Come partizionare chiavetta USB o scheda SD su Windows 10 con Gestione disco

Come creare una partizione nella chiavetta USB (o scheda SD) usando lo strumento Gestione disco di Windows 10

Creare una partizione di memoria all'interno della chiavetta USB (o della scheda SD), un po' come per gli hard disk, può tornare utile per differenziare l'archiviazione di certe tipologie di file tra la partizione primaria e quella secondaria (ad esempio una destinata a ospitare programmi e contenuti di lavoro, l'altra invece per foto, video, giochi e altri file di vario tipo).

Se su i sistemi operativi Windows non era possibile partizionare una chiavetta USB con lo strumento integrato "Gestione disco", è bene sapere che adesso ciò è fattibile se come sistema operativo si sta usando Windows 10 Creators Update o successivo.

A tale proposito a seguire andiamo a vedere come partizionare una chiavetta USB (o scheda SD) con lo strumento Gestione disco di Windows 10.

1. Per prima cosa collegare l'unità di memoria al PC, portarsi in "Risorse del computer (Questo PC)" e come nell'esempio sotto in figura:

fare un clic destro di mouse sulla chiavetta USB in questione, dunque nel menu contestuale che comparirà fare clic sull'opzione "Formatta..." e nella finestra di formattazione che verrà visualizzata indicare come file system "NTFS" e come opzione di formattazione la "Formattazione veloce"; confermare cliccando il pulsante "Avvia" per formattare l'unità di memoria in file system NTFS (diversamente, tenendo il formato FAT32, non si potrebbe procedere con la creazione della partizione).

LEGGI ANCHE: Qual è la differenza tra FAT32, NTFS e exFAT?

2. Formattata la chiavetta USB, aprire il menu Start e qui digitare e inviare il comando diskmgmt.msc per aprire lo strumento "Gestione disco". Come nell'esempio sotto in figura:
Windows 10 Gestione disco opzione Riduci volume unità di memoria
nella lista individuare la chiavetta USB, farci sopra un clic destro di mouse e nel menu contestuale cliccare la voce "Riduci volume".

3. A seguire verrà subito dopo visualizzata la finestra "Riduci" nella quale, come nell'esempio sotto in figura:
Windows 10 Gestione disco strumento Riduci volume unità di memoria
nella riga "Specificare la quantità di spazio da ridurre, in MB" si deve indicare (in MB) lo spazio di memoria da dedicare alla partizione che si intende creare; confermare cliccando il pulsante "Riduci".

Nell'esempio sopra in figura sto partizionando una chiavetta USB da 30 GB di capacità totale dedicando 10885 MB (ovvero di 10,8 GB) alla partizione; ciò significa che al termine otterrò una partizione secondaria di 10,8 GB e quella primaria di conseguenza verrà ridotta a 19,2 GB.

4. Fatto ciò, nella lista unità di Gestione disco si potrà notare che la capacità totale della chiavetta USB è ora suddivisa nella partizione primaria e nella secondaria la quale però risulta essere "Non allocata" (come nell'esempio sotto in figura):
Windows 10 Gestione disco opzione Nuovo volume semplice
Dunque fare un clic destro di mouse sulla partizione non allocata e nel menu contestuale cliccare l'opzione "Nuovo volume semplice..." per avviare la strumento "Creazione guidata volume semplice" nel quale cliccare il pulsante "Avanti" fino a giungere alla schermata "Formatta partizione" (sotto in figura):
Windows 10 Gestione disco strumento Crezione guidata nuovo volume semplice
Qui come "File system" si deve indicare "NTFS" e abilitare l'opzione "Esegui formattazione veloce"; all'occorrenza in "Etichetta volume" si può digitare un nome da dare alla partizione (cosa che si può comunque fare in un secondo momento avviando la formattazione veloce delle due partizioni da Risorse del computer). Confermare e avviare il tutto cliccando i pulsanti "Avanti" e "Fine".

Al termine se tutto è andato a buon fine, la chiavetta USB disporrà ora di due partizioni di memoria distinte, cosa che si può verificare direttamente sotto Risorse del computer (come nell'esempio sotto in figura):
Windows 10 Risorse del computer con partizioni chiavetta USB
Come si ha modo di notare, per evitare confusione ho rinominato le due partizioni in 1P e 2P che rispettivamente indicano la partizione primaria e la partizione secondaria.

Se la partizione non viene visualizzata
Qualora invece la partizione non venisse visualizzata, allora, con la chiavetta USB collegata al PC, tornare in Gestione disco dove si avrà modo di notare che per quell'unità di memoria una partizione sarà in formato RAW; dunque farci sopra un clic destro di mouse e nel menu contestuale cliccare la voce "Formatta..." e nella finestra "Formatta" che verrà visualizzata indicare "NTFS" come file system, disattivare la casella "Esegui formattazione veloce" quindi avviare il tutto cliccando il pulsante "OK".

Completata la formattazione, fare clic destro di mouse sulla partizione e questa volta nel menu contestuale cliccare l'opzione "Cambia lettera e percorso di unità", quindi nell'omonima finestra che verrà visualizzata non resta che assegnare una lettera alla partizione e confermare cliccando "OK"; a questo punto la partizione dovrebbe essere visibile in Risorse del computer.

LEGGI ANCHE: Come creare una partizione dell'hard disk con EaseUS Partition Master

1 commenti:

Invece di Gestione Disco si può usare Gparted, permette partizioni su ogni supporto e di ogni formato, compreso FAT32, disponibile su:
https://gparted.org

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati