Passa ai contenuti principali

Come risolvere crash di Google Chrome dovuti a Shockwave Flash plugin

Come risolvere crash di Google Chrome dovuti a Shockwave FlashPer vedere i contenuti, le applicazioni, riprodurre video e altri elementi vari dei siti web è necessario che sul PC via sia installato Adobe Flash Player in quanto la stragrande maggioranza di essi è appunto sviluppata e/o adopera tale tecnologia (linguaggio) Flash.

Dunque il browser che si utilizza per navigare internet, per poter caricare correttamente tali risorse si servirà di Flash Player. A differenza di Firefox e altri browser che si appoggiano al Flash Player (Shockwave Flash) installato nel computer, Google Chrome ne è invece già provvisto in quanto parte integrante del programma che si aggiorna ad ogni release del browser.

Il fatto di avere installato nel computer Shockwave Flash e di utilizzare Google Chrome (che è già provvisto di Flash Player), in alcuni casi (sporadici) tale eventualità potrebbe però generare malfunzionamenti del browser tipo: crash improvvisi e frequenti, rallentamenti e problematiche di vario tipo che causano instabilità soprattutto in siti come YouTube e simili e su pagine web cariche di banner e in generale con contenuti multimediali in eccesso.

Se si riconosce in questa circostanza è possibile porvi rimedio agendo sulle corrispondenti impostazioni di Chrome con differenti metodi; vediamo quali.

I metodo – Disabilitare plugin Shockwave Flash

Dunque avviare il browser di Google e nella barra indirizzi digitare il comando about:plugins e premere Invio. Nella pagina Plug-in che verrà visualizzata, nella lista dei plugin individuare la voce Flash. Se questa voce riporta la dicitura Flash (2 files), come nell’esempio sotto in figura:

Flash (2 files) Plug-in Chrome

molto probabilmente il problema dei crash di Chrome è dovuto alle due tipologie di Shockwave Flash (quella installata nel computer e quella interna di Chrome) che entrano in conflitto.

In alto a destra della pagina cliccare il link + Dettagli per espandere le caratteristiche dei plugin, quindi individuare nuovamente Flash (2 files) che adesso si presenterà così:

Shockwave Flash Plug-in

Il Shockwave Flash evidenziato in rosso è quello interno a Chrome (presente nella cartella applicazioni del browser, vedi il Percorso), mentre subito sotto c’è quello installato sul computer. Per provare a rimediare il problema dei crash del browser, si può tentare disabilitando il Shockwave Flash di Chrome cliccando il corrispondente pulsante Disabilita, quindi chiudere la pagina Plug-in, riavviare Chrome e durante la navigazione verificare sei i contenuti flash vengono ancora visualizzati correttamente e se i crash sono cessati.

Nel caso in cui invece i contenuti flash non venissero visualizzati e/o i crash del browser si presentino ancora, allora tornare alla pagina dei Plug-in, abilitare nuovamente il Shockwave Flash di Chrome e disabilitare invece quello installato nel PC, dunque chiudere la pagina Plug-in e riavviare Chrome per verificare se le modifiche adesso hanno portato miglioramenti a riguardo.

II metodo – Opzione Click to play

In alternativa al metodo sopra descritto, al fine di ridurre i crash di Chrome dovuti Shockwave Flash che non risponde, si potrebbe fare in modo di abilitare il plugin Adobe Flash player soltanto quando serve, ovvero quando si stanno visualizzando contenuti multimediali su internet che necessitano di tale plugin. Fare ciò è reso possibile dall’opzione Click to play di Chrome che appunto di default disabilita Adobe Flash Player per prevenire i crash del browser, ma allo stesso tempo quando questo plugin è richiesto per il contenuto web che si sta visualizzando sarà comunque possibile abilitarlo con un solo clic di mouse esclusivamente in quella circostanza. In questo articolo abbiamo visto nel dettaglio come funziona e come abilitare l’opzione Click to play di Chrome.

III metodo – Ridurre il consumo eccessivo di memoria RAM da parte delle estensioni installate

Se per qualche ragione le procedure appena descritte non dovessero bastare per risolvere a pieno il problema, in aggiunta si potrebbe provare a ridurre il carico delle estensioni sulla memoria e CPU del computer. Ogni componente aggiuntivo installato su Chrome infatti genera un processo di sistema dal nome Chrome.exe che sommandosi a tutti gli altri in alcuni casi potrebbe rendere il browser instabile.

