Passa ai contenuti principali

Le prese elettriche nel mondo in un’immagine con Nazione associata

Visti gli attuali tempi e dispositivi tecnologici, per chi fa un viaggio e va in vacanza in un’altra nazione, oggi la prima cosa da mettere in valigia è sicuramente l’adattatore universale per prese elettriche se si vuole evitare di ritrovarsi la batteria scarica del proprio iPhone, iPad, iPod touch, o di qualsiasi altro cellulare e tablet, computer portatile e in generale di qualsiasi altro dispositivo che abbisogna di alimentazione elettrica per funzionare.

Ogni nazione infatti adopera uno standard di presa elettrica differente e che talvolta viene usato solo in quel Paese o in pochi altri. Ogni tipo di presa e spina elettrica, secondo la classificazione impiegata dagli Stati Uniti d’America, è identificato da una lettera associata alla nazione o nazioni che la utilizzano.

Tale classificazione va dalla lettera A alla lettera M e che nel dettaglio può essere consultata in questo articolo dedicato di Wikipedia. In questo articolo del sito Informazioni-turistiche.it è invece disponibile una tabella comoda da consultare che riporta gli standard elettrici di ogni nazione mondiale con tanto di tipo di presa, frequenza e voltaggio.

Oppure ancora più semplicemente ci si può fare visivamente un’idea delle differenti tipologie di prese elettriche nel mondo con questa immagine che le suddivide e raggruppa per nazione:

Prese elettriche nel mondo

Dunque va da se che prima di partire è bene procurarsi un adattatore universale per tutte le prese elettriche; apparecchio che si può facilmente reperire anche su internet per pochi euro (da 5 a 12 euro). Avere l’adattatore già a disposizione quando si arriva a destinazione, fra l’altro significa non dover cercare un negozio che li vende talvolta anche a prezzo maggiorato approfittando della disperazione dei turisti più sbadati che non hanno provveduto in tal senso.

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Windows 10 October 2018 Update risolto il problema che cancellava i file con l'aggiornamento

Lo scorso 5 ottobre Microsoft ha interrotto la distribuzione di Windows 10 October 2018 Update iniziata ufficialmente tre giorni prima, in quanto dopo l'aggiornamento su alcuni computer (solo sullo 0.001% delle installazioni) venivano cancellati file personali contenuti nelle cartelle Documenti, Immagini, Musica, Video, Download ecc.

Ma ieri con un post sul blog ufficiale di Windows è stato annunciato che gli ingeneri hanno identificato e risolto tutti i problemi noti che portavano a tale perdita di dati con l'upgrade a Windows 10 versione 1809.

Qual'è stata la causa del problema? La perdita dei dati ha interessato i file contenuti nelle cartelle Documenti, Immagini, Musica, Video, Download e via dicendo, reindirizzate in un percorso di destinazione diverso da quello predefinito (es. C\Users\NomeUtente\Documents); soluzione che alcuni adottano per risparmiare spazio sul disco di sistema archiviando, con il reindirizzamento delle cartelle, tali file su altre unità di memori…

Vedere il consumo elettrico dei programmi nel Task Manager di Windows 10

A partire dall'aggiornamento October 2018 Update, il Task Manager di Windows 10 ora mostra il consumo elettrico da parte dei programmi in esecuzione.

In questo modo è possibile individuare rapidamente i processi degli applicativi che incidono maggiormente a livello energetico quando il computer portatile è alimentato dalla solo batteria, e in base a tali informazioni decidere se terminare o meno i programmi più dispendiosi in questo senso, soprattutto se sono in esecuzione in background.

Per prima cosa è necessario aprire il Task Manager facendo un clic destro sulla barra delle applicazioni e qui nel menu contestuale cliccando la voce "Gestione attività"; oppure ci si può servire direttamente della combinazione dei tre tasti Ctrl+Shift+Esc.

LEGGI ANCHE: Cosa si può fare con il Task Manager di Windows 10

Qualora il Task Manager venisse eseguito in un piccola finestra, allora qui nell'angolo in basso a sinistra cliccare il link "Più dettagli" per visualizzare…