Passa ai contenuti principali

Quick Disaster Recovery ripristina le funzionalità di Windows dopo un attacco virus

A seconda dei casi quando un computer viene infettato dai virus è possibile che si perda il controllo di alcune funzionalità del sistema operativo, come ad esempio del Task Manager, della finestra Esegui, del registro, opzioni delle cartelle e via dicendo.

In questi casi è bene provvedere nell’individuare i malware che stanno infettando il PC e ad eliminarli, usando il programma antivirus già installato oppure se non bastasse o come alternativa, servendosi di uno o più di questi migliori programmi gratis per trovare ed eliminare malware dal PC.

Ad ogni modo molto probabilmente anche dopo la rimozione delle infezioni, le funzionalità di Windows disattivate dai virus potrebbero ancora non funzionare. In tal caso potrebbe tornare utile l’applicazione gratuita Quick Disaster Recovery, l’avevamo già conosciuta in questo post, che con la sua ultima versione consente di riattivare con un click le principali funzionalità di Windows dopo un attacco virus, quelle principali e alle quali proprio per questo puntano i malware.

Più nel dettaglio con Quick Disaster Recovery è possibile riabilitare nuovamente il Task Manager, il menu Start>Esegui, l’editor del registro di sistema, le opzioni delle cartelle, il prompt dei comandi cmd, visualizzare nuovamente i file nascosti, riabilitare la ricerca e interrompere la disconnessione/connessione continua dell’account.

Una volta avviato, non richiede installazione quindi comodo da portare su chiavetta USB, Quick Disaster Recovery si presenterà con questa interfaccia (sotto in figura):

Quick Disaster Recovery

dove nella colonna Fixes sono riportati i pulsanti delle rispettive funzionalità Windows che è in grado di riabilitare (se il pulsante non è cliccabile significa che quella funzionalità non è stata disabilitata dal malware). Nella colonna Tools vengono messi a disposizione tre pulsanti/funzioni:

Task Manager Replacment – Un rimpiazzo temporaneo del Task manager di Windows da usare per terminare i processi e servizi in esecuzione di proprio interesse e/o per aprire la relativa cartella di destinazione;

Startup items – Mostra i programmi aggiunti all’avvio di Windows, utile per individuare la presenza di eventuali malevoli o file indesiderati;

Delete Internet Temp Files – Per cancellare i file temporanei di internet.

Quick Disaster Recovery è dunque un valido strumento per riprendere il controllo delle principali funzionalità del sistema operativo disattivate dai virus, ovviamente è di fondamentale importanza per la sicurezza provvedere ad individuare ed eliminare l’infezione.

Compatibile con Windows: XP, Vista, 7 e 8

Dimensione: 68 KB

Download Quick Disaster Recovery

Commenti

  1. KINGSOFT ANTIVIRUS,COME TI SCRISSI TEMPO FA,E' UN PRODOTTO ECCELLENTE; DUNQUE SEGUIRO' ,SEMPRE, CON ATTENZIONE, I TUOI SUGGERIMENTI E PROPOSTE. PURTROPPO,NELLA REALTA', ANTIVIRIALE, NON E' COSE',E MI SPIEGO: APPENA INSTALLO SU W-8,64 BIT,KINGSOFT,SI DISATTIVA W-DEFENDER...QUAL.E' LA PORCEDURA CORRETTA,PER FARLI CONVIVERE? EBBENE CHE QUALCUNO INFORMI L.AZIENDA PRODUTTRICE DI QUESTA INCOMPATIBILITA' PERALTRO SUPERATA DA AVAST E COMDODO ANTIVIRUS, CHE ,INVECE, FANNO CONVIVERE, E PROSPERARE.KINGSOFT ANTIV. CORDIALMETE E CIAO..PRIMA DI PARTIRE E DIPARTIRE... PER LA GROELANDIA DOVE..."SVERNERO' " LA CALURA ESTIVA..COLA' INESISTENTE, TRA FOCHE ORSI,CERBIATTI E CERBIATTE BMEGATTERE E BALENOTTERE........ CIAO.ADAMAS

    RispondiElimina
  2. ciao winni sono Ale,, ho scaricato questo programma, ma mi spunta come un blocc note,lo apro e ci sono tantissime scritte,, per caso avrei bisogno qualche programma che mi fa legere questo Quick Disaster Recovery ?
    P.S
    da premettere che io non ho nessun programma di decompressione, tipo win rar, o win zip,solo quello che ha integrato windows ciaoooo

    RispondiElimina
  3. Adamas, purtroppo è così, Windows Defender su Windows 8 appena rileva un altro programma antivirus si disabilita automaticamente, leggi questa discussione:

    http://pcdoctor.kingsoft.com/forum/viewtopic.php?f=2&t=1192&start=0

    RispondiElimina
  4. Ciao Ale. L'archivio di Quick Disaster Recovery contiene soltanto l'eseguibile del programma, ovvero il file "QuickDisasterRecovery.exe". Decomprimi l'archivio usando uno di questi programmi gratis:

    http://www.guidami.info/2010/10/migliori-alternative-gratis-winrar-e.html

    oppure uno di questi servizi online:

    http://www.guidami.info/2013/07/decomprimere-online-file-archivi-rar.html

    RispondiElimina
  5. SECONDO ME E KINGSOFT ANTIVIRUS CHE DEVE RENDERSI COMPATIBILE CON W-DEFENDERE, MI PARE CHE LO FACCIA,ADEGUATAMENTE, AVAST ED AVG.SE RICORDO BENE. COMUNQUE HO RICONTROLLATO CON OPSWAT SECURITY SCORE, MI DA 95 SU CENTO DI PUNTI CON KINGSOFT ANTIVIRUS E SPYE SEARCH DESTORY, MENTRE W- DEFENDER, MI DA ADDIRITTURA SENZA SPY E DESTROY...ADDIRITTURA 97 PUNTI SU CENTO DUNQUE PENSO CHE MOLTI PARLANO MALE DI WINDOWS DEFENDER SOLO PER BUSSINESS OD ANTIPATIA.IN SINTESI W DEFENDER E' UN OTTIMO ANTIVIRUS---TALMENTE OTTIMO...CHE NON ACCETTA ALTRI ANTIVIRUS INTEGRATIVIVI.MORALE DELLA FAVOLA...MI TENGO 6 MESI W-DEFENDER----SEI MESI KINGSOFT. CIAO E GRAZIE DALLA GROELLANDIA....ADAMAS

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…