Vivaldi browser la migliore alternativa a Google Chrome

Rilasciato Vivaldi browser internet che supporta le estensioni Chrome e con tante altre funzioni utili

Dopo un lungo periodo nella fase beta il browser internet Vivaldi è stato finalmente rilasciato nella sua prima versione stabile.

Sviluppato dal cofondatore e ex CEO di Opera, John von Tetzchner, Vivaldi già dagli esordi ha riscosso notevole interesse, meritatamente.

Basato sul codice sorgente Chromium (il medesimo di Chrome e di Opera Next fra gli altri) Vivaldi si può già candidare come la migliore alternativa a Google Chrome in quanto forte di diverse caratteristiche predefinite che lo rendono un browser per certi versi unico e comunque di spicco fra tutti gli altri in circolazione.

Come la maggior parte dei più popolari browser internet anche Vivaldi è provvisto di comuni caratteristiche come il supporto dei video HTML5, possibilità di silenziare le schede, aggiornamenti automatici, navigazione a schede, barra dei segnalibri, navigazione anonima (che qui si chiama "Finestra riservata") e via dicendo.

Ma a fare la differenza sono le altre features di Vivaldi non disponibili sulla concorrenza o comunque implementabili con soluzioni di terze parti. Vediamo le principali più nel dettaglio.

Estensioni
Vivaldi supporta le medesime estensioni di Google Chrome. Infatti se si va in Strumenti > Estensioni e si clicca il link "Prova altre estensioni" in automatico si verrà indirizzati al Google Chrome Web Store dal quale sarà possibile scaricare e installare le estensioni esattamente come si fa con il browser di Google ovvero cliccando il pulsante "Aggiungi". Stessa identica cosa per quanto riguarda le applicazioni del Chrome Web Store.

Note
Vivaldi browser Note
Una delle caratteristiche più utili è "Note". Ovvero quando in una pagina web si trova una porzione di testo interessante, per metterla da parte basterà evidenziarla con il mouse, fare un clic destro sulla selezione e nel menu contestuale cliccare l'opzione "Aggiungi la selezione come nuova nota" in modo che venga salvata nella sezione "Note" facilmente raggiungibile nel pannello laterale a sinistra dell'interfaccia del browser dal quale richiamarla al volo con un clic.

Ogni nota viene salvata con tanto di link della pagina web di origine (cliccabile) e con data e ora del salvataggio.

Ibernazione schede
Vivaldi browser ibernazione
Per liberare la memoria e risorse di sistema eventualmente occupate in eccesso dal browser, è possibile ibernare tutte le schede aperte tranne quella corrente oppure la scheda in primo piano eccetto le altre.

È sufficiente fare un clic destro di mouse sulla barra del titolo di una scheda e nel menu contestuale cliccare l'opzione "Iberna le schede in secondo piano" oppure "Iberna la scheda". In questo modo Vivaldi inciderà meno sul carico del sistema operativo.

Gruppi di schede
Vivaldi browser gruppi di schede
Per risparmiare spazio nella barra delle schede è possibile raggruppare più schede in una semplicemente trascinandole e rilasciandole con il mouse una sull'altra in maniera tale che più schede occupino lo spazio di una soltanto.

Quando si andrà a posare il puntatore del mouse sul gruppo verrà visualizzata la miniatura di tutte le schede che ne fanno parte. Si ha la possibilità di gestire il gruppo di schede facendoci sopra un clic destro di mouse per poi servirsi delle varie opziono disponibili nel menu contestuale.

Salvataggio della sessione
Se si desidera salvare la sessione corrente e dunque tutte le schede attualmente aperte per poi riaprirle in un secondo momento, sotto il menu "File" è disponibile l'opzione "Salva le schede aperte come sessione". È possibile salvare tutte le sessioni che si desidera e assegnargli un nome per distinguere le une dalle altre e a proprio piacimento aprirle quando si necessita.