L’ideale sarebbe dunque fare in modo che le estensioni Chrome vengano caricate/abilitate solamente quando servono, ovvero quando ci si trova esclusivamente nei siti internet sui quali occorre il loro impiego. Per settare una configurazione di questo tipo in modo facile e veloce ci si può servire del componente aggiuntivo Extension Automation che come spiegato in questa guida è appunto in grado di automatizzare l’impiego delle estensioni per far si che vengano caricate da Google Chrome solo su specifici siti da noi indicati.

In alternativa potrebbe rivelarsi utile disattivare tutte le estensioni installate su Chrome riducendo il carico della CPU. Dato che i componenti aggiuntivi installati nel browser potrebbero essere parecchi, in questo articolo abbiamo visto come disabilitarli/abilitarli tutti insieme con un solo clic di mouse usando One-Click Extensions Manager.

IV – Ridurre il consumo di memoria RAM da parte di Chrome sospendendo le schede inattive

Il consumo di memoria da parte di Chrome è dovuto oltre che alle estensioni installate anche al numero di pagine internet aperte (le schede) e al loro contenuto, nel senso che pagine web con contenuti multimediali quali ad esempio video, animazioni flash, immagini, audio e via dicendo consumeranno maggiore memoria rispetto alle pagine web per lo più testuali.

Per evitare tale circostanza ci si può servire dell’estensione The Great Suspender che come spiegato in questa guida ha appunto la funzione di sospendere (all’occorrenza anche in automatico dopo toto tempo di inattività) le schede inattive azzerando il corrispondente consumo di memoria da esse invece richiesto sé attive.

V metodo – Navigare internet in modalità Incognito

Ancora, per rimediare al problema dei crash di Chrome si potrebbe anche provare a visitare in modalità Incognito i siti internet con i contenuti Flash problematici, in quanto tale modalità di navigazione disattiva tutte le estensioni che potrebbero o meno causare instabilità del browser. Infine se i contenuti flash vengono correttamente visualizzati dagli altri browser internet installati sul computer, si potrebbe tentare la reinstallazione di Chrome per provare a risolvere il problema. [Via]

Commenti

  1. io ne ho di 3 di files nella pagina plug in..due di chrome e uno del pc..

    RispondiElimina
  2. Tu agisci su quelli indicati nell'articolo.

    RispondiElimina
  3. Io ho trovato 2 files proprio come dice l'articolo. Ho provato a disabilitare prima quello del pc perchè la versione interna del mio chrome è la più recente (mi pare che si chiami pepper o simile) e quindi ho pensato funzionasse meglio della precedente. Per un giorno ha più o meno funzionato,solo un crash, ma andava tutto abbastnza a rilento. Ho provato anche a navigare in incognito ma niente da fare, i crash continuavano. Dopodichè in navigazione normale i crash sono tornati. Oggi ho provato ad riabilitare quello del computer e disabilitare quello di chrome: i crash continuano che è una bellezza. Perchè questo metodo non funziona nel mio computer??? :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sei l'unico... sono anni che ci riprovo ma niente da fare, adesso non mi dà neanche più la pagina dei plugins: non è + disponibile. L'unica è ritentare e ritentare, a volte mi va meglio, altre no, a meno di cambiare completamente PC... :D e perché mai, in fin dei conti il problema riguarda soltanto alcuni giochi tipo zinga.

      Elimina
  4. Se hai molte estensioni installate prova a settarle in modo tale che vengano adoperate solo quando servono in modo da ridurre il numero di processi chrome.exe quindi il carico di memoria (come spiegato in questo articolo):

    http://www.guidami.info/2012/08/google-chrome-troppi-processi-in.html

    Quindi prova nuovamente a disabilitare Shockwave Flash di Chrome oppure quello del PC (prova prima con uno poi con l'altro) così vediamo se il browser diventa più stabile.

    RispondiElimina
  5. Io non ho trovato nessun file in più ma ho lo stesso problema...

    RispondiElimina
  6. Il file e il plugin ci sono per forza di cose.

    RispondiElimina
  7. Salve, io ho solo il file di chrome ma ho lo stesso problema ! come posso fare?

    RispondiElimina
  8. Interessante articolo, grazie mille.

    RispondiElimina
  9. seguito il primo metodo, problema risolto. grazie, non lo sopportavo più!!!

    RispondiElimina
  10. ho provato di tutto ma il problema persiste, ho anche disinstallato e reinstallato i programmi ma niente da fare, come prima e più di prima...

    RispondiElimina
  11. Gea non risolvi neanche con uno dei metodi? E neanche combinando i metodi? Che programmi hai disinstallato? Non ho parlato di programmi.

