Passa ai contenuti principali

Convertire un video in exe per vederlo su PC senza codec e player

Convertire un video in exe per vederlo su PC senza codec e player

Per poter vedere un film o in generale file video al computer è necessario che nel sistema siano installati i giusti codec audio e video oppure che il filmato venga riprodotto con un player multimediale che ha i codec integrati.

Queste soluzioni le si avrà sicuramente adottate per il PC di casa o comunque personale, ma se si sta adoperando il computer di lavoro o di scuola sul quale non ci sono e/o non è possibile installare codec o player multimediali come ci si deve comportare ?

La soluzione più semplice è quella di procurarsi un player multimediale in versione portable dotato di codec, VLC ad esempio, e caricarlo sulla chiavetta USB insieme ai video che si desidera riprodurre sul computer in questione. Ma c’è anche un’altra soluzione, ovvero quella di convertire il video in un file eseguibile .exe in maniera tale da poterlo riprodurre su qualsiasi computer senza doversi preoccupare di avere installato i codec necessari o il lettore. Questa operazione viene resa facilmente possibile dall’ottimo programma gratis MakeInstantPlayer. Vediamo come funziona.

MakeInstantPlayer è basato sul noto player multimediale gratuito MPlayer già provvisto di codec audio e video preinstallati (nello specifico 192 codec video e più di 85 codec audio). Il compito di questa applicazione è di ottenere da un video un file .exe appositamente elaborato per essere eseguito sotto MPlayer (ovviamente senza dover installare quest’ultimo), in maniera tale che il filmato possa essere riprodotto comunque anche se sul PC in questione non vi è installato alcun codec o lettore multimediale.

Facile da usare, una volta installato e avviato MakeInstantPlayer si presenterà con questa interfaccia grafica (sotto in figura):

MakeInstantPlayer

1. In Source File indicare il video che si desidera convertire in file .exe;

2. In Output File indicare la cartella del PC nella quale si desidera salvare il file .exe che verrà ottenuto con la conversione;

N.B. Facoltativamente in Splash File e Icon File è possibile indicare due immagini da usare come schermata di avvio ed icona dell’eseguibile. Lasciando così com’è verranno adoperate quelle di default;

3. Nella barra evidenziata in giallo è possibile attivare alcune opzioni di riproduzione per il video eseguibile in questione:

Fullscreen – Una volta avviato il file exe il filmato verrà riprodotto a schermo intero (si può comunque ridurre in ogni momento cliccando nella tastiera il tasto Esc durante la riproduzione);

Compact – Il video verrà riprodotto in dimensione compatta (comunque espandibile a schermo intero con l’apposita funzione del player);

Auto Quit – Terminata la riproduzione del filmato il player verrà chiuso in automatico;

Stay On Top – Il video in riproduzione resterà in primo piano sullo schermo;

Loop – Per riprodurre da capo il filmato in automatico di continuo quando termina;

Include Codecs – Da attivare solo per i file WMV e Real per includervi i codec necessari alla loro riproduzione. Per gli altri formati video come AVI, MP4 e via dicendo non è necessario.

Parameters – Lasciare così com’è;

Language – Espandere la lista e selezionare la propria lingua.

4. Cliccare il pulsante Preview per vedere l’anteprima del risultato ottenuto.

5. Non resta altro che cliccare il pulsante Make It! per avviare la conversione del video in file .exe. Al termine il filmato diventato file eseguibile verrà salvato nella cartella di destinazione indicata precedentemente al passo 2, pronto per essere trasportato su chiavetta USB o simile ed essere riprodotto sul computer sprovvisto di codec e/o player multimediale.

Compatibile con Windows: XP, Vista e 7

Dimensione: 7.45 MB

Download MakeInstantPlayer

Commenti

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…