Passa ai contenuti principali

Nascondere i programmi su Windows al volo per non farsi scoprire

Se si è al PC in un luogo dove intorno ci sono altre persone, in ufficio ad esempio, e se si sta facendo altro al computer invece che lavorare, magari si è su Facebook, YouTube o si sta giocando a Solitario, per evitare guai sarebbe bene non farsi beccare in flagrante dal capo o dai colleghi che passando vicino potrebbero vedere la schermata, o la barra delle applicazioni con ridotte a icona le finestre compromettenti.

In passato abbiamo già visto alcune piccole applicazioni Windows che vengono in aiuto in tal senso consentendo di nascondere rapidamente le finestre dei programmi e quant’altro in un colpo solo quando è in arrivo qualcuno, Clicky Gone e Dad’s Around.

Hiddex è un altro programma gratis per Windows, non richiede installazione, con il quale è possibile nascondere (anche dalla barra delle applicazioni) al volo le finestre di tutti i programmi e processi in esecuzione e visualizzati sullo schermo, con un click di mouse o con un tasto della tastiera a propria scelta.

Facile da usare, una volta avviato Hiddex si presenterà con questa interfaccia grafica (sotto in figura):

Hiddex nascondere programmi Windows

Ovviamente i programmi da nascondere quando necessario vanno indicati preventivamente. Hiddex mostra tutti quelli attualmente in esecuzione, elencandoli nel primo riquadro in alto all’interfaccia “WINDOWS LIST”.

N.B. La modalità di visualizzazione dei programmi in elenco può essere modificata con le tre opzioni “Type”).

In questo riquadro, individuati i programmi di proprio interesse, procedendo uno alla volta, occorre farci sopra un doppio click di mouse per spostarli nel riquadro sottostanteTO HIDE” per far si che Hiddex li nasconda quando necessario, ovvero quando si premerà il tasto di emergenza che andremo ora a vedere come configurare.

Indicati i programmi non resta che configurare i tasti di emergenza da usare per nasconderli al volo. Per agire da tastiera, in “Keyboard hotkeys” dopo aver abilitato con un click il campo “H/S” premere nella tastiera il tasto che più si preferisce usare per nascondere quei programmi quando opportuno (io ho scelto F7). Attivare tale funzionalità cliccando Apply.

Per agire dal mouse, nel campo “Mouse hotkeys” abilitare una delle tre opzioni disponibili: la prima dall’alto nasconde i programmi quando si clicca il tasto centrale/rotellina del mouse; la seconda quando si fa scorrere la rotellina; la terza quando si poserà il puntatore del mouse in un angolo dello schermo. Scelta l’opzione che più si preferisce, abilitare la funzionalità cliccando Apply.

Finito. Adesso quando sarà necessario, per nascondere dallo schermo e dalla barra delle applicazioni di Windows all’istante i programmi in esecuzione, basterà premere il tasto di emergenza della tastiera o del mouse precedentemente configurato, ed ecco che non resterà alcuna traccia di alcuna attività proibita. Per visualizzare nuovamente i programmi nascosti premere il medesimo tasto di emergenza del mouse o della tastiera.

Fra l’altro la riapertura dei programmi nascosti si può proteggere con password. Per settare la password, nell’area di notifica della barra delle applicazioni di Windows cliccare l’icona di Hiddex con il tasto destro del mouse e nel menu contestuale fare click sulla voce “Protect” per abilitarla, dunque nella piccola di inserimento che verrà visualizzata subito dopo digitare la password di sblocco, la quale verrà richiesta per poter mostrare nuovamente i programmi che si è nascosto. Per cambiare password, nel menu contestuale cliccare la voce “Set Password”.

Compatibile con Windows: XP, Vista, 7 e 8

Dimensione: 270 KB

Download Hiddex

LEGGI ANCHE: Giochi nascosti in documenti Office per non farsi scoprire dal capo.

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…