Passa ai contenuti principali

Octane test per misurare quale browser è più veloce su PC, tablet e smartphone

Octane test per misurare quale browser è più veloce su PC, tablet e smartphone

Ancora in tanti tendono a sottovalutare la scelta del browser internet più adatto al proprio PC, magari per scarsa informazione sull’argomento oppure perché si è installato quello suggerito da un amico.

Ma la scelta del browser web non è da prendere sottogamba in quanto installando quello giusto in base alla configurazione hardware del computer esso consentirà di navigare in internet più rapidamente, viceversa l’esperienza sul web potrebbe invece rivelarsi meno performante se il browser installato e che si sta adoperando non è quello più opportuno.

Dunque per decretare con sicurezza quello che gira meglio sul proprio computer sarebbe bene installare almeno tre browser nel PC, i più popolari Chrome, Firefox, Internet Explorer (all’occorrenza anche Opera e Safari) e sottoporli ad appositi test per misurare le loro prestazioni e conoscere così il nome del più performante. Per tale scopo in questo articolo abbiamo già parlato del benchmark Peacekeeper con il quale effettuare tali misurazioni.

Octane è un altro benchmark concepito da Google con il quale misurare le performance dei motori JavaScript (per l’esecuzione di applicazioni web, giochi e quant’altro gira in ambiente JavaScript) dei browser moderni installati nel PC, tablet e smartphone al fine di individuare in base al punteggio finale ottenuto il migliore per la configurazione della piattaforma in uso.

Al momento Octane prevede tredici test per ognuno dei quali si possono ottenere maggiori informazioni su questa pagina nel caso in cui si volesse capire a cosa servono. Il funzionamento è piuttosto semplice, una volta collegati con la Home Page di Octane non resta altro che fare clic sul pulsante Run it now! e nella pagina successiva fare clic sul Start Octane per iniziare il benchmark.

Al termine delle misurazioni (il tempo richiesto non supera il minuto), al browser verrà assegnato un punteggio (Octane Score). Più il punteggio è alto migliori sono le performance del browser. Dunque dopo aver misurato quelli installati nel computer, il browser con il maggiore punteggio è quello più performante, ovvero il migliore da usare sul PC in questione.

Octane Google benchmark

Nel mio caso, su Windows XP questi sono i punteggi assegnati ai browser installati e testati con Octane:

Google Chrome (versione 19) 6700

Firefox (versione 14) 4524

Opera (versione 12) 2170

Safari (versione 6) 1997

Ovvero Google Chrome è il browser che gira più veloce sul mio PC rispetto a tutti gli altri testati. Octane non funziona con Internet Explorer 8 e 9, in questa pagina si può consultare l’intera lista dei browser compatibili e non.

Per ottenere misurazioni il più precise possibile attenersi a questi consigli degli sviluppatori di Octane:

- Assicurarsi che sul computer non ci siano altri programmi in esecuzione e che il sistema operativo non stia effettuando alcun intervento come ad esempio gli aggiornamenti, andrebbe disattivato anche l’antivirus;

- Le impostazioni di risparmio energetico / CPU del computer devono essere settate su "massime prestazioni". In questo modo il sistema operativo non entrerà in una modalità di risparmio energetico durante l'esecuzione di Octane riducendo la velocità del processore;

- Attendere 30 secondi dopo il lancio il browser prima di avviare il benchmark Octane in maniera tale da assicurarsi che il browser abbia finito eventuali operazioni in background iniziale (come l'aggiornamento automatico). Per ogni esecuzione del benchmark, il browser dovrebbe essere riavviato in modo che il browser venga rinizializzato;

- Effettuare più misurazioni nel corso del tempo e calcolare la media in quanto potrebbero incorrere alcuni fattori esterni al browser che potrebbero dare luogo a punteggi più alti o più bassi.

Commenti

  1. Trattandosi di un test che parte da Google, non ti sembra di parte?
    Anche io ho ottenuto il punteggio più alto con Chrome, ma non vuol dire che spesso non si "impunti" sulla prima pagina.
    Poi clicco sul solito google.com e parte come una scheggia, ma non su tutti i siti... quasi tutti. :-)

    RispondiElimina
  2. Ciao rico, reputo Google troppo serio per cadere in un eventuale piccolezza simile. Ho effettuato il benchmark su XP e 7 con Peacekeeper e Chrome ha vinto in entrambi i casi. Stessa cosa con Octane.

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…