Cestino
In fondo a destra nella barra delle schede è messo a disposizione il pulsante di un cestino che una volta cliccato in lista visualizzerà le schede chiuse di recente così da poterle riaprire in caso di bisogno. All'occorrenza è possibile svuotare il cestino.

Gesti
Per impostazione predefinita sono abilitati i gesti del mouse (di default si devono disegnare tenendo premuto il tasto destro) con i quali compiere svariate azione che invece richiedono l'intervento da altri menu del browser, ad esempio: aprire i collegamenti in una nuova scheda, duplicare schede, chiudere schede, andare avanti e indietro nelle pagine, ricaricare la pagina e via dicendo.

Sono poi tante altre le funzioni di Vivaldi. È caldamente consigliato dare un'occhiata alle impostazioni del browser raggiungibili cliccando il pulsante Vivaldi in alto a sinistra ella finestra e poi andando in Strumenti > Impostazioni.

Qui si avrà modo di personalizzare ogni aspetto del browser, anche quello grafico oltre che funzionale; ad esempio: cambiare la pagina iniziale, quella di download, la pagina di avvio, il motore di ricerca predefinito, le impostazioni sulla privacy, importare preferiti da altri browser e tanto altro ancora.

In conclusione Vivaldi è sicuramente un browser internet che vale davvero la pena provare e che probabilmente in tanti potrebbero anche decidere di impostare come predefinito. Dato che su Windows XP, Vista, alcune versioni di Mac OS X e Linux a 32 bit Chrome non è più supportato, Vivaldi in questo caso più che mai può essere la migliore alternativa da usare al posto del browser di Google.

Vivaldi è compatibile con tutte le versioni di Windows a 32 bit e 64 bit, con Mac OS X 10.7 o superiore e con Linux a 32 bit e 64 bit | Download Vivaldi

9 commenti

Ehm c'è SlimJet che a mio avviso ha più funzionalità di tutti ed è anche il mio veloce in assoluto tra i browser chromium.
Ne testo tanti ogni mese, aggiornamenti dopo aggiornamenti, conosco anche i più remoti, ma sto browser al momento è veramente imbattibile.
Ogni browser che testo, viene sottoposto a duri test personali su una macchina oramai più che datata.

Rispondi

Mi lascia perplesso, è un browser con un approccio contrario agli altri: invece di partire dalla semplicità e pulizia (e poi aggiungere estensioni, pulsanti, barre laterali), Vivaldi parte da un interfaccia molto ricca che va poi "scremata".
Inoltre si definisce innovativo, ma usa pur sempre il motore Blink di chrome/chromium, come Opera.

Rispondi

Grazie della segnalazione ;)

Rispondi

Lo uso da due giorni, per ora molto soddisfatto. Comunque si, è un insieme di Chrome e Opera su questo non c'è dubbio.

Rispondi

La perplessità lascia il posto al sorriso: schede a destra, opzioni a sinistra, interfaccia utente scalabile (una manna per i piccoli schermi), mi funziona bene su Linux e windows (64 Bit), ho trovato anche una versione portable usb, e ho suggerito agli sviluppatori di metterla ufficialmente su Portableapps :-)

Rispondi

Come ti trovi? A me sta piacendo.

Rispondi

Direi bene. Su Windows nessun problema, avendo Chrome già installato.
Su Linux ho solo dovuto scaricare un MB di codecs (chromium-codecs-ffmpeg-extra) per visualizzare alcuni video.
Avendo uno schermo piccolo e largo (classico dei portatili, 1366x768), poter mettere le schede a destra e il pannello preferiti a sinistra mi risparmia lo spazio verticale per lo scorrimento delle pagine web.
A differenza degli altri browser, tutta l'interfaccia è ridimensionabile dalle impostazioni (85-90% nel mio caso, per schermi grandi si può impostare a 110-115%).

Rispondi

P.S. CCleaner lo riconosce e pulisce come Opera, le estensioni sono quelle di Chrome, è proprio una fusione fra i due!

Rispondi

Ottimo, grazie del feedback ;)

Rispondi

Posta un commento

I commenti verranno moderati prima di essere pubblicati