Avviare computer da USB o CD per recuperare file, eliminare virus e password dimenticata

Se Windows non carica come avviarlo da chiavetta USB o CD per recuperare i file con AOMEI PE Builder

AOMEI PE Builder è un programma gratis attraverso il quale è possibile recuperare file, eliminare malware e rimuovere la password da un computer che non carica il sistema operativo Windows per via delle problematiche appena citate, avviandalo da chiavetta USB o da CD/DVD.

Situazione nelle quali non è tanto raro imbattersi e che dunque è sempre bene prevenire creando un'immagine di sistema, oppure facendo il backup dei dati su di una memoria esterna, e/o installando sempre in via preventiva software come ad esempio il freeware AOMEI OneKey Recovery Free Edition con il quale è possibile caricare comunque Windows nel caso in cui non riesca ad avviarsi autonomamente all'accensione del computer in seguito a problematiche impreviste.

Se in precedenza abbiamo già visto come recuperare file da un PC Windows che non si avvia utilizzando il gratuito Redo Backup and Recovery, a seguire andiamo a vedere come fare con AOMEI PE Builder.

1. Per prima cosa è necessario scaricare AOMEI PE Builder dal sito ufficiale tenendo in considerazione che il programma è disponibile in due versioni entrambe gratuite che si differenziano dal fatto che la prima, dal peso di 146 MB, in aggiunta contiene anche i due programmi AOMEI Partition Assistant e AOMEI Backupper rispettivamente per la gestione delle partizioni e per effettuare backup; la seconda è sprovvista di questi due software e perciò pesa solo 72,3 MB.

2. Una volta scaricato, installato e avviato AOMEI PE Builder, dopo aver cliccato il pulsante "Next" della prima schermata, in quella che segue (sotto in figura):
AOMEI PE Builder schermata dove scegliere architettura a 32 bit o 64 bit
si deve spuntare la casella "Download WinPE creating environment from the internet" (dunque è necessaria la connessione internet) e subito dopo in base all'architettura a 32 bit o 64 bit del PC dal quale effettuare il recupero dei file e/o rimozione virus e/o password utente, selezionare l'opzione "Create 32-bit version of Windows PE" oppure "Create 64-bit version of Windows PE". Proseguire cliccando il pulsante "Next".

3. Nella schermata seguente facoltativamente si avrà la possibilità con il pulsante "Add Files" e "Add Drivers" di aggiungere a AOMEI PE Builder altri strumenti di proprio interesse, ad esempio programmi, file e driver (per impostazione predefinita lo strumento include già alcune utility come Recuva, Bootice, CPU-Z, Sumatra PDF, 7z). Diversamente lasciare tutto così com'è. Proseguire cliccando il pulsante "Next".

4. Nella schermata successiva si dovrà indicare come creare l'unità di supporto di AOMEI PE Builder (sotto in figura):
AOMEI PE Builder schermata dove indicare come creare unità di supporto da ISO
Si parte dalla creazione di un'immagine ISO della quale l'utente in questa schermata può decidere con l'opzione "Burn to CD/DVD" di masterizzarla direttamente sul CD o DVD vergine che si inserirà nel masterizzatore del computer; "USB Boot Device" di masterizzare la ISO sulla chiavetta USB rendendola avviabile; "Export ISO File" per esportare l'immagine ISO che verrà creata per poi masterizzarla su CD/DVD oppure su chiavetta USB con i programmi che più si preferiscono in un secondo momento.

Cliccare il pulsante "Next" per avviare la creazione dell'immagine ISO di AOMEI PE Builder ed eventualmente dell'unità di supporto.

La procedura richiede circa 10 minuti di tempo e una volta completata non si deve fare altro che creare il pulsante "Finish" per uscire dal programma.

In possesso dell'unità di supporto AOMEI PE Builder si è adesso pronti per intervenire sul computer problematico sul quale per prima cosa subito dopo averlo avviato è necessario entrare nel BIOS e nella sequenza di Boot indicare l'unità di supporto come primaria in maniera tale che alla prossima accensione il PC carichi quest'ultima e dunque esegua lo strumento AOMEI PE Builder.
AOMEI PE Builder desktop dello strumento di supporto
Strumento che come si può vedere nell'esempio sopra in figura si presenterà graficamente molto simile al desktop di Windows 10 con tanto di barra degli strumenti e pulsante Start.

Pulsante Start da cliccare per navigare su i contenuti dell'hard disk del computer (portandosi su Start > Local disk > Users > Nome utente) dunque per ritrovare i file di proprio interesse copiandoli e salvandoli su una chiavetta USB o hard disk esterno collegato al computer (se si è creata l'unità di supporto su chiavetta USB, lo spazio libero di quest'ultima può essere utilizzato per salvare i file che si intende recuperare), oppure per avviare il software con il quale trovare ed eliminare i malware dal sistema (magari preventivamente aggiunti a AOMEI PE Builder al passaggio 3 della guida), o ancora per eliminare la password dell'account utente.

LEGGI ANCHE: Recuperare file da unità di memoria danneggiata agendo dal prompt dei comandi

6 commenti

Sarebbe anche interessante, ma non riesco mai a tirarne fuori una pendrive avviabile, nei miei pc di casa rimane un prompt lampeggiante e niente boot.

Rispondi

Strano. Io testato su PC Windows 7 Pro e Woindows 10 Pro. Prova a esportare il file ISO e a creare una chiavetta USB avviabile con software di terze parti, oppure a masterizzarla su CD:

http://www.guidami.info/2013/05/creare-chiavetta-usb-avviabile-da-file.html

Rispondi

prova a installarlo in un sistema operativo italiano

a me dice che Pe builder non è compatibile

Rispondi

Allora c'è qualcosa che non va sul tuo PC perché ovviamnte utilizzo SO italiano non straniero.

Rispondi

la versione 1.5 aveva questo problema, non mi ero accorto che hanno da poco rilasciato la versione 2.0

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati