DeepL il migliore traduttore online che usa l'intelligenza artificiale

DeepL Traduttore è il miglior traduttore automatico online che fa uso dell'intelligenza artificiale con reti neurali comandate da un supercomputer fra i più potenti al mondo

DeepL Traduttore è oggi il miglior servizio di traduzione lingue online che ha battuto tutti i concorrenti del settore ovvero Google, Microsoft e Facebook.

Sviluppato da DeepL, un'azienda di deep learning che sviluppa sistemi d’IA (intelligenza artificiale) per le lingue, il punto di forza di questo traduttore è una rete neurale guidata da un supercomputer costruito in Islanda con una capacità di calcolo di 5,1 petaFLOPS (5 100 000 000 000 000 di operazioni al secondo) che lo piazza al 23 esimo posto nella classifica dei supercomputer più potenti del mondo e che permette di tradurre un milione di parole in meno di un secondo.

Tale potenza di calcolo è stata poi applicata all'immenso database di Linguee (sviluppato da DeepL) da oltre un miliardo di traduzioni di frasi in alta qualità; il risultato è DeepL Traduttore ovvero un sistema di traduzione automatica più accurato e naturale al mondo, preferito da 3:1 traduttori professionisti nelle prove alla cieca in un confronto con la concorrenza (sotto il grafico dei risultati su un test di 100 frasi):
Risultati test traduzione DeepL Traduttore contro concorrenza
DeepL Traduttore supporta attualmente 42 combinazioni linguistiche tra Italiano, Inglese, Tedesco, Francese, Spagnolo, Olandese e Polacco; prossime lingue in arrivo sono il mandarino, il giapponese e il russo già in fase di apprendimento da parte delle reti neurali DeepL.

Per quanto riguarda l'utilizzo di DeepL Traduttore, che si raggiunge all'indirizzo https://www.deepl.com/translator, niente di più semplice, ovvero (come nell'esempio sotto in figura):
Traduzione di DeepL Traduttore online
nel riquadro di inserimento testo a sinistra "Traduci da" si deve digitare o in collare il testo che si desidera tradurre; traduzione che verrà effettuata automaticamente in tempo reale e poi visualizzata nel riquadro di inserimento a destra "Traduci in".

Non c'è bisogno di indicare la lingua di origine in quanto se fa parte di quelle supportate verrà rilevata automaticamente dal traduttore; la lingua di destinazione è quella di sistema (ricavata dall'indirizzo IP del computer). Ad ogni modo all'occorrenza è possibile cambiare lingua di origine e/o di destinazione cliccando quelle attualmente impostate per selezionare quelle desiderate.


Da segnalare poi due funzioni aggiuntive disponibili nei riquadri "Traduci da" e "Traduci in": nel primo quando si clicca una parola, subito sotto a esso verrà visualizzata oltre alla traduzione la definizione da dizionario; nel secondo invece, facendo un clic sulla parola tradotta, oltre alla traduzione inversa verrà mostrata una lista di sinonimi o parole simili alternative.

Tenere in considerazione che al momento DeepL Traduttore può tradurre testi contenenti fino a 5000 caratteri per volta; decisamente più che abbondanti per qualsiasi tipo di impiego.

In conclusione, per chi spesso navigando su internet e/o per comunicazioni di tipo personale o in ambito lavorativo si serve dei servizi di traduzione online, DeepL Traduttore senza ombra di dubbio è di primario riferimento e quindi da aggiungere ai preferiti del proprio browser internet.

LEGGI ANCHE: Migliori estensioni per tradurre pagine web con Firefox, Chrome, Opera, Edge, Internet Explorer e Safari

3 commenti

grazie per l utile info

Rispondi

I traduttori sono un bel problema, perchè falliscono anche su
frasi banali come questa : vorrei andare via, questa città non mi piace . La traduzione in inglese di DeepL risulta essere : I would like to go away, this city I don't like to go away.
Come vedi la prima parte è ok , la seconda non si sa dove l'abbiano inventata.
Se poi scrivi la parte tradotta in inglese e la fai tradurre in italiano vedi ancora frasi veramente strane.
Comunque non critico te che giustamente segnali programmi che si presentano con caratteristiche nuove e forse promettenti, colgo solo l'occasione di citare Ceccato e la scuola operativa Italiana (SOI) che è stata bistrattata dalla cosiddetta cultura italiana ufficiale. Ceccato ha impostato una vera e propria teoria unitaria della traduzione , ma siccome era inviso ai filosofi perchè li ha criticati, anche i suoi collaboratori che ancora oggi si occupano della traduzione automatica sono poco considerati per gli studi sulla traduzione che invece sarebbero utilissimi . Un link se si vuole approfiondire http://www.methodologia.it/index.htm

Rispondi

Grazie della segnalazione ;)

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati