei dati".

Però per via della fretta, distrazione, o del cellulare/tablet in mano a un bambino, potrebbe capitare di attivare erroneamente la connesisone dati e di conseguenza vedersi azzerare il credito in pochi minuti. In tal caso per evitare una situazione di questo tipo potrebbe tornare utile non disattivare la connessione dati, bensì bloccarla del tutto in maniera tale che non possa avviarsi anche se per sbaglio è stata attivata con qualche tocco involontario. Per fare ciò è sufficiente cambiare APN della propria rete mobile. Vediamo come.

L'APN (Access Point Name) è il punto di accesso per le reti che consente il trasferimento dei dati, dunque la modalità di accesso in rete in connessione dati. I clienti Vodafone avranno come APN (preconfigurato) Vodafone Internet e così via quelli Tim, Wind, Tre ecc. Va da se che senza l'APN il cellulare o tablet non potrà connettersi a internet in modalità dati.

Dunque preso atto di ciò, sul proprio dispositvo Android andare in Impostazioni > Altre impostazioni > Reti mobili > Profili e qui toccare il tasto menu; nel menu toccare l'opzione "Nuovo APN" come nell'esempio sotto in figura:
Sarà ora possibile creare un nuovo APN al quale è obbligatorio assegnare un Nome e un nome APN fittizio (diverso da quello del proprio gestore, va bene un qualsaisi nome inventato); nel mio caso come Nome ho scelto "Stop connessione dati" invece che "Vodafone internet" e come nome APN  ho scelto "stop dati" invece che "mobile.vodafone.it" (vedi esempio sotto in figura):
Fatto ciò non resta altro che tornare alla schermata iniziale APN e abilitare come predefinito il nuovo APN creato, spuntando l'apposita casella di selezione:
In questo modo senza i corretti nomi (nome della connessione e nome APN) il cellulare/tablet Android non sarà in grado di accedere alla rete, a internet, anche se la modalità connessione dati verrà attivata per sbaglio.
In ogni caso sarà ancora possibile connettersi e navigare su internet via WiFi, ricevere e inviare telefonate e messaggi, scaricare applicazioni e quant'altro ancora; semplicemente non funzionerà la connessione dati, solo quella, la quale comunque potrà essere attivata quando occorre, indicando/abilitando come APN predefinito quello originale del proprio gestore telefonico, nel mio caso Vodafone Internet.

LEGGI ANCHE: Controllare quali app Android possono accedere a internet con NoRoot Firewall

Commenti

  1. Interessante, far collegare il dispositivo a una connessione APN vuota quando si è alle strette.
    Ma è un caso limite, non esaurisci il giga se non scarichi o guardi video tutto il giorno (come vorrebbe far credere l'ultima pubblicità vodafone sulla rete LTE o "super internet").
    Ho fatto attivare quei 2 giga a 10 euro/mese a mia moglie, ma sono poi arrivato tardi col mio tablet, ora l'offerta è 1 giga a 15 euro/mese... no, aspetto ancora. C'è sempre il wi-fi, anche se in italia è faticoso trovarlo libero in giro... :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, io non sono riuscito mai neanche ad avvicinarmi ai 2 GB mensili previsti nel mio piano (ma so di persone che scaricano in dati video e app pesanti, come FIFA 14, e non arrivano neanche a metà mese). Questo articolo più che altro è nato dai discorsi che si sentono in giro, quando qualcuno con lo smartphone ma senza promozione internet, attiva per sbaglio la connessione dati per touch involontari. In questo modo anche se parte non consuma nulla.

      Elimina
    2. Eppure te lo dice anche il Google Play Store: "Questa applicazione è molto pesante, può comportare dei costi aggiuntivi, vuoi scaricarla tramite WiFi?".
      Perdonami l'aggettivo, ma chi, nonostante l'avviso, scarica un gioco da un GigaByte con la connessione dati, è un emerito... Utonto.

