Passa ai contenuti principali

Opera Next 18 ora si possono installare i temi grafici

Seppur con calma continua lo sviluppo di Opera Next, ovvero la versione del noto e omonimo browser internet norvegese basato però sul codice sorgente Chromium, lo stesso di Google Chrome.

Opera Next lanciato per la prima volta in versione beta a Maggio del 2013 e poi due mesi dopo ufficialmente in versione stabile come Opera Next 15, da pochi giorni è stato aggiornato alla nuova versione, ovvero Opera Next 18. Ogni release ovviamente porta con se alcune novità e in questo caso la novità è che su Opera Next 18 è finalmente possibile scaricare e installare temi grafici sul browser.

Questa caratteristica infatti non è prevista sulle precedenti versioni 15, 16 e 17 ma è un’esclusiva della 18. Difatti fino alla release 17 nella sezione Temi si possono applicare esclusivamente quelli predefiniti, pochi fra l’altro, soltanto cinque. Mentre adesso se si va nella sezione Temi di Opera Next 18 (cliccando in alto a sinistra del browser il pulsante Opera e a seguire la voce Temi nel menu contestuale) come si può notare nell’esempio sotto in figura:

Opera Next 18 Temi grafici

a disposizione ci sono più opzioni di gestione Temi in tal senso. Nello specifico: Default themes che elenca i temi predefiniti (quelli presenti anche nelle precedenti release di Opera Next), My themes mostra invece la lista dei temi da noi scaricati e installati nel browser presi dalla galleria ufficiale di Opera add-on alla quale ci si può collegare rapidamente cliccando il link “Scarica nuovi temi”. Galleria che continuerà a crescere nel tempo e che al momento comunque non manca di contenuti:

Opera Next 18 Galleria Temi

I temi si possono filtrare in base al giudizio più alto fornito dagli utenti, alla popolarità e  a quelli inseriti di recente. Individuato quello di proprio interesse, per installarlo non si dovrà fare altro che farci sopra un click di mouse e a seguire nella relativa pagina informativa del tema cliccare il pulsante “Aggiungi a Opera”.

In automatico a Opera Next 18 verrà applicato l’ultimo tema scaricato e installato dalla Galleria. Ad ogni modo dal menu Opera del browser accedendo in Temi>My themes sarà possibile applicare quello che più si preferisce facendoci sopra un click di mouse.

In attesa del rilascio di una qualche estensione per creare i propri temi Opera Next, in questa guida di DEV.OPERA è spiegato come si deve procedere al momento.

Download Opera Next 18

Commenti

  1. Veloce e minimalista, questo browser ha nella sezione "scopri" della pagina iniziale il suo punto di forza. Ora anche i temi, grazie vinnie.
    L'unico problema è che non mi fa pubblicare questo commento, perchè non mi rimanda al mio account google!

    RispondiElimina
  2. Ciao Rico, il commento con scritto "test" l'ho pubblicato da Opera Next 18. In pratica ho scritto il commento, in "Commenta come" ho indicato Account Google e dopo aver cliccato il pulsante Pubblica mi è stato richiesto di fare il login al mio account Google e subito dopo il commento è stato pubblicato. Ad ogni modo anche se la strada presa è buona, Opera Next va ancora migliorato; a me comunque piace, così come altri browser basati su Chromium.

    RispondiElimina
  3. Devo aver pasticciato con le impostazioni o le estensioni, ma per ora resto col mio Chrome/Iron. :-)

    RispondiElimina
  4. ;) anche io ho Iron, li ho tutti in effetti (per motivi di test vari) però i tre che uso quotidianamente sono Chrome, Iron e Firefox.

    RispondiElimina
  5. Come ovviare alla mancanza del pusante home? In alto a sinistra passando con il mouse compare magicamente la scritta "pagina iniziale", pagina iniziale forsem ma non motore di ricerca prdefinito. Spero che in un prossimo aggiornamento si trovi qualche rimedio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si quella pagina iniziale è praticamente la pagina Nuova scheda degli altri browser internet. Qui c'è Google come motore di ricerca predefinito e potrebbe andare bene per chi è solito usarlo come pagina iniziale, ma in caso contrario non c'è ancora modo di sostituirlo e non c'è ancora modo di avere il tasto "Home" come negli altri browser. Volendo dalle Impostazioni puoi cambiare motore di ricerca quando effettui ricerche dalla barra degli indirizzi (di default è settato Google).
      In effetti nei prossimi aggiornamenti sarebbe cosa gradita avere a disposizione il tasto Home. Provo a inviare una richiesta agli sviluppatori.

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…