Passa ai contenuti principali

Operatori Gmail per cercare le email in modo specifico e più veloce

Operatori Gmail per cercare le email in modo specifico e veloce

I client di posta elettronica online (le webmail) nel tempo sono diventati sempre più capienti e in riferimento a questa particolarità Gmail è tra i più “generosi”, infatti basti pensare che per ogni account mette a disposizione oltre i 10 GB di spazio di archiviazione, impossibile da riempire dalla maggior parte degli utenti soprattutto per chi fa un uso comune della posta elettronica.

Tutto questo spazio consente quindi di archiviare tutte le email ricevute e inviate senza doversi più preoccupare di cancellarle di tanto in tanto dalla casella di posta per liberare memoria. In questo modo tra l’altro sarà possibile reperire in ogni momento vecchie email inviate o ricevute qualora ce ne fosse bisogno. Ma quando le email archiviate sono qualche centinaio o anche di più, andare a cercare uno specifico messaggio di posta elettronica può rivelarsi decisamente arduo, a patto che non si sappia come fare.

Infatti restando nello specifico di Gmail, servendosi degli operatori (dei filtri di ricerca) è possibile trovare facilmente le email di proprio interesse fra il “mucchiosenza dover sfogliare l’intero archivio. Come si avrà avuto sicuramente modo di notare, nell’interfaccia grafica di Gmail in alto alla pagina viene messo a disposizione un motore di ricerca che si può usare per trovare le email di proprio interesse in modo di base o avanzato.

Per quanto riguarda la modalità di base si può sfruttare il motore di ricerca digitando al suo interno l’indirizzo email di proprio interesse, o parte di esso o ancora il nome del mittente premendo poi Invio per confermare. Le email verranno così filtrate in maniera tale da visualizzare solamente quelle inviate e/o ricevute che hanno a che fare con il nominativo indicato, come nell’esempio sotto in figura:

Motore di ricerca Gmail

Invece per ricercare le email Gmail in modalità avanzata ci si può servire delle apposite Opzioni di ricerca cliccando la freccetta evidenziata in verde nell’immagine qui sopra. Subito sotto verrà infatti visualizzata una finestra attraverso la quale applicare differenti filtri per trovare soltanto le email di proprio interesse (sotto in figura):Opzioni di ricerca Gmail

Ad esempio è possibile indicare di effettuare la ricerca in Tutti i messaggi oppure solo nel Cestino, nella Posta in arrivo, Bozze, Chat, Spam e altre directory della webmail; è anche possibile indicare di trovare email inviate o ricevute Da o A, oppure l’oggetto della mail, o ancora le email che contengono o meno nel messaggio determinate parole o allegati.

Inoltre per quanto riguarda la ricerca avanzata Google ha anche pubblicato una lista di Operatori Gmail da usare per trovare rapidamente i messaggi di posta elettronica di proprio interesse e da usare in alternativa alla finestra Opzioni di ricerca appena descritta. In questo caso gli operatori vanno inseriti nel motore di ricerca della propria casella Gmail. Fra i più utili troviamo:

from: per trovare email inviateci da una specifica persona, ad esempio from:vinnie (ovvero le email inviate da vinnie)premere Invio per confermare;

to: per trovare email inviate a una specifica persona, ad esempio to:vinnie (ovvero le email inviate a vinnie);

subject: per trovare email che contengono una specifica parola nell’oggetto, ad esempio subject:cinema (ovvero le email che nell’oggetto hanno la parola cinema);

has:attachment per visualizzare soltanto le email che contengono un allegato; è possibile combinare questo operatore con altri operatori ad esempio has:attachment from:vinnie (per mostrare le email che contengono un allegato inviate da vinnie);

filename: per trovare allegati email per nome o per tipo, ad esempio filename:relazione o filename:.txt (ovvero l’allegato dal nome relazione o con formato .txt);

in:anywhere per trovare email in qualsiasi directory di Gmail che contengono una specifica parola, ad esempio in:anywhere cinema (ovvero le email che contengono la parola cinema);

" " (le virgolette) per ricercare una frase esatta contenuta in una email, ad esempio “la riunione è alle” (ovvero l’email che nel messaggio contiene la frase la riunione è alle);

is:chat per cercare messaggi di chat che contengono una specifica parola, ad esempio is:chat gelato (ovvero un messaggio di chat nel quale c ‘è la parola gelato).

Su questa pagina è possibile consultare per intero la lista degli operatori Gmail attualmente a disposizione.

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…