      Elimina
    3. Si e nonostante tutto scaricano comunque.. "Utonto" ahahah

      Elimina
  2. Mille grazie, Vincenzo: soluzione semplice e spiegazione chiara anche per un Utonto come me :o)

    --
    Otto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo tutti Utonti in tutto senza pratica :)

      Elimina
  3. Grazie 1000, sei stato utilissimo!! :D

    RispondiElimina
  4. Idea geniale, grazie!
    Mi hanno fregato 8€ in 2 giorni considerando che il cell stava abbandonato in borsa alle ore indicate!! :O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci si può distrarre un attimo purtoppo :(

      Elimina
  5. Ciao, davvero molto interessante! Sarebbe utile anche per evitare connessioni all'estero? Ho letto e sentito molte lamentele sulla perdita di credito per connessioni estere senza avere il Roaming attivo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si funziona anche all'estero, in pratica il telefono non può proprio connettersi a internet fino a che nn cambi APN.

      Elimina
    2. Bene, allora sarà sicuramente fatto! Grazie Vinnie ;) buon weekend

      Elimina
  6. GRAZIE MILLE COMPLIMENTI PER LA PREPARAZIONE

    RispondiElimina
  7. Grazie infinitamente per questa dritta. Ieri ho formattato il telefono e per pochi secondi di connessione ( per altro non voluta nè richiesta) la Tim si è fregata 4 euro. Ricordando questo tuo post ho scritto"farlocco" su ogni profilo e ogni APN. Grazie mille, sei stato prezioso!
    Fulvia

    RispondiElimina
  8. Grazie anche da parte mia per questo semplice trucchetto, davvero indispensabile perché purtroppo anche se la rete dati è disattivata lo smartphone riesce lo stesso a collegarsi a Internet a tradimento. Francamente è seccante rimetterci anche solo pochi euro per una cosa non voluta.
    Alberto

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Scaricare video da ogni sito internet – Migliori programmi gratis per farlo

Scaricare video da internet è un’operazione ormai comune a tutti. La maggior parte degli utenti ha imparato bene come fare il download dei filmatidalla rete.

Ma la tendenza per la stragrande maggioranza degli utenti è quella di scaricare video sempre dagli stessi siti, tendenza in parte dovuta alla loro popolarità, al tanto materiale disponibile e alle varie risorse gratis sviluppate appositamente per fare il download da quei siti.

Però bisogna ricordare che oltre ai soliti noti, internet brulica di tanti altri portali video ricchi di contenuti di vario tipo e genere. L’unico problema potrebbe essere quello di non sapere come fare a scaricare i video nel PC anche da questi siti, magari perché non esistono estensioni dedicate o software appositi.

A tale proposito sotto a seguire andiamo dunque a vedere una lista dei migliori programmi gratis per scaricare video praticamente da ogni sito internet, anche da quelli dove normalmente è impossibile farlo.

1. aTube Catcher
Ne avevamo parlato de…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…

3 modi per aumentare il volume dei file video se l'audio è troppo basso

Alcune volte può capitare che riproducendo un file video al computer, un film scaricato da internet ad esempio, l'audio sia troppo basso e di conseguenza si faccia fatica a sentire i dialoghi anche aumentando al massimo il volume del player multimediale e/o del computer stesso.

Se si sta usando un computer fisso si può rimediare facilmente alzando il volume delle casse collegate al case, mentre invece il discorso cambia se si sta usando un computer portatile per il quale per ovvie ragioni di comodità, specialmente se si è fuori casa, non si avranno sicuramente con se le casse esterne da collegare al PC, di conseguenza aumentare il volume del lettore e del computer stesso potrebbe rivelarsi essere non sufficiente per ottenere un livello audio accettabile.

In tali circostanze si può comunque risolvere abbastanza rapidamente riproducendo il video su alcuni player multimediali provvisti di apposita opzione che permette di aumentare ulteriormente il volume anche se lo si è già portato …