Passa ai contenuti principali

Fare il backup del registro di sistema per ripristinarlo in caso di problemi dovuti a software o malware

Programma per fare copia di backup del registro di sistema di Windows e ripristinare in caso di problemi dopo modifiche o infezioni virus
Per ragioni di sicurezza in via preventiva su i computer Windows oltre che a creare una copia di backup e/o a creare un’immagine del sistema operativo sarebbe bene creare una copia di backup anche del registro di sistema.

Il registro di sistema di Windows infatti è un database nel quale sono contenute tutte le opzioni e impostazioni del sistema operativo e di tutti i programmi installati. Se qualche dato, chiave o valore nel registro venisse accidentalmente eliminata o danneggiata, a seconda dei casi potrebbe venire compromesso il funzionamento degli eventuali software interessati oppure ancora peggio del sistema operativo stesso, anche seriamente, costringendo nei casi più gravi a un ripristino di Windows o alla formattazione.

Inoltre c’è da tenere in considerazione che quando si installano programmi nel computer, per poter funzionare essi vanno ad aggiungere voci nel registro di sistema. Di conseguenza quando si ha a che fare con software di dubbia affidabilità, in alcune circostanze, soprattutto con la procedura di disinstallazione, queste applicazioni potrebbero andare ad interessare chiavi di registro importanti per il funzionamento di altri software o di Windows dando luogo così a possibili conseguenti problematiche. Anche un attacco di virus e/o di malware di vario tipo può compromettere seriamente il registro di sistema; ecco perciò perché è importante fare il backup del registro di sistema periodicamente o almeno prima di installare un nuovo programma nel PC.

Con il software gratis Tweaking.com - Registry Backup, fra l’altro disponibile anche in versione portable, fare la copia di backup del registro di sistema di Windows per poterlo ripristinare in caso di errori e problemi è piuttosto facile e veloce. Tweaking.com - Registry Backup consente di creare il backup manualmente (ci vuole un solo clic di mouse) oppure di programmare a piacimento la creazione automatica dei backup tramite la funzione Operazioni pianificate di Windows.

Come creare una copia di backup del registro di sistema con Tweaking.com - Registry Backup
Una volta avviato Tweaking.com - Registry Backup si presenterà con questa interfaccia grafica (sotto in figura): Tweaking.com - Registry Backup creare backup del resgistro di sistema di Windows nella quale per avviare la creazione di una copia di backup del registro di sistema, nella scheda Backup Registry dopo aver selezionato tutte le voci di registro visualizzate in lista, non resta che cliccare il pulsante Backup Now evidenziato in rosso. L’operazione per completarsi impiegherà meno di un minuto e al termine da impostazioni predefinite il backup creato verrà salvato in Risorse del computer>Disco locale (C:) > RegBackup.

Come ripristinare il registro di sistema con Tweaking.com - Registry Backup
Per ripristinare il registro di sistema agendo dalla copia di backup precedentemente creata con Tweaking.com - Registry Backup, nell’interfaccia grafica del programma si deve accedere nella scheda Restore Registry e come nell’esempio sotto in figura: Tweaking.com - Registry Backup ripristinare nackup del registro di sistema di Windows cliccare il pulsante evidenziato in giallo e selezionare il backup da ripristinare (in caso di diversi backup creati è possibile distinguerli l’uno dall’altro in base alla data e all’ora di creazione di ognuno di essi). Avviare il ripristino cliccando il pulsante Restore Now evidenziato in rosso.

Pianificare la creazione dei backup del registro di sistema con Tweaking.com - Registry Backup
Nel caso in cui si volesse automatizzare la creazione dei backup del registro, nell’interfaccia grafica di Tweaking.com - Registry Backup accedere nella scheda Settings e come nell’esempio sotto in figura: Tweaking.com - Registry Backup Settings cliccare il pulsante Create Schedule evidenziato in fucsia e dopo aver confermato con OK la finestra di notifica “Schedule created” a seguire cliccare il pulsante Edit Schedule evidenziato in rosso per programmare a piacimento l’Operazione pianificata in questione facendo, nell’omonima finestra Windows che verrà visualizzata, doppio clic sul file Tweaking.com - Registry Backup per gestirne la Pianificazione (come nell’esempio sotto in figura): Tweaking.com - Registry Backup pianificare la creazione automatica dei backup del registro di sistema di Windows indicando quando Tweaking.com - Registry Backup deve creare automaticamente una copia di backup del registro di sistema: all’accesso di Windows, ogni giorno alle.., ogni settimana alle.., quando il PC è inattivo o come meglio si preferisce; confermare la pianificazione cliccando Applica e OK. Finito. Da ora in avanti Tweaking.com - Registry Backup provvederà automaticamente a creare il backup del registro ogni volta che verrà soddisfatta la tempistica pianificata.

Nella scheda Settings del programma, come si può notare in corrispondenza del campo Auto Delete Old Backups evidenziato in giallo (vedi penultima figura), da impostazioni di default Tweaking.com - Registry Backup è abilitato per cancellare automaticamente i backup creati più vecchi di 30 giorni. All’occorrenza è possibile disabilitare tale funzione rimuovendo la flag dalla casella Enable, oppure modificare l’intervallo di tempo di cancellazione immettendo a piacimento un valore differente da 30 Days or older.

Compatibile con Windows: 2003, 2008, XP, Vista, 7, 8, 8.1, 10 | Dimensione: 3.84 MB | Download Tweaking.com - Registry Backup

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…