Datally app Android per controllare e bloccare il consumo dati internet eccessivo

Datally di Google è un'app Android per risparmiare traffico dati bloccando l'accesso a internet alle app non importanti, vedere in tempo reale i dati consumati un app, e trovare reti WiFi libere in zona

Datally è un applicazione ufficiale di Google per cellulari e tablet Android, che ha come scopo il risparmio del traffico dati internet a disposizione dell'utente evitando consumi eccessivi, dunque il raggiungimento del limite prima del rinnovo dell'abbonamento.

Ma a differenza delle altre applicazioni di risparmio dati, Datally di Google non provvede a comprimere il traffico internet al fine di risparmiare banda, bensì aiuta l'utente a tenere sotto controllo i consumi in tempo reale.

Dopo aver installato l'app e concesso le autorizzazioni richieste (fra le quali anche la gestione delle chiamate), una volta avviata Datally mostrerà in grande nella schermata iniziale i dati mobili consumati il giorno corrente.
Datally di Google app Android
Per attivare il salvataggio dati si deve scorrere verso destra il lucchetto "Set up Data Saver" e nella succesiva schermata premere il tasto "Allow" per consentire all'applicazione l'attivazione di una VPN attraverso la quale potrà controllare (in modo completamente anonimo per l'utente) l'utilizzo del traffico dati internet da parte di qualsiasi app del cellulare.

Fatto ciò verrà dunque attivata su "on" la funzione "Data Saver" che per impostazione predefinita blocca l'accesso a internet a tutte le applicazioni tranne a quelle importanti per il funzionamento del sistema operativo.
Datally gestione blocco dati app Android
A questo punto l'utente accedendo in "Manage data" avrà modo di scorrere la lista delle app e decidere a quali concedere l'accesso a internet toccando il rispettivo pulsante del lucchetto chiuso (che significa accesso a internet bloccato) per aprirlo (ovvero accesso a internet consentito). Si può prendere in considerazione di concedere l'accesso a internet ad applicazioni che si ritengono importanti per le proprie esigenze come ad esempio WhatsApp e simili e/o altre ancora.

Per le applicazioni non importanti conviene invece lasciare il lucchetto chiuso in maniera tale che non consumino dati internet in background; piuttosto si potrà scegliere di sbloccarle solo nel caso in cui si intende effettivamente utilizzarle.

Con "Data Saver" attivato, quando si utilizzerà un'applicazione, sullo schermo verrà mostrato un piccolo popup nel quale in tempo reale vengono mostrati i dati internet consumati da tale app (come nell'esempio sotto in figura):
Icona Datally consumo dati in tempo reale
in questo modo l'utente potrà farsi immediatamente un'idea dei consumi ed eventualmente intervenire qualora siano eccessivi.

Un'altra funzione di Datally è "Find Wi-Fi" attraverso la quale (dopo aver concesso l'autorizzazione di accedere alla posizione geografica) l'app identificherà le reti WiFi disponibili in zona in maniera tale che l'utente possa prendere in considerazione di recarsi a quella pubblicamente aperta più vicina e connettersi a essa così da risparmiare dati mobili.

Compatibile con Android: 5.0 o versioni successive | Download Datally

C'è da dire che l'idea di Google è buona, però forse un po' ridondante, visto che comunque su qualsiasi cellulare Android è possibile impedire a tutte o a specifiche app fra quelle installate di accedere a internet, ad esempio su Huawei utilizzando il firewall integrato e su altri marchi un firewall di terze parti.

Inoltre su i cellulari Android è anche possibile attivare il limite dati con annesse notifiche e in tal senso abbiamo ugualmente già visto come fare con lo strumento integrato di Huawei e con gli altri smartphone Android.

LEGGI ANCHE: App VPN gratis per Android e iPhone per navigare internet anonimi, sicuri e su siti bloccati

2 commenti

Bello, ma non capisco la gestione delle chiamate, che non vanno su internet (a parte quelle da whatsapp e facebook messenger).
In ogni caso non posso: la mia VPN su Android è già occupata da un firewall, una VPN che in realtà è simulata, mandando le app a cui ho negato l'accesso su 127.0.0.1 o ::1 😉

Rispondi

Neanche io lo capisco il perché. Anche io utilizzo, al bisogno, un'altra VPN ;) Una bella lista aggiornata di quelle gratis qui:

http://www.guidami.info/2015/02/10-app-vpn-gratis-per-android-e-iphone.html

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati