Passa ai contenuti principali

WinMetro la schermata Start di Windows 8 su XP, Vista e 7

Quando Windows 8 venne rilasciato pubblicamente a fine del 2012, la principale novità del sistema operativo, la schermata Start, scatenò a freddo qualche prematura polemica dividendo gli utenti fra coloro che la vedevano di buono occhio e chi non.

A più di mezzo anno dal lancio ufficiale in milioni di utenti hanno avuto modo di provare e usare Windows 8 e di riconsiderare l’utilità della schermata Start come un secondo Desktop dal quale gestire, scaricare e usare applicazioni prese dallo Store di Windows proprio come si fa con gli smartphone e tablet iOS e Android, oltre ad avere accesso rapido ad altre funzionalità come ricerca dei file, impostazioni del PC e connessione alla rete, fruibili dalla laterale Charm bar.

Chi ancora non è passato a Windows 8 e al momento sta adoperando come sistema operativo Windows XP, Vista o 7, anche se non a pieno delle sue funzioni e caratteristiche, può provare un assaggio di schermata Start installando il piccolo programma gratis WinMetro sviluppato dalla nota IObit.

WinMetro porterà su questi sistemi operativi sia la schermata Start che la Charm bar di Windows 8, il tutto senza andare ad intaccare in alcun modo il registro di sistema o altre aree critiche; bensì agirà come un qualsiasi altro programma che all’occorrenza si potrà disinstallare quando e se lo si riterrà necessario.

Dopo averlo installato e avviato, una breve guida introduttiva illustrerà i punti salienti per la gestione della schermata Start e Charm bar di Windows 8 su XP, Vista e 7. WinMetro rispetta gli hot corner originali di Windows 8, dunque per richiamare la Charm bar basterà posare il cursore del mouse nell’angolo in basso a destra dello schermo (oppure usare la scorciatoia composta dai due tasti Windows+C) ed eccola comparire lateralmente:

WinMetro Charm bar

Come si può notare nell’esempio sopra in figura, dalla Charm bar si potrà aprire la schermata Start cliccando il pulsante Avvio, accedere allo strumento di ricerca file in stile Windows 8:

WinMetro ricerca file

così come alle Impostazioni del computer dalle quali si potrà ulteriormente avere accesso alle connessioni di rete, controllo volume del sistema, arresto, riavvio e standby del PC.

La schermata Start, vedi la prima immagine, inoltre può essere richiamata anche con l’altro hot corner predefinito di Windows 8 ovvero posando il puntatore del mouse nell’angolo in basso a sinistra dello schermo e facendo poi click sulla miniatura. Schermata Start che si presenterà graficamente quasi uguale all’originale:

WinMetro schermata Start Windows 8 su XP, Vista e 7

Come si avrà modo di vedere, essa riporta le principali app preinstallate su Windows 8 come Meteo, SkyDrive, Notizie, Bing, Mappe e via dicendo, più le icone di avvio rapido di alcuni programmi installati nel PC, alla cartella Immagini e alla cartella Tutti i programmi per visualizzare nella schermata Start tutti i software installati sul computer. Ovviamente non si potrà accedere allo Store dunque né scaricare e installare le applicazioni, in quanto funzionalità esclusiva del nuovo OS della Microsoft.

Facendo un click sul proprio nome utente comparirà un menu a tendina dal quale accedere alle impostazioni dell’account , disconnettere, mettere in standby, riavviare o spegnere il sistema. Con i tre pulsanti in alto a destra della schermata partendo da quello a sinistra si può accedere alle impostazioni di WinMetro, prima cosa da fare per settare il programma nella propria lingua; segue il pulsante Power da cliccare per spegnere, riavviare o mettere in standby il computer; infine la X per chiudere la schermata Start e tornare al Desktop (in alternativa per tornare al Desktop fare un click sull’omonima piastrella oppure sfruttare l’hot corner dell’angolo in basso a sinistra dello schermo).

Compatibile con Windows: XP, Vista e 7

Dimensione: 7.38 MB

Download WinMetro

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…