Passa ai contenuti principali

Come usare Avast per bloccare siti internet

Guida per bloccare siti internet con l'antivirus Avast e proteggerlo con una password per impedire la modifica delle impostazioni e la chiusura del programma
In modo particolare la navigazione internet va limitata se ad accedere sul web sono i più piccoli, in maniera tale da impedire l'acceso e l'apertura di siti internet a loro non adatti (es. siti per adulti) o momentaneamente proibiti (es. social network, giochi online e simili).

Per bloccare siti internet esistono una miriade di soluzioni come ad esempio i software gratuiti Easy Website Blocker, Any Weblock, l'addon Firefox ProCon Latte, i server DNS di FamilyShield e via dicendo.

Ma gli utenti che sul computer hanno installato l'antivirus Avast (sia la versione Free che quella a pagamento), possono fare a meno di servirsi di applicazioni di terze parti in quanto il noto antivirus è già provvisto di default della funzionalità "Blocco Siti". Il blocco ovviamente avrà effetto su qualsiasi browser internet si utilizzi sul PC in questione.
Fra l'altro è anche possibile proteggere l'accesso e la chiusura di Avast con una password in maniera tale da limitare le impostazioni e la chiusura del programma da parte di utenti non autorizzati. Vediamo come procedere.

Come bloccare siti internet con Avast
1. Scaricare e installare l'ultima versione di Avast (in questa guida si fa riferimento ad Avast FREE Antivirus versione 2014.9.0.2008).

2. Aprire Avast e nella finestra principale, nella colonna a sinistra, in basso cliccare il pulsante "Impostazioni", nell'omoima finestra che verrà aperta cliccare il pulsante "Protezione attiva", dunque cliccare la rotellina ingranaggio dell'opzione "Protezione Web" (come nell'esempio sotto in figura):
3. Verrà così aperta la finestra Impostazioni Protezione Web nella quale dopo aver cliccato il pulsante "Blocco Siti" nel menu a colonna a sinistra, come nell'esempio sotto in figura:
dopo aver spuntato l'opzione "Abilita il blocco siti", nel campo "URL da bloccare" non resta altro che digitare o incollare l'indirizzo dei siti internet che si desidera bloccare. Al termine confermare cliccando OK.
Finito. Se adesso si proverà ad accedere a uno dei siti aggiunti alla lista blocco URL di Avast, si potrà personalmente constatare che sarà impossibile effettuare l'accesso (esempio sotto in figura):

Come proteggere Avast e sue impostazioni con password
Come accennato in apertura è però necessario proteggere Avast con una password di accesso in quanto senza, il programma è vulnerabile; ovvero chiunque può accedere alle impostazioni e disattivare il blocco dei siti internet oppure terminare l'antivirus. Vediamo come procedere.

1. Aprire la schermata iniziale di Avast e nel menu a colonna a sinistra cliccare il pulsante "Impostazioni".

2. Nell'omonima finestra che verrà visualizzata, nel menu a colonna a sinistra cliccare il pulsante "Propietà generiche" e scorrere la pagina fino ad individuare il campo "PASSWORD". Ora come nell'esempio sotto in figura:
abilitare l'opzione "Proteggi avast! con una password" e subito sotto digitare per due volte la password che si intende utilizzare. Fatto ciò, poco più sotto in "AREE PROTETTE" abilitare anche l'opzione "Accesso generale al programma" (di default non è attiva) in quanto essa impedirà la chiusura di Avast anche se si tenta di terminarlo agendo dal Task Manager di Windows. Confermare il tutto cliccando OK.

Finito. Da ora in avanti sarà impossibile accedere ai siti internet bloccati con Avast e l'antivirus essendo protetto con password non potrà essere chiuso né modificato a livello di impostazioni.

Commenti

  1. non blocca niente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che blocca, testato più volte sempre con successo su sistemi operativi differenti. Assicurati di seguire e applicare bene la procedura passo per passo.

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…