Passa ai contenuti principali

Come disinstallare un programma dal prompt dei comandi di Windows

Per i più disparati motivi in tanti avranno avuto a che fare o almeno sentito parlare del prompt dei comandi di Windows, magari per ottenere l’indirizzo IP del router al fine di configurare eMule e uTorrent, oppure gli utenti più avanzati per formattare il disco, creare directory e via dicendo.

Con il prompt infatti è possibile impartire comandi DOS (qui una lista) a Windows con i quali svolgere le più disparate azioni agendo da riga di comando. Queste FAQ della Microsoft spiegano meglio cos’è il prompt dei comandi e a cosa serve.

Tutti i sistemi operativi Windows sono provvisti del prompt dei comandi DOS in quanto DOS è il linguaggio di programmazione di Windows. Al prompt dei comandi si accede su Windows XP da Start>Tutti i programmi>Accessori su Windows Vista e 7 è possibile individuarlo facilmente con il campo di ricerca del menu Start digitando “prompt dei comandi”, e infine su Windows 8 e 8.1 è presente il collegamento nel menu Start, quest’ultimo richiamabile con la combinazione Tasto Windows+X.

Fra le tante azioni che è possibile effettuare con tale strumento, a seguire andremo a vedere come disinstallare un programma dal prompt dei comandi di Windows, operazione che potrebbe tornare utile qualora il software in questione non fosse presente nel Pannello di controllo nella lista programmi installati. Dunque dopo aver eseguito il prompt dei comandi come amministratore (senza i diritti di amministrazione infatti non sarà possibile avanzare), basandosi anche sull’immagine qui sotto che riassume tutto il processo, procedere come segue:

Prompt dei comandi disinstallare programma

1. Digitare il comando wmic e premere Invio.

2. Digitare il comando product get name e premere Invio. Subito dopo e subito sotto verrà generata la lista dei programmi installati su Windows che è possibile disinstallare da riga di comando. Molto probabilmente in questa lista mancheranno svariati programmi il che significa che non è possibile rimuoverli agendo dal prompt.

3. Se il programma da disinstallare è presente nell’elenco, per indicare che si intende disinstallarlo digitare il comando product where name=”Nome del programma” call uninstall ad esempio product where name=”Classic Shell” call uninstall.

N.B. Il nome del programma scritto tra virgolette deve essere lo stesso identico nome mostrato nella lista richiamata con il comando product get name.

Confermare premendo Invio.

4. Verrà ora mostrata la lunga notifica “Eseguire <\\Nome Utente\ROOT…” la quale non chiede altro che una nostra conferma per avviare la disinstallazione del programma alla quale si dovrà rispondere affermativamente digitando Y e premendo Invio per avviare la disinstallazione, oppure annullare tutto digitando N e premendo Invio.

Al termine dopo qualche secondo verrà mostrata la notifica “Esecuzione del metodo riuscita” (che ho evidenziato in verde) la quale sta a indicare il programma in questione è stato disinstallato dal PC.

LEGGI ANCHE: Come disinstallare del tutto i programmi dal PC eliminando ogni traccia dal sistema e Copiare il testo dal prompt dei comandi di Windows: 3 modi per farlo.

Commenti

  1. ho fatto tutta la procedura per ( VMware Workstation ) mi dice che lo ha disinstallato ma quando vado sull'installer mi dice che e già presente non capisco dove sbaglio?

    RispondiElimina
  2. io facco tutta la procedura ma alla fine mi dice anche che è andata bene poi vado a controllare di nuovo la lista dei product get name ed e ancora li

    RispondiElimina
  3. ho fatto tutta la procedura per ( VMware Workstation ) mi dice che lo ha disinstallato ma quando vado sull'installer mi dice che e già presente non capisco dove sbaglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha inserito il nome corretto del programma rispettano maiuscole, minuscole e spazi?

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…