Condividere connessione Ethernet via WiFi su Windows 10

Windows 10 come condividere in WiFi la connessione internet dal cavo Ethernet per connettere alla rete smartpone, portatile e altri dispositivi wireless

Oggi praticamente tutti i router in commercio sono sia di tipo Ethernet che WiFi, ovvero possono fornire la connessione internet sia in modalità cablata che in modalità wireless senza fili.

È probabile però che per la connessione a internet di casa si stia ancora utilizzando il vecchio router, quello fornito dal gestore con il quale tempo addietro si è stipulato l'abbonamento, che ancora non prevedeva la modalità WiFi e che dunque offre l'accesso a internet esclusivamente tramite cavo Ethernet (che collega PC e router).

Di conseguenza per poter condividere quella connessione internet in WiFi con altri dispositivi, ad esempio smartphone, tablet, portatili e via dicendo, le soluzioni sono due: acquistare un Access point da collegare al router via cavo Ethernet, oppure acquistare un router WiFi.

Ma nel caso in cui al momento non si ha la possibilità di comprare un Access point né un nuovo router WiFi, e se come sistema operativo si sta utilizzando Windows 10 Anniversary Update (LEGGI: Sapere quale versione Windows 10 è installata sul PC) o versione successiva, è bene sapere che è possibile condividere la connessione internet Ethernet via WiFi sfruttando la funzione integrata Hotspot mobile.

L'unico requisito da soddisfare è che il computer al quale è collegato il router disponga di una scheda di rete wireless. Soddisfatto ciò procedere come segue.

1. Dal menu Start aprire le Impostazioni di Windows 10 (che si possono richiamare anche con la combinazione dei due tasti Windows+I) e qui portarsi in Rete e Internet > Hotspot mobile.
Windows 10 Impostazioni Hotspot mobile Ethernet via WiFi
2. Come nell'esempio sopra in figura, a destra, nella sezione "Hotspot mobile" settare su "Attivato" l'interruttore dell'opzione "Condividi la connessione Internet con altri dispositivi"; subito sotto in "Condividi la mia connessione Internet da" dovrebbe già essere GIà selezionata la modalità "Ethernet" (dato che il computer è connesso al router e internet con tale cavo), ma se così non fosse basterà espandere il menu e selezionare manualmente l'opzione "Ethernet".

Finito. Se tutto è andato a buon fine adesso il computer inizierà a condividere la connessione Ethernet via WiFi. Per testare ciò non resta che prendere un dispositivo che può connettersi a internet in WiFi (ad esempio lo smartphone o il tablet), avviare la ricerca di reti WiFi in zona e verificare così se la rete appena condivisa viene visualizzata e dunque toccarla per connettersi a internet.

Tenere in considerazione che la rete WiFi in questione avrà come nome (SSID) quello riportato nelle impostazioni Hotspot mobile di Windows 10 in "Nome rete" e che per accedervi sarà necessario immettere, quando richiesta, la password riportata in "Password rete".

Nome rete e Password rete alL'occorrenza si possono cambiare con altre di proprio gradimento; per fare ciò si deve cliccare il pulsante "Modifica" e digitare il nuovo nome della rete e/o la nuova password, dunque confermare cliccando "OK" (l'hotspot verrà riavviato quindi sarà necessario connettere nuovamente i dispositivi).

Infine, a proposito di dispositivi, l'hotspot creato in Windows 10 permette di collegare fino a un massimo di 8 dispositivi, i quali, quelli connessi, verranno visualizzati nella sezione dedicata "Dispositivi connessi" con tanto di nome del dispositivo, indirizzo IP e indirizzo fisico (MAC address).

LEGGI ANCHE: Come creare un hotspot WiFi su Windows 10, 8 e 7 senza usare programmi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati