Passa ai contenuti principali

Grafici visuali per vedere lo spazio usato nell’hard disk - JDiskReport

Grafici visuali per vedere lo spazio usato nell’hard disk - JDiskReport

E’ vero che gli hard disk dei computer di oggi sono più capienti rispetto al passato, ma è anche vero che nonostante ciò si riesce sempre e comunque a riempirli.

In particolar modo il disco fisso dove c’è installato il sistema operativo del computer non si deve mai riempire al limite della sua capacità in quanto se a disposizione resta poca memoria il sistema operativo stesso ne risentirà con sintomi come rallentamenti, blocchi e inconvenienti vari.

E’ bene dunque lasciare un po’ di spazio libero (almeno una decina di gigabyte) per prevenire tali problematiche. Se la memoria è agli sgoccioli è dunque necessario fare un po’ di pulizia sull’hard disk eliminando tutti i file inutili o di troppo che occupano maggior spazio. Per questo scopo, ovvero per individuare i file più grossi ci si deve servire di appositi programmi che consentono di farlo. Ne abbiamo già scoperti alcuni come ad esempio: Largest Files Finder, DiskSavvy, RidNacs e altri ancora.

Per il medesimo fine JDiskReport è un altro valido programma gratis per trovare e vedere i file che occupano più spazio nel disco rigido. Il bello di questo software è che mostra in grafici visuali la ripartizione della memoria occupata dalle cartelle e dai corrispondenti file in esse contenuti. C’è il grafico a torta, ad anello e a barre. Ma inoltre JDiskReport mostra anche i 50 file più grossi, la distribuzione dei file in differenti intervalli di dimensione, la distribuzione della modifiche in date e la ripartizione dei file in tipologie di formato.

Con JDiskReport è possibile analizzare lo spazio occupato dell’intero hard disk oppure a propria discrezione di quello usato da specifiche cartelle. Facile da adoperare, una volta installato e avviato il programma nella schermata iniziale fare clic sulla voce Scan a file tree, dunque nella finestra Choose Directory che verrà visualizzata (sotto in figura):

JDiskReport indicare cartella da analizzare

si deve indicare la directory che si desidera analizzare (nel mio caso la cartella dei Programmi), ma ad esempio si può scegliere la cartella Immagini, oppure Video, Musica, l’intero disco fisso (da Risorse del computer) e così via. Subito dopo JDiskReport scansionerà la cartella selezionata e terminata l’analisi visualizzerà il grafico della ripartizione della memoria sul disco occupata dai file presenti all’interno della directory indicata (esempio sotto in figura):

JDiskReport grafico visuale dello spazio occupato dai file nell'hard disk

Tra l’altro il grafico è interattivo, ovvero si può cliccare la porzione (fetta) desiderata per accedere alla corrispondente e ulteriore ripartizione della memoria in uso. Esso mostra la dimensione totale della directory principale e in fette le altre sotto directory più voluminose. Tutte le sottocartelle presenti nella directory principale si possono analizzare graficamente una per una selezionando quella di proprio interesse nel menu laterale a sinistra evidenziato in rosso. Per cambiare tipologia di grafico servirsi dei pulsanti visualizzati all’interno della area evidenziata dal riquadro verde.

Navigando l’interfaccia in schede (evidenziate in fucsia) come accennato in apertura vengono mostrati in lista in ordine decrescente i 50 file più grossi contenuti nella directory indicata (Top 50), la distribuzione dei file in differenti intervalli di dimensione (Size Dist), la distribuzione della modifica in date (Modified) e la ripartizione dei file in tipologie (Types). In questo modo a disposizione si avranno così tutti gli strumenti necessari per individuare i file che occupano più memoria nell’hard disk del PC.

Compatibile con Windows: 98, M3, 2000, 2003, XP, Vista e 7 | Mac e Linux

Dimensione: 612 KB

Download JDiskReport

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attenti alla Pulizia disco di Windows 10 v1809: può cancellare i file dalla cartella Download

La Pulizia disco è uno strumento integrato in Windows, attraverso il quale è possibile liberare spazio di archiviazione cancellando file temporanei, delle precedenti installazioni del sistema operativo, dal Cestino e via dicendo.

Su Windows 10 con l'aggiornamento October 2018 Update, a tale strumento è stata aggiunta la nuova opzione di pulizia "Download" la quale permette di cancellare il contenuto di tale cartella.

Per impostazione predefinita l'opzione "Download" è deselezionata, e quando si vuole eseguire la pulizia disco è necessario assicurarsi che non sia selezionata nel caso in cui si volesse impedire che i file scaricati da internet vengano cancellati da questa directory.

Come negli esempi sopra in figura, l'opzione di pulizia della cartella "Download" si trova sia nella versione classica dello strumento Pulizia disco (che si esegue portandosi in "Questo PC", facendo poi un clic destro sul "Disco locale (C:)", nel …

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…