WiFi differenza tra 2,4 GHz e 5 GHz e 802.11 a/b/g/n/ac

Differenze tra rete WiFi 2,4GHz e 5 GHz e differenze tra le classi 802.11 a, b, g, n, ac quale è meglio e più peformante?

Per quanto riguarda la connessione a internet in WiFi a un certo punto ci si potrebbe ritrovare davanti alla questione di scegliere tra un router a 2,4 GHz oppure a 5 GHz con 802.11 a, b, g, n, ac.

Ma prima di puntare su uno piuttosto che sull'altro è bene fare un po' di chiarezza e capire bene a cosa si riferiscono tali termini e a quello che ci sta dietro.

I due valori 2,4 GHz e 5 GHz indicano la banda di trasmissione dei dati sotto il router WiFi in questione. Tra le due la banda a 5 GHz è in grado di trasmettere più dati rispetto a quella a 2,4 GHz. Ma oltre a ciò ci sono da tenere in considerazione altri fattori.
Wi-Fi logo
La rete WiFi a 2,4 GHz tra le due è ad oggi la più diffusa e dunque impiegata da una miriade di dispositivi wireless quali smartphone, tablet, PC, Smart TV, babycall ecc di tutte le persone presenti in zona e nelle immediate vicinanze ad esempio: condominio, vicini di casa, negozi e altre attività varie.

Se la banda a 5 GHz dispone di 23 canali di trasmissione che non si sovrappongono e dunque non interferiscono fra loro, la banda a 2,4 GHz dispone invece di soli 13 canali di trasmissione parzialmente sovrapposti in frequenza, fatto che può dare luogo a una forte interferenza.
Oltre a ciò essendo la 2,4 GHz la più diffusa, il suo largo impiego può dare luogo a congestione della rete specialmente se si vive o si lavora in un luogo affollato dove è altamente probabile che svariati dispositivi wireless in zona stiano usando lo stesso canale impiegato dalla propria connessione WiFi con conseguente riduzione della qualità della stessa connessione che a seconda dei casi potrebbe rallentare.

Per questo motivo quando si è connessi a internet specialmente con un router WiFi a 2,4 GHz, è bene verificare e scoprire qual'è il miglior canale in zona, ovvero quello meno utilizzato e dunque quello a cui far puntare il router per godere di una connessione qualitativamente migliore.

Preso atto di ciò viene dunque da dire "Ok, la banda 5 GHz è la migliore", e invece no. Infatti seppur la banda a 5 GHz sia in grado di trasmettere più dati rispetto a quella a 2,4 GHz e seppur disponga di 23 canali di trasmissione che non si sovrappongono e dunque non interferiscono fra loro, c'è un altro fattore da tenere in considerazione.

A differenza della banda a 5 GHz, la banda a 2,4 GHz utilizza onde lunghe che sono in grado di penetrare meglio attraverso gli ostacoli (muri, armadi, porte e via dicendo) che intercorrono tra il router e i dispositivi a esso connessi; cosa che invece riesce meno alle onde corte della banda a 5 GHz.

Di conseguenza la connessione a 5 GHz è si da preferire ma solo nel caso in cui tra router WiFi e dispositivi connessi non vi siano eccessivi ostacoli (un openspace magari) ed eccessiva distanza; diversamente è allora meglio preferire la banda a 2,4 GHz.

Se invece si desidera godere dei pregi dell'una e dell'altra allora si può puntare a un router di tipo dual-bad ovvero che supporta sia la banda a 2,4 GHz che quella a 5 GHz. Tenere in considerazione ove possibile, l'acquisto di un router dual-band capace di trasmettere nello stesso momento le due bande piuttosto che l'una o l'altra (scelta che in questo ultimo caso è l'utente che dovrà effettuare impostando manualmente nelle impostazioni del router la banda a 2,4 GHz o a 5 GHz a seconda delle esigenze del momento).

WiFi 802.11 a, b, g, n, ac che significa?
Infine oltre al significato di banda 2,4 GHz e 5 GHz per completezza è bene comprendere anche quello della sigla 802.11 a e/o b, g, n, ac.

Il numero 802.11 è la sigla che identifica la tipologia di dispositivi a connessione WiFi differenziandoli ad esempio da quelli a connessione Bluetooth che hanno sigla 802.15 e da quelli a connessione Ethernet che hanno sigla 802.3.

Le lettere che compaiono subito dopo la sigla 802.11 si chiamano classi Wi-Fi e servono a indicare le prestazioni di trasmissione dati e a quale banda. Nello specifico:
  • classe a trasmissione a 54 Mb/s (5 GHz)
  • classe b trasmissione a 11 Mb/s (2,4 GHz)
  • classe g trasmissione a 54 Mb/s (2,4 GHz)
  • classe n trasmissione a 450 Mb/s (2,4 GHz e 5 GHz)
  • classe ac trasmissione a 3 Gb/s (5 GHz)
Tenere in considerazione che esistono anche altre classi capaci di trasmettere maggiori quantità di dati quali ad esempio la classe ad a 7 Gb/s (60 GHz) la quale però con tale frequenza non è capace di attraversare muri e altri ostacoli ed è sfruttabile solo se se ci sono due dispositivi connessi. [Fonte dati Wikipedia: IEEE 802.11 e Wi-Fi]

LEGGI ANCHE: Come migliorare il segnale WiFi per avere più copertura della rete

2 commenti

Grazie Vinnie e avrei una domanda, la maggior parte dei nuovi dispositivi wi-fi, router, ripetitori, antenne o quant'altro si usi per diffondere o ricevere il segnale wi-fi, riportano la dicitura 802.11ac e non più le altre classi, vanno ugualmente bene in ogni situazione o cosa? perché ad es. mi sembra di aver capito che la sigla ac trasmette solo a 5 GHz che però nel caso di molti ostacoli non è da prediligere...quindi?

Rispondi

Si è così, ma in commercio (guarda su Amazon e eBay ad esempio) ci sono svariati router che supportano più classi WiFi dunque a doppia banda. Dovresti puntare su quelli se ti servono entrambe le bande.

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati