Passa ai contenuti principali

iBrowse esplorare backup iPhone, iPad, iPod esportare dati come foto, audio, video, savegame e altri

Per aggiungere file multimediali all’iPhone, iPad, iPod touch senza usare iTunes, dunque senza fare la noiosa sincronizzazione abbiamo già scoperto alcuni programmi gratis per fare ciò come ad esempio PhoneTrans, PodTrans e Syncios. In realtà in questo articolo abbiamo visto come procedere con lo stesso iTunes saltando comunque la sincronizzazione.

Il programma gratis iBrowse per Windows e Mac non solo permette di importare file multimediali sul proprio dispositivo senza sincronizzazione iTunes (in realtà per questo scopo sono nettamente più comodi i software sopra citati), ma è qualcosa in più. Nello specifico e come del resto fa intendere il nome stesso, iBrowse è un programma per esplorare i backup del proprio iPhone, iPad e iPod touch effettuati con iTunes ma senza dover eseguire quest’ultimo (supporta tutte le versione iOS anche iOS 7).

IBrowse è dunque in grado di sfogliare tutti i dati contenuti in ogni singolo backup del proprio iDevice salvati sul computer. Ma non soltanto esplorare, con questo programma infatti è possibile esportare sul computer da ogni backup file multimediali come foto, video e memo vocali (se ce ne sono). Ancora, si ha accesso a tanti altri e svariati dati, ad esempio ai dati delle applicazioni dai quali (ove possibile) esportare i salvataggi dei giochi e le preferenze per importarli magari su un altro iDevice; i dati relativi agli SMS, email, note, Maps e altri ancora. Fra l’altro i backup si possono sfogliare anche senza collegare l’iPhone, iPad, iPod al computer, passaggio però obbligatorio se si ha intenzione di sondare il file system.

Facile da usare, una volta installato e avviato iBrowse si presenterà con questa interfaccia grafica (sotto in figura):

iBackup per Windows e Mac

In automatico in lista verranno mostrati tutti i backup salvati nel computer. Per esplorare il relativo contenuto non resta che fare doppio click sul backup di proprio interesse. I file multimediali come foto e video si trovano nella cartella MediaDomain>DCIM ed eventuale dentro altra sottocartella, le memo vocali sempre in MediaDomain ma nella sotto cartella Recordings:

iBackup esportare file

Per esportare i file (qualsiasi tipo non solo quelli multimediali) dal backup al computer basterà selezionare quelli di proprio interesse, fare un click destro sulla selezione e nel menu contestuale cliccare l’opzione Export to Folder, dunque scegliere una cartella di destinazione dove si preferisce salvarli, il Desktop ad esempio. Se invece si desidera importare file dal computer al dispositivo, quest’ultimo ovviamente deve essere collegato al computer, una volta aperta la cartella appropriata alla tipologia di file in questione, nel menu contestuale del tasto destro del mouse cliccare l’opzione Add Files per aggiungerli.

Per quanto riguarda le applicazioni, come accennato prima con iBrowse ove è possibile, si possono esportare dati come ad esempio i savegames dei giochi per poi importarli, sempre con iBrowse, su un altro iPhone, iPad, iPod touch. Dunque tornati alla lista dei contenuti del backup, scorrere l’elenco fino ad individuare l’applicazione di proprio interesse, farci sopra un doppio click di mouse, accedere alla sottocartella Documents, dunque esportare il file savegame (come nell’esempio sotto in figura):

iBackup esportare savegame

Da premettere che non per tutti i giochi sarà possibile reperire il file savegame, e in alcuni casi i salvataggi del gioco potrebbero anche corrispondere a un file con nome differente (comunque la parola “save” nel nome potrebbe aiutare ad individuare il file opportuno).

Infine per esplorare nel backup ed eventualmente esportare  sul computer, sempre ove è possibile, dati relativi a SMS, email, note e quant’altro, nella lista dei contenuti del backup accedere nella sottocartella HomeDomain e sfogliare le varie sottocartelle. Seppur in questo senso il programma può risultare difficile ai neofiti, ad ogni modo gli utenti un po’ più avanzati, con iBrowse avranno occasione di reperire ulteriori e svariati dati dai backup.

Compatibile con Windows: XP, Vista, 7 e 8

Dimensione: 7.32 MB

Download iBrowse

LEGGI ANCHE: Recuperare da iPhone, iPad, iPod messaggi, contatti, foto, video e altri dati con EaseUS MobiSaver.

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…