Ultima possibilità per aggiornare gratis a Windows 10: il 16 gennaio 2018 scade l'offerta

Se si vuole aggiornare gratis a Windows 10 è bene affrettarsi prima che Microsoft termini le offerte ancora attive, la sadenza è fissata il 16 gennaio 2018

Nonostante Microsoft abbia ufficialmente terminato l'offerta di aggiornamento gratis a Windows 10 lo scorso 29 luglio 2016, tutt'oggi è ancora possibile aggiornare gratuitamente un PC Windows 7 SP1 o Windows 8.1 Update 1 a Windows 10 sfruttando i trucchi impiegati già quasi due anni fa.

Per tutto questo periodo infatti i ritardatari potevano fare comunque l'upgrade sfruttando l'offerta riservata da Microsoft ai clienti che usano l'assistive technology; pagina della promozione che Microsoft ha aggiornato lo scorso dicembre fissando come data di scadenza della sessa al 31 dicembre 2017, e aggiornata ulteriormente e più di recente i primi di gennaio 2018 dove come nell'esempio sotto in figura:
Pagina Microsoft offerta Windows 10 per clienti che usano l'assistive technology
nella versione inglese (non ancora in quella italiana ma è questione di ore) Microsoft ha riportato una nuova data di sadenza fissata questa volta il 16 gennaio 2018.

L'offerta dunque è ancora valida, ma ancora per pochi giorni: recandosi sulla pagina della promozione https://www.microsoft.com/it-it/accessibility/windows10upgrade è possibile cliccare il pulsante "Aggiorna ora" per scaricare nel computer "Windows 10 Update Assistant" (l'assistente di aggiornamento) attraverso il quale procedere all'aggiornamento diretto del PC all'ultima versione di Windows 10 conservando tutti i file personali.

LEGGI ANCHE: Come scaricare e installare Windows 10 Fall Creators Update (1709)

Al momento pare funzionare ancora (ma chissà dopo il 16 gennaio se lo sarà ancora) anche il metodo di aggiornamento a Windows 10 tramite il Media Creation Tool di Microsoft (sotto in figura):
Media Creation Tool Windows 10
che si scarica dalla pagina https://www.microsoft.com/it-it/software-download/windows10/, avviato il quale anche in questo caso si potrà procedere all'aggiornamento diretto a Windows 10 conservando i file personali, oppure al download dell'immagine ISO di Windows 10 con la quale creare un supporto avviabile su DVD oppure su unità USB per installare Windows 10 in un secondo momento su un PC Windows 7 SP1 o Windows 8.1 Update 1.

Il consiglio, soprattutto dovuto al fatto della nuova data di scadenza del 16 gennaio 2018 fissata da Microsoft, è di agire in fretta se si è interessati a passare a Windows 10 senza pagare nulla, in quanto qualora tali offerte di aggiornamento gratuito venissero davvero terminate, l'upgrade costerà bei soldi dato che sarà necessario acquistare la licenza.

LEGGI ANCHE: Cose da sapere prima di aggiornare a Windows 10

1 commenti:

Grazie della dritta ;)

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati