Passa ai contenuti principali

Come sapere in che data sono state scattate le immagini delle mappe di Google

Con Google Earth e Google Maps è possibile esplorare ogni luogo della Terra grazie alle immagini satellitari e alla modalità Street View per la visualizzazione a livello stradale.

Queste immagini vengono aggiornate periodicamente ma con frequenza differente a seconda dell’importanza della località, come ad esempio le grandi città, capitali e luoghi di interesse storico, turistico e via dicendo alle quali viene data maggiore priorità.

Dunque in alcuni casi le foto che si stanno vedendo su Google Earth e Google Maps potrebbero essere molto recenti, in altri invece vecchie di qualche anno. Per scoprire la data nella quale sono state scattate le immagini satellitari e quelle in modalità Street View di Google Earth e Google Maps basta dare uno sguardo in basso a destra della foto per reperire nell’immediato l’anno dello scatto.

Però attenzione perché la data delle immagini satellitari, quelle con vista dall’alto, è reperibile soltanto su Google Earth mentre la data delle immagini in modalità Street View la si può reperire soltanto in Google Maps.

Conoscere la data delle immagini satellitari con Google Earth
Dunque per sapere l’anno in cui è stata scattata una foto satellitare, avviare Google Earth e zoomare la vista aerea sopra la località di proprio interesse (come nell’esempio sotto in figura):
Conoscere la data delle immagini satellitari con Google Earth
Questa veduta aerea del Colosseo risale al 29 Luglio 2007 come si può evincere nel campo Data di acquisizione delle immagini evidenziato in fucsia.

Conoscere la data delle immagini in modalità Street View con Google Maps
Invece per sapere in che data la macchina di Google ha scattato le foto con veduta a livello stradale, si deve usare Google Maps e attivare la visualizzazione della località, via di proprio interesse, in modalità Street View (come nell’esempio sotto in figura):
Conoscere la data delle immagini in modalità Street View con Google Maps
ed ecco che in basso a destra nel campo Data immagine evidenziato in giallo viene mostrato il mese e l’anno dello scatto, in questo caso l’immagine è stata fatta nell’ Aprile del 2008. Infine ricordo che in un precedente articolo abbiamo visto come ricevere avviso per email quando una mappa di Google Maps e Earth viene aggiornata.

Commenti

  1. La data è importante, ma perchè installare TUTTO google earth?
    Aprendo Google maps, cliccando a destra in alto su "satellite", si può scaricare il plug-in di google earth, installarlo in un minuto, ed ecco gli edifici più importanti in 3D!
    Ciao da rico.

    RispondiElimina
  2. Giusta osservazione rico. Ma sbaglio o risulta anche a te che con il plugin non viene visualizzata la data dello scatto dell'immagine satellitare come invece avviene su Google Earth programma?

    RispondiElimina
  3. Vero, mi dice solo TeleAtlas 2012. E, a differenza di Earth completo, non mi fa salvare la mappa.

    RispondiElimina
  4. Si anche a me, dunque è così per tutti.

    RispondiElimina
  5. é possibile visualizzare o richiedere immagini di anni precedenti di Street View ?
    Grazie

    RispondiElimina
  6. Mauro no perché vengono aggiornate e sostituite automaticamente ogni tot tempo. E' comunque possibile vedere le immagini storiche per alcune località, leggi qui:

    http://support.google.com/earth/bin/answer.py?hl=it&answer=148094

    RispondiElimina
  7. Ma io vedo solo @2012, non Data immagine, è uguale? Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gabriella in alcuni casi viene mostrata la data per intero in altri il mese e l'anno. Nel tuo caso però solo l'anno; presumo che per alcune località sia così. Se ti va fammi sapere qual'è l'immagine per la quale ti interessa sapere la data, oppure cercala anche con Google Earth se già non lo hai fatto, e vedi che data viene mostrata.

      Elimina
  8. come sapere la data di riprese delle immagini satellitari di bing maps??

    RispondiElimina
  9. come sapere la data di riprese delle immagini satellitari di bing maps??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare che non si possa. Se scopro qualcosa scrivo un post. Grazie dello spunto ;)

      Elimina
  10. Nel punto 44°17'35.23"N 8°27'04.89"E viene indicato che la foto risale all'agosto del 2016. Io ho una foto effettuata in tale punto nell'agosto del 2017 che riporta i medesimi veicoli posizionati nel medesimo posto. Forse la data di realizzazione è sbagliata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può essere. Sono del tutto uguali? Nessuna differenza?

      Elimina
  11. Salve, avrei bisogno di sapere la data di un'immagine Street. In pratica leggo (a sinistra della foto, in una parte sfocata) ©2013. Posso fare affidamento a questo dato. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, quella è la data della foto.

      Elimina
    2. Grazie per avermi risposto. Avrei un altro dubbio. In una foto Street (in basso ed al centro) leggo: "data di acquisizione immagine 10 luglio 2010" mentre nella parte sfocata della foto viene riportato ©2013. In questo caso, la foto risale al 2010 oppure al 2013?

      Elimina
    3. Ok in tal caso allora credo che l'interpretazione giusta sia che l'immagine è stata catturata il 2010 ma pubblicata con copyright nel 2013.

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…

Sapere se la scheda video è falsa con GPU-Z

L'ultima versione di GPU-Z, uno fra i migliori programmi per vedere le caratteristiche della GPU, su PC Windows, dispone di una nuova funzione che è in grado di scoprire se la scheda video del computer è falsa o meno.
Tale caratteristica arriva in seguito a diversi episodi di schede video false vendute su internet, manipolate a livello BIOS in maniera tale che una volta montate appaiano ciò che non sono, ovvero più potenti e performanti di ciò che sono in realtà; così una scheda video GeForce GTX 1060 venduta a un prezzo vantaggioso si è rivelata essere una GeForce GTS 450 decisamente più economica a livello di prezzo e prestazioni.
GPU-Z al momento è in grado di rilevare le versioni false delle seguenti schede video G84, G86, G92, G94, G96, GT215, GT216, GT218, GF108, GF106, GF114, GF116, GF119, GK106; rilevatore che dovrebbe arricchirsi del supporto di ulteriori modelli con le prossime release del software.
Per verificare se la scheda video montata nel computer è un fake o meno,…

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…