Google Chrome più sicuro attivando la funzione Strict site isolation

Chrome 63 è provvisto della nuova funzione Strict site isolation che aumenta la sicurezza del browser internet

Di recente Google ha rilasciato Chrome 63 ovvero la versione più recente del suo browser internet, il quale adesso gode di una nuova funzione la quale una volta  attivata ne aumenta ulteriormente la sicurezza.

La nuova caratteristica in questione si chiama Strict site isolation ed è disponibile su Mac, Windows, Linux, Chrome OS, Android. Più nello specifico essa fa si che Chrome utilizzi un processo separato per ogni pagina internet aperta nel browser web, piuttosto che raggruppare più pagine web all'interno di un solo processo come accade normalmente.

In questo modo Chrome diventa più sicuro in quanto se un processo viene dedicato esclusivamente a una pagina internet, per i pirati informatici risulterà più difficile interagire con i contenuti degli altri processi dato che con Strict site isolation attivo i siti web non vengono più raggruppati in un singolo processo.

C'è però da tenere in considerazione che attualmente Strict site isolation è una funzionalità definita dalla stessa Google "altamente sperimentale" in quanto se da una parte essa apporta benefici dal punto di vista della sicurezza, dall'altra incide negativamente sulle risorse di sistema in quanto dedicando a ogni sito internet un solo processo chrome.exe, va da se che la memoria RAM ne risente fino a consumare il 20% e più del normale. Problema che si pone soprattutto su computer con installata poca memoria RAM (meno di 8 GB).
Pagina Chrome per attivare funzione sperimentale
Se si vuole far uso di questa nuova caratteristica di Google Chrome, nella barra degli indirizzi internet incollare e inviare la stringa chrome://flags/#enable-site-per-process dunque come nell'esempio sopra in figura, individuare Strict site isolation, fare clic sul rispettivo pulsante "Abilita" e confermare cliccando il pulsante "Riavvia ora" per riavviare il browser con attivata tale funzionalità.

Ovviamente qualora in un secondo momento si volesse disattivarla, basterà tornare sulla pagina chrome://flags/#enable-site-per-process e questa volta cliccare il pulsante "Disabilita".

LEGGI ANCHE: Chrome per Windows più sicuro con tre nuove funzioni e Chrome e Firefox più sicuri attivando la crittografia TLS 1.3

1 commenti:

A proposito, se si volesse Chromium, la versione open source alla base di Google Chrome, aggiornata in tutte le versioni per tutti i sistemi, è qui:
https://chromium.woolyss.com

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati