Passa ai contenuti principali

Come creare una foto cinemagraph con GIMP (foto con una parte animata)

Una cinemagraph o cinemagrafia in italiano, è un’immagine nella quale una parte di essa è animata dando così l’impressione a chi la guarda che possa trattarsi di un video mentre invece è una foto a tutti gli effetti. Per comprendere meglio e visivamente cos’è una cinemagraph dare uno sguardo a questa raccolta di cinemagrafie.

Per il loro suggestivo effetto tale tipologia di immagini ha riscosso un notevole successo tanto che nel tempo sono state sviluppate diverse applicazioni per dispositivi mobili come iPhone, iPad, iPod touch e Android per creare cinemagraph come ad esempio per citarne solo alcune le gratuite: Cinemagram e Echograph per iOS e Cinemagram e fotodanz per Android.

Invece per creare cinemagraph al computer ci si dovrà servire di GIMP, la nota alternativa gratuita a Photoshop, che funziona su Windows, Mac e Linux. Vediamo come procedere.

Azioni Preliminari – Procurarsi il video

Dato che le cinemagraph sono composte da una serie di fotogrammi di un filmato, è prima necessario disporre di una buona fotocamera in grado di filmare (possibilmente in HD e da piano fisso) la scena da trasformare poi in una foto cinemagrafica; oppure più semplicemente come ho fatto io, procurarsi un video HD da YouTube dal quale partire, io ho usato questo.

Azioni preliminari – Ritagliare la porzione del video

Una volta in possesso del video è necessario estrarre da esso tutti i fotogrammi. Ma dato che soli pochi secondi di filmato contengono centinaia di fotogrammi, per evitare di ritrovarsi migliaia di immagini è bene provvedere preventivamente nel tagliare una breve porzione del video (ovviamente la porzione dove è presente l’animazione che si desidera usare nella cinemagraph) ed estrarre i fotogrammi soltanto da essa e non da tutto il filmato.

Per tagliare lo spezzone di mio interesse dal video ho usato il programma gratis FormatFactory (ad ogni modo ognuno può usare qualsiasi altra alternativa) nel quale dopo aver indicato il filmato (scegliendo come formato di conversione lo stesso del filmato originale), accedendo nelle Opzioni, in “Imposta Intervallo” è possibile indicare l’ora di Inizio e di Fine dello spezzone da estrarre (possibilmente di pochi secondi, io ne ho indicati sei) e una volta confermato cliccando OK, non resta che cliccare il pulsante Vai per avviare il tutto e ottenere così solo quella porzione di video escludendo automaticamente tutto il resto:

FormatFactory tagliare spezzone video

Azioni preliminari – Estrarre i fotogrammi dal video

Adesso non resta che estrarre i fotogrammi dallo spezzone video e per fare ciò ho usato il programma gratis Free Video to JPG Converter (anche in questo caso ognuno è libero di usare altre applicazioni alternative). Una volta installato (durante l’installazione disattivare la sotto-installazione dei software partner) e avviato:

Free Video to JPG Converter estrarre fotogrammi da video

cliccare il pulsante “Aggiungi file” per indicare il video (lo spezzone) e in “Estrai” abilitare l’opzione “Ogni fotogramma” per estrarre tutti i fotogrammi dal filmato; dunque specificare la cartella dove si preferisce vengano estratti e avviare il tutto cliccando il pulsante Converti.

Anche se lo spezzone video dura pochi secondi, i fotogrammi estratti potrebbero essere parecchi. Nel mio caso da un video di sei secondi sono venuti fuori 180 fotogrammi, ma per creare la cinemagraph userò soltanto i primi dieci.

Come creare una foto cinemagraph con GIMP

1. Avviare GIMP, nella barra dei menu cliccare “File>Apri come livelli e indicare i fotogrammi da aprire e usare per creare la cinemagraph; i fotogrammi devono essere indicati in ordine consecutivo (es. fotogramma 1, 2, 3, 4, 5 oppure 10, 11, 12, 13, 14 e via dicendo) non a salti (es. fotogramma 4, 3, 1, 5, 2):

GIMP apri immagini come livelli

2. Caricati i fotogrammi, nel pannello Livelli rimuovere la Visibilità elemento (ovvero rimuovendo con un click la rispettiva icona dell’occhio) a tutti i fotogrammi/livelli tranne al primo che è lo Sfondo e al secondo fotogramma/livello, come nell’esempio sotto in figura:

GIMP rimuovere Visibilità elemento

3. Sempre in Livelli, adesso con un click selezionare il secondo fotogramma/livello e nel pannello Strumenti abilitare lo strumento “Selezione a mano libera” (i lazzo) per tracciare nella foto la porzione per la quale conservare l’animazione, come nell’esempio sotto in figura:

GIMP tracciare area per la cinemagraph

Nel mio caso, la caffettiera, ho scelto di tracciare l’area del beccuccio di sfogo per conservare l’animazione del caffè che esce dalla caldaia.

4. Dopo aver selezionato l’area da conservare, nella barra dei menu cliccare “Seleziona>Salva nel canale” e subito dopo “Seleziona>Niente”.

5. Ora tornare al pannello Livelli e partendo dall’ultimo fotogramma/livello, uno ad uno tranne il livello/fotogramma di Sfondo, cliccarli con il tasto destro del mouse, nel menu contestuale cliccare la voce “Aggiungi maschera di livello” e nell’omonima finestra che verrà visualizzata selezionare l’opzione “Canale>Maschera di selezione – copia” (come nell’esempio sotto in figura):

GIMP Aggiungi maschera di livello

Ripetere lo stesso procedimento per ogni fotogramma/livello in lista escluso il fotogramma/livello di Sfondo.

6. Finito. Non resta che salvare l’immagine; dunque nella barra dei menu cliccare File>Salva una copia e salvare la foto in formato GIF. Nella finestra Esporta file che verrà visualizzata selezionare l’opzione “Salva come animazione”, confermare cliccando il pulsante Esporta e nella finestra successiva cliccando il pulsante Salva. Ed ecco che si avrà così creato e ottenuto la propria cinemagraph, nel mio caso:

Caffettiera in cinemagraph Per chi ne avesse necessità, ho girato il video tutorial Come creare foto cinemagraph con GIMP:

Commenti

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…