Passa ai contenuti principali

Fare più screenshot in automatico catturando lo schermo a intervalli definiti dall’utente

Fare più screenshot in automatico catturando lo schermo a intervalli definiti dall’utente

Catturare screenshot, ovvero salvare in un’immagine quello che è visualizzato nello schermo del computer, è un’azione che può rivelarsi utile in varie circostanze, magari per spiegare a un amico come procedere per la configurazione di un qualche servizio o programma, per ricevere aiuto su un forum catturando e pubblicando la schermata di un errore del PC e via dicendo.

Il modo più semplice per fare screenshot è quello di premere nella tastiera il tasto Stamp | R Sist per catturare lo schermo e poi incollare l’immagine su Paint oppure GIMP, PhotoShop, ma anche su Microsoft Word, OpenOffice, LibreOffice e in generale su qualsiasi altro programma che lavora con le immagini.

Tale metodo però non serve se l’esigenza è quella di fare screenshot in automatico a intervalli di tempo definiti dall’utente senza che quest’ultimo debba intervenire. Per fare ciò infatti è necessario servirsi di software appositi come i gratuiti: CaptureIt Plus, AutoScreenCap, Automatically Take Screenshots Software, Appnimi Auto Screen Capture.

Sempre per i sistemi operativi Windows, anche per Windows 8, per catturare più schermate al PC in automatico ogni TOT tempo indicato dall’utente può tornare utile il programma gratis Auto Screenshot Capture, di ridotte dimensione e facile da usare. Vediamo come funziona.

Una volta installato e avviato, nella barra degli strumenti del programma fare clic su File>Settings (oppure servirsi della scorciatoia Alt+F7) per accedere alla finestra di configurazione dell’applicazione (sotto in figura):

Automatic Screenshot Capture

Nella quale in:

Screenshot Location – Cliccare il pulsante Browse per indicare la cartella nella quale si desidera vengano salvate le schermate catturate dal programma;

Time Delay betwen Auto Screenshot Capture in Second(s) – Digitare ogni quanti secondi deve essere catturata ogni schermata al PC;

Count of Screenshots to Capture Automatically – Indicare il numero di screenshot da catturare, raggiunto il quale il programma smetterà di catturare altre schermate al PC.

Confermare cliccando OK. Ora, prima di avviare l’autocattura dello schermo, nella barra degli strumenti del programma cliccando Screenshot Format è possibile indicare il formato immagine nel quale devono essere salvati gli screenshot effettuati; di default è settato il formato JPEG ma all’occorrenza è possibile scegliere anche fra BMP, PNG e GIF.

Per dare inizio all’autocattura dello schermo si può procedere in due modi: il primo dalla barra degli strumenti del programma facendo clic su File>Start Automatic Screenshot Capture, oppure dall’icona del programma mostrata nella barra di Windows vicino all’orologio cliccandola con il tasto destro del mouse e nel menu facendo clic sulla medesima voce Start Automatic Screenshot Capture; per interrompere la cattura cliccare la voce Stop Automatic Screenshot Capture.

Inoltre nel caso in cui invece si abbia l’esigenza di catturare nell’immediato un singolo screenshot con Auto Screenshot Capture, nella barra degli strumenti (dal menu File) o agendo dall’icona del programma nella barra di Windows, basterà fare clic sulla voce Capture screenshot Now.

Compatibile con Windows: XP, Vista, 7 e 8

Dimensione: 4.37 MB

Download Automatic Screenshot Capture

Commenti

  1. come posso evitare i continui screenshot che il mio android fa automaticamente ad intervalli sconosciuti ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma questo è un programma per Windows non per Android. Sul telefono controlla le app che hai installato e individua la responsabile. In Galleria la cartella di quegli screenshot o le foto potrebbero riportare il nome dell'app o parte di esso.

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Scaricare video da ogni sito internet – Migliori programmi gratis per farlo

Scaricare video da internet è un’operazione ormai comune a tutti. La maggior parte degli utenti ha imparato bene come fare il download dei filmatidalla rete.

Ma la tendenza per la stragrande maggioranza degli utenti è quella di scaricare video sempre dagli stessi siti, tendenza in parte dovuta alla loro popolarità, al tanto materiale disponibile e alle varie risorse gratis sviluppate appositamente per fare il download da quei siti.

Però bisogna ricordare che oltre ai soliti noti, internet brulica di tanti altri portali video ricchi di contenuti di vario tipo e genere. L’unico problema potrebbe essere quello di non sapere come fare a scaricare i video nel PC anche da questi siti, magari perché non esistono estensioni dedicate o software appositi.

A tale proposito sotto a seguire andiamo dunque a vedere una lista dei migliori programmi gratis per scaricare video praticamente da ogni sito internet, anche da quelli dove normalmente è impossibile farlo.

1. aTube Catcher
Ne avevamo parlato de…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…

3 modi per aumentare il volume dei file video se l'audio è troppo basso

Alcune volte può capitare che riproducendo un file video al computer, un film scaricato da internet ad esempio, l'audio sia troppo basso e di conseguenza si faccia fatica a sentire i dialoghi anche aumentando al massimo il volume del player multimediale e/o del computer stesso.

Se si sta usando un computer fisso si può rimediare facilmente alzando il volume delle casse collegate al case, mentre invece il discorso cambia se si sta usando un computer portatile per il quale per ovvie ragioni di comodità, specialmente se si è fuori casa, non si avranno sicuramente con se le casse esterne da collegare al PC, di conseguenza aumentare il volume del lettore e del computer stesso potrebbe rivelarsi essere non sufficiente per ottenere un livello audio accettabile.

In tali circostanze si può comunque risolvere abbastanza rapidamente riproducendo il video su alcuni player multimediali provvisti di apposita opzione che permette di aumentare ulteriormente il volume anche se lo si è già portato …