    RispondiElimina
  12. ha funzionato. grazie

    RispondiElimina
  13. finalmente una guida ben fatta! grazie a te ho risolto il problema!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice di esserti tornato utile, sei il benvenuto ;)

      Elimina
  14. non ha funzionato..sono da mesi che ho sto fastidiosissimo problema,ma ho trovato la soluzione;disinstallare chrome e usare un altro browser!Google decisamente sopravvalutato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, si risolve facilmente con uno dei metodi sopra indicato. Risolto su tre PC (XP, 7 e 8) con il primo metodo. Il browser di Google è tra i migliori a livello di prestazioni; non rinunciarci solo per questo problema che ripeto si risolve facilmente.

      Elimina
  15. io ho solamente un file e non riesco a risolvere il problema.

    RispondiElimina
  16. e usare un altro browser nooo!!!

    RispondiElimina
  17. Anche io ho un solo file e no ho risolto nulla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E hai provato con tutti i metodi?

      Elimina

Posta un commento

I commenti prima di essere pubblicati verranno moderati dall'amministratore

Post più popolari dell'ultima settimana

Nuove funzioni del Blocco note in Windows 10 October 2018 Update

Il Blocco note di Windows con l'aggiornamento Windows 10 October 2018 Update ha ricevuto nuove funzionalità.

Nuove caratteristiche che migliorano l'utilizzo di questo semplice editor di testo preinstallato nel sistema operativo, che nonostante gli anni (la prima versione risale al 1985) continua comunque a rivelarsi sempre utile, e adesso, con il recente update, ancora un po' di più rispetto a prima.

Graficamente l'aspetto resta tale e quale a quello di sempre. Le novità infatti interessano il Blocco note esclusivamente a livello funzionale. Vediamole più nel dettaglio.

1. Supporto UNIX, Linux e Macintosh
Ci son voluti 33 anni, ma adesso il Blocco note ha finalmente guadagnato il supporto del ritorno di riga (gli a capo) di UNIX / Linux (LF) e Macintosh (CR) oltre al già da sempre supportato ritorno di riga Windows Line (CRLF).

Ciò significa che il Blocco note adesso riesce a interpretare correttamente i ritorno a capo esattamente come sono stati voluti e inseriti da co…

Scaricare video da ogni sito internet – Migliori programmi gratis per farlo

Scaricare video da internet è un’operazione ormai comune a tutti. La maggior parte degli utenti ha imparato bene come fare il download dei filmatidalla rete.

Ma la tendenza per la stragrande maggioranza degli utenti è quella di scaricare video sempre dagli stessi siti, tendenza in parte dovuta alla loro popolarità, al tanto materiale disponibile e alle varie risorse gratis sviluppate appositamente per fare il download da quei siti.

Però bisogna ricordare che oltre ai soliti noti, internet brulica di tanti altri portali video ricchi di contenuti di vario tipo e genere. L’unico problema potrebbe essere quello di non sapere come fare a scaricare i video nel PC anche da questi siti, magari perché non esistono estensioni dedicate o software appositi.

A tale proposito sotto a seguire andiamo dunque a vedere una lista dei migliori programmi gratis per scaricare video praticamente da ogni sito internet, anche da quelli dove normalmente è impossibile farlo.

1. aTube Catcher
Ne avevamo parlato de…

Attivare SwiftKey su Windows 10 per suggerimenti testo mentre si digita e correzioni automatiche

Su Windows 10 October 2018 Update ha debuttato SwiftKey, ovvero la tastiera intelligente di Microsoft, tra le più scaricate e usate a livello globale su smartphone e tablet, tant'è che su diversi nuovi dispositivi è preinstallata.

Successo dovuto al fatto che la tastiera SwiftKey apprende lo stile di scrittura dell'utente, il quale può quindi digitare più velocemente e accuratamente con le previsioni e le correzioni, comprese le parole, le frasi e le emoji.

Windows 10 aggiornato a October 2018 Update offre nativamente la tastiera SwiftKey con le medesime caratteristiche che l'hanno resa famosa su mobile, ovvero apprendimento dello stile di scrittura per una digitazione più rapida e accurata, anche con la tastiera hardware non solo quella su schermo e/o touchscreen.

Per utilizzare questa tastiera è prima necessario attivare SwiftKey portandosi in menu Start > Impostazioni > Dispositivi > Digitazione e qui come nell'esempio sotto in figura:
sia per la tastiera s…