Passa ai contenuti principali

Scaricare gratis Angry Birds Go! in italiano dall'App Store Nuova Zelanda

Trucco per scaricare gratis Angry Birds Go! in italiano dall'App Store neozelandese sul quale è già disponibile al download
Aggiornamento 16 Dicembre 2013: Angry Birds Go! è ora disponibile gratis anche sull'App Store italiano a questo indirizzo.
Angry Birds Go! il nuovo gioco della Rovio è già disponibile al download gratuito sull'App Store della Nuova Zelanda mentre invece in Italia e nelle altre nazioni verrà distribuito a partire dall'11 Dicembre 2013.

Ad ogni modo con un semplice trucco è comunque possibile scaricarlo subito dallo Store neozelandese senza aspettare che venga rilasciato nello Store del nostro Paese; fra l'altro con gameplay completamente in italiano o nella lingua della nazione alla quale si appartiene.

Angry Birds Go è una svolta al gioco degli uccelli arrabbiati con i maialini verdi che questa volta si affronteranno non più a colpi di fiondate sulle barricate bensì in gare automobilistiche a tutta velocità nelle discese di Piggy Island!. Degli altri titoli della serie Angry Birds, su Angry Birds Go! rimangono vari elementi familiari come ad esempio la fionda con la quale per iniziare la gara si deve lanciare il proprio pilota giù per la pista in corse spericolate durante le quali l'obbiettivo è di arrivare primi al traguardo evitando ostacoli e superando tutti gli avversari nel circuito:
Durante la discesa è bene sfruttare e raccogliere i vari bonus e powerups che si incontreranno nel percorso e raccogliere anche le monete che serviranno ad acquistare una nuova auto o a potenziare ulteriormente quella in uso aumentando la velocità massima, l'accelerazione, la monovrabilità e la robustezza:
I comandi di gioco riguardano solamente lo sterzo che a propria discrezione si può usare inclinando il dispositivo a destra e sinistra oppure tramite tasti virtuali ai lati dello schermo. I powerup a disposizione verranno mostrati sul display e per adoperarli si dovrà toccare quello di proprio interesse.

Angry Birds Go! è compatibile con i dispositivi iPhone, iPad, iPod touch con iOS 6 o versione successiva.

Come scaricare gratis Angry Birds Go dall'App Store Nuova Zelanda

1. Sul computer nel quale è installato iTunes da quest'ultimo disconnettere il proprio account Apple e con il browser internet collegarsi con questa pagina dell'App Store neozelandese nella quale cliccare il pulsante "View In iTunes".

2. Su iTunes comparirà una finestra nella quale viene notificato che l'articolo non è disponibile nello Store della nostra nazione, dunque cliccare il pulsante "Cambia Store".

3. Verrà ora visualizzata la scheda informativa del gioco Angry Birds Go nella quale si deve cliccare il pulsante "Install". Subito dopo in una finestra di dialogo verrà richiesto di effettuare il login con il proprio account Apple, ma invece di fare l'accesso cliccare il pulsante "Crea ID Apple".

4. Adesso si dovrà creare un nuovo account Apple e quando sarà richiesto, come indirizzo di abitazione, codice postale e prefisso telefonico digitare dati neozelandesi (facilmente reperibili su internet, la via ad esempio da Google Maps, il codice postale e prefisso telefonico da Google ricerca).

5. Creato l'account, con iTunes collegarsi nuovamente con la pagina di download di Angry Birds Go! dell'App Store della Nuova Zelanda, quindi scaricare e installare il gioco. Buon divertimento!